Vertu: ecco l'asta fallimentare dei pezzi del museo

Vertu: ecco l'asta fallimentare dei pezzi del museo

L'azienda è in liquidazione e i curatori fallimentari mettono all'asta 106 pezzi del Vertu Museum

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 15:01 nel canale Telefonia
Vertu
 

La parabola di Vertu è sempre più discendente e il destino di quello che fu il marchio di telefonini e smartphone di lusso pare ormai segnato. Ora si stanno, letteralmente, svendendo anche i pezzi da museo.

Ben 106 pezzi, con alcuni esemplari datati 2002 (agli albori della compagnia), provenienti dal Vertu Museum andranno infatti all'asta oggi a partire delle 19 sul sito inglese GJ Wisdom. La base d'asta dovrebbe essere fissata in circa $26.000, per tutto il lotto che include prototipi e esemplari dimostrativi. Il fatto che i telefoni arrivavano a prezzi medi di $30.000 dimostra quanto in basso sia sceso il nome Vertu.

GJ Wisdom ha ricevuto incarico di allestire l'asta da parte dei curatori fallimentari di ‘Vertu Corporation Ltd’ compagnia che risulta ufficialmente in liquidazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zurlo11 Agosto 2017, 16:25 #1
Telefoni preistorici impestati di diamanti, a costi da sultanato ... con l'unicita' di avere un concierge personale che ti procurava qualsiasi cosa gli chiedessi.

A) Non e' detto che te lo procurasse al prezzo migliore - e anche i sultani odiano essere fregati
B) I loro telefoni erano dei nokiacci pacchianamente coperti d'oro, secondo me anche Naomo li avrebbe considerati kitsch.

Son falliti? strano, io avrei previsto diventassero una supernova.
BVS11 Agosto 2017, 17:57 #2
peccato, erano gli unici telefoni con un bel design in tutto il segmento
Pozhar11 Agosto 2017, 18:04 #3
Originariamente inviato da: BVS
peccato, erano gli unici telefoni con un bel design in tutto il segmento


Si, ma era solo quello che li contraddistingueva. a livello di caratteristiche hardware non avevano nulla di più o di speciale rispetto allo stesso modello originale di riferimento.poi anche per quanto riguarda il design, non è che piacevano a tutti. ma come sempre de gustibus ed inoltre a che prezzo poi... che all'atto pratico tolti i materiali preziosi con cui erano rivestiti, ti ritrovavi un semplice telefono.
songohan12 Agosto 2017, 08:02 #4
Non capisco la differenza tra chi compra un iPhone da €1200 è uno sceicco che compra un Vertu da €20000. Una mia collega qui a Malta ha comprato un iPhone 7 Plus a €1100 che a rate diventano €1200, non è assurdo questo?
AleLinuxBSD12 Agosto 2017, 08:32 #5
Chiara indicazione di come il valore effettivo delle soluzioni tecnologie sia basato su un castello di sabbia.
Poi si può continuare a giustificare, in qualsiasi modo, i costi di certe soluzioni, fatto stà che erano,sono e saranno sempre basati su bolle di sapone.
gatsu.l12 Agosto 2017, 09:08 #6
Avessero aggiunto al top dei materiali anche il top della tecnologia probabilmente non sarebbero in liquidazione... ma d'altra parte la nokia dal 2005 in poi non ne ha imbroccata una manco per sbaglio, ho sempre avuto l'impressione che non sia sufficiente l'incompetenza per giustificare la serie inenarrabile di errori della Nokia nel giro di 10 anni è passata dal monopolio al nulla (cavolo manco la "SEGA" e la "ATARI" hanno fatto peggio)
luki12 Agosto 2017, 12:12 #7

Me l'aspettavo

Chi sa perchè ma l'aspettavo che prima o poi sarebbe successo.
Telefoni ultracostosi senza alcun che di tecnologico che li contraddistingua dai modelli di serie.
Forse anche chi ha soldi da scialacquare si è accorto che è meglio un telefono di serie che uno impetasto di diamanti o placcato oro ma con niente di speciale a livello hardware.
Come si dice... tutto fumo e niente arrosto
Cfranco12 Agosto 2017, 17:31 #8
L' industria del lusso si basa tutta sul vendere roba vergognosamente sovraprezzata la cui principale attrattiva è quella di essere esclusiva ( cioè costosa )
Tutto ciò sta in piedi solamente se si riesce a trasformare l'oggetto in uno status symbol da esibire, il problema di Vertu è che giocava in un settore troppo competitivo dove c'è una competizione feroce a chi produce il telefono più figo
Se sei un marchio di lusso tutti devono conoscerti e desiderare quello che fai, se sogni una macchina sarà una Ferrari, se guardi le borse in vetrina saranno Vuitton, se chiedi che telefono vorrebbe la gente saranno veramente pochi quelli che dicono Vertu
aleardo12 Agosto 2017, 18:09 #9
Forse perché, a parte il prezzo, erano oggetti davvero tamarri. Probabilmente all'inizio vendevano qualcosa tra i mafiosi russi e gli sceicchi arabi, ma poi anche queste categorie devono aver affinato i loro gusti e anche quel mercato è venuto a mancare.
jepessen13 Agosto 2017, 09:32 #10
Originariamente inviato da: Pozhar
Si, ma era solo quello che li contraddistingueva. a livello di caratteristiche hardware non avevano nulla di più o di speciale rispetto allo stesso modello originale di riferimento.


A parte il design prezioso (de gustibus), quello che contraddistingueva i Vertu dalle altre marche non era a livello hardware, ma di assistenza. Avevi un assistente che si occupava di te (non ricordo se personale oppure un ufficio dove poteva rispondere chiunque, ma comunque delle persone). Potevi lasciargli appuntamenti, note, e chiedergli di fare delle cose, roba del tipo "sono in costa azzurra noleggiami uno yacht da minimo 35 metri" oppure "Avvisami se intorno a me c'e' qualche vip", robe cosi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^