WhatsApp abilita la verifica in due passaggi per tutti: cos'è e come attivarla

WhatsApp abilita la verifica in due passaggi per tutti: cos'è e come attivarla

WhatsApp sta attivando la verifica in due passaggi a tutti gli utenti del servizio, da attivare per migliorare la sicurezza del proprio account

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:31 nel canale Telefonia
WhatsApp
 

A distanza di qualche mese dall'annuncio ufficiale WhatsApp sta iniziando in queste ore a consegnare la verifica in due passaggi a tutti gli 1,2 miliardi di utenti del servizio. Parallelamente alle operazioni di "roll-out" la compagnia ha rimosso il tab "beta" sulla funzionalità, fattore che stabilisce la finalizzazione delle procedure di sviluppo essenziali sulla feature. Come scrivevamo a novembre la funzione consente di aumentare la sicurezza dell'app e rendere molto più difficile il furto del proprio account in caso di smarrimento della SIM.

WhatsApp verifica in due passaggi

Una misura aggiuntiva per impedire a chiunque venga in possesso della nostra scheda di utilizzare il nostro account WhatsApp con il numero di telefono associato. La società spiega infatti: "Quando abiliti la verifica a due passaggi ogni tentativo di verificare il tuo numero di telefono su WhatsApp deve essere accompagnato dalla password di sei cifre che hai creato quando hai attivato la funzionalità". Dopo l'implementazione della crittografia end-to-end, quindi, la compagnia vuole puntare tutto sulla sicurezza e sulla privacy, nonostante qualche strafalcione.

Come attivare la verifica in due passaggi su WhatsApp

Per attivare la verifica in due passaggi è sufficiente accedere alle Impostazioni dell'app e nella sezione Account selezionare la voce "Verifica in due passaggi". Il servizio ci chiederà di inserire una password numerica composta da sei cifre e un indirizzo e-mail da utilizzare per il ripristino della password qualora quella originale sia stata dimenticata. Il consiglio è sempre lo stesso: non utilizzate codici che eventuali malfattori possono scoprire facilmente (date di nascita, sequenze di numeri come 1-2-3-4-5-6 o 3-4-5-2-3-4). 

Una volta attivata la verifica in due passaggi di WhatsApp ogni volta che dovremo abilitare l'applicazione sullo stesso numero di telefono dovremo inserire il codice numerico scelto, in modo da impedire l'accesso ad eventuali utenti malintenzionati. Precisiamo inoltre che il codice non va inserito ad ogni accesso dell'app, ma solo ad ogni nuova attivazione. L'operazione di attivazione della verifica a due step è ovviamente reversibile, con la funzionalità che può essere disattivata in un secondo momento. In seguito al primo setup si può anche cambiare la password o l'indirizzo e-mail associato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
globi10 Febbraio 2017, 22:08 #1
Ma a che serve questo? Quando si perde una SIM basta farla disattivare dal provider e poi se l`utente lo richiede viene data una nuova SIM con lo stesso numero precedente, e se non bastasse esiste già la schermata di blocco SIM e di blocco apparecchio, inoltre i numeri di telefono contenuti sia nella SIM che nel telefono rimangono visibili anche se la SIM é stata disattivata a meno che sia stata attivata una protezione PIN della SIM o del telefono.
ComputArte11 Febbraio 2017, 15:53 #2

FUFFA al cubo....

altro goffo tentativo di dire agli utenti: "NOI proteggiamo la vostra privacy"....
...e chi ci protegge da loro?!

....quando oramai anche i sassi hanno capito che anche la criptazione end-to-end è una buffonata da circo!
El Tazar11 Febbraio 2017, 19:12 #3
Originariamente inviato da: ComputArte
altro goffo tentativo di dire agli utenti: "NOI proteggiamo la vostra privacy"....
...e chi ci protegge da loro?!

....quando oramai anche i sassi hanno capito che anche la criptazione end-to-end è una buffonata da circo!


Per fortuna che ci illumini tu..o vate
ComputArte13 Febbraio 2017, 08:15 #4

...che sia io o chiunque altro....

;'importante è iniziarne a parlare e a rendere consapevole chi ignora....altrimenti si rischia per passare come "amici del giaguaro "
piererentolo13 Febbraio 2017, 11:26 #5
Originariamente inviato da: globi
Ma a che serve questo? Quando si perde una SIM basta farla disattivare dal provider e poi se l`utente lo richiede viene data una nuova SIM con lo stesso numero precedente, e se non bastasse esiste già la schermata di blocco SIM e di blocco apparecchio, inoltre i numeri di telefono contenuti sia nella SIM che nel telefono rimangono visibili anche se la SIM é stata disattivata a meno che sia stata attivata una protezione PIN della SIM o del telefono.

Scusa, magari sbaglio io, però se ad esempio tua moglie mentre dormi ti prende la sim e la infila in un altro telefono può leggere tutti i messaggi che ti arrivano. Con questo aggiornamento non può più farlo.
antares10420 Febbraio 2017, 09:04 #6
@globi : Mah, non vedo come potrebbe leggere le chats sul suo cellulare dato che le conversazioni così come i media presenti sono memorizzate nella memoria di massa del dispositivo del "marito"........

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^