WhatsApp: fai queste cose e sarai bannato. Ecco il decalogo delle cose da non fare

WhatsApp: fai queste cose e sarai bannato. Ecco il decalogo delle cose da non fare

La piattaforma di messaggistica più famosa al mondo non permette agli utenti di fare alcune cose. Anzi se queste vengono realizzate c'è il pericolo di essere "sbattuti" fuori dal sistema. Ecco quali sono queste infrazioni.

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

WhatsApp è senza dubbio la piattaforma di messaggistica più utilizzata al mondo. Tanti e sempre di più sono gli utenti che scrivono, ricevono o ne inviano direttamente tramite rete cellulare o Wi-Fi. In questo caso il successo del sistema è dovuto alla possibilità di non dover spendere per inviare messaggi e soprattutto la possibilità di raggiungere chiunque in qualunque momento.

In questo caso si pensa al fatto che su WhatsApp sia possibile fare di tutto e che non vi siano regole rigide nel condividere messaggi o anche altri tipi di contenuti multimediali. Nulla di più sbagliato perché come sugli altri social o piattaforme di messaggistica anche su WhatsApp si può essere "bannati" ossia sospesi a tempo indeterminato. Gli sviluppatori hanno creato un vero e proprio decalogo che tiene conto della possibilità di essere sospeso dal servizio in caso di situazioni anomale ritenute pericolose.

WhatsApp: ecco il decalogo delle cose da non fare

Ecco quindi le cose che dovete evitare assolutamente per conservare il vostro account e non venire sospesi o addirittura tagliati fuori dalla piattaforma di messaggistica.

  • Inviare messaggi illegali, osceni, diffamatori o minacciosi
  • Inviare messaggi che promuovono crimini violenti
  • Creare un falso account di una persona o impersonarla in qualche modo
  • Inviare un numero esagerato di messaggi a persone che non sono tra i tuoi contatti
  • Tentare di alterare o modificare i codici di WhatsApp
  • Inviare virus o malware
  • Cercare di hackerare i server di WhatsAapp per spiare qualcuno
  • Usare WhatsApp Plus (l'app fraudolenta non ufficiale che ruba i dati degli utenti a fini commerciali)
  • Venire bloccato da molti utenti
  • Venire segnalato da molti utenti

In molti forse non sanno o magari non immaginano che è dunque possibile avere il proprio account sospeso anche su WhatsApp, se si violano determinate regole. Meglio essere informati su questa cosa perché se per altri strumenti come Facebook la sospensioni potrebbe non recare danni confinando il servizio al tempo libero, WhatsApp risulta uno strumento a volte fondamentale per il lavoro nelle comunicazioni urgenti ed importanti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino20 Novembre 2018, 18:15 #1
Come fanno a sapere che cosa hai scritto nel messaggio se non possono leggere i tuoi messaggi per privacy?.....oh, wait ....
Andy936520 Novembre 2018, 18:33 #2
Semplicemente esistono le segnalazioni.
sbaffo20 Novembre 2018, 19:15 #3
Usare WhatsApp Plus (l'app fraudolenta non ufficiale che ruba i dati degli utenti a fini commerciali)

cioè possono rubarli solo loro?
thecatman20 Novembre 2018, 19:50 #4
allora cosa serve il criptaggio delle chat?
VITRIOL20 Novembre 2018, 20:37 #5
Originariamente inviato da: Ragerino
Come fanno a sapere che cosa hai scritto nel messaggio se non possono leggere i tuoi messaggi per privacy?.....oh, wait ....


Veramente loro affermano che gli è proprio impossibile materialmente leggerli, non è che non li leggono per la privacy.
tallines20 Novembre 2018, 20:38 #6
Beh il decalogo, mi sembra onesto, tutto sommato
GaryMitchell20 Novembre 2018, 22:13 #7
E’ un decalogo completamente privo di senso, il contenuto dei messaggi e’ una cosa che andrebbe esclusivamente gestita tra mittente e destinatario e in caso di illegalita’ o contenuti inopportuni, la cosa dovrebbe essere gestita dalle autorita’.

Le persone dovrebbero essere libere di parlare di quello che gli pare, senza che “orecchie di terzi” debbano valutarne il contenuto. Se poi ci sono delle denunce, il discorso cambia.

In barba alla privacy.

L’antitrust dovrebbe multarli di un miliardo di dollari solo per aver concepito un decalogo del genere, sfruttando una posizione dominante nelle comunicazioni.
kiwivda20 Novembre 2018, 22:31 #8
se questa non fosse una fake news il mio telefono avrebbe già dovuto prendere fuoco.
capellone2421 Novembre 2018, 07:07 #9
Bah, sinceramente girano delle cose su whatsapp che fanno rabbrividire.......dovrebbero bannare un bel po di gente, secondo me applicando solo la prima regola salterebbe un 20% degli utenti .
Sono i soliti ipocriti.
onka21 Novembre 2018, 08:22 #10
Originariamente inviato da: GaryMitchell
E’ un decalogo completamente privo di senso, il contenuto dei messaggi e’ una cosa che andrebbe esclusivamente gestita tra mittente e destinatario e in caso di illegalita’ o contenuti inopportuni, la cosa dovrebbe essere gestita dalle autorita’.

Le persone dovrebbero essere libere di parlare di quello che gli pare, senza che “orecchie di terzi” debbano valutarne il contenuto. Se poi ci sono delle denunce, il discorso cambia.

In barba alla privacy.

L’antitrust dovrebbe multarli di un miliardo di dollari solo per aver concepito un decalogo del genere, sfruttando una posizione dominante nelle comunicazioni.

non è che nessuno ti obbliga a usarlo eh...

Originariamente inviato da: capellone24
Bah, sinceramente girano delle cose su whatsapp che fanno rabbrividire.......dovrebbero bannare un bel po di gente, secondo me applicando solo la prima regola salterebbe un 20% degli utenti .
Sono i soliti ipocriti.

ma che gente conoscete?
io più che catene non ricevo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^