Vertu Aster P: il ritorno sul mercato con un modello da 4000 euro

Vertu Aster P: il ritorno sul mercato con un modello da 4000 euro

Vertu Aster P è il modello della rinascita per il brand, dopo aver dichiarato bancarotta a metà 2017. Come per gli altri smartphone realizzati in passato il prezzo di lancio è alto, superiore ai 4000 euro.

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Telefonia
VertuAndroid
 

Vertu Aster P è il nuovo smartphone Android realizzato dalla società e che ne segna il rilancio: a metà 2017 il brand di cellulari di lusso aveva dichiarato bancarotta e ora si ripresenta puntando allo stesso segmento di mercato. Come già accaduto in passato anche in questo caso il prezzo è salato considerato che si parla di oltre 4000 euro per il modello base.

Vertu Aster P

Il nuovo Vertu Aster P ha un design che richiama quello di altri modelli visti in passato con forme che si discostano di molto dagli smartphone a cui siamo abituati. Nella zona posteriore troviamo l'utilizzo di vero pellame mentre il corpo è realizzato in titanio con il vetro anteriore che deriva da un unico cristallo zaffiro da 133 carati.

Nonostante tutto però Vertu Aster P non utilizza il meglio della tecnologia quando si parla della parte hardware: al suo interno c'è un SoC Qualcomm Snapdragon 660 accoppiato a 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di storage. Lo schermo anteriore ha una diagonale di 4,97", in controtendenza rispetto ai più noti brand che propongono soluzioni con diagonali spesso superiori ai 5,5". Il pannello impiegato è di tipo AMOLED mentre la risoluzione è FHD (1920 x 1080 pixel).

Vertu Aster P

La batteria integrata nel Vertu Aster P ha una capacità di 3200 mAh con supporto alla ricarica QC 3.0 mentre le fotocamere hanno una risoluzione di 12 MPixel e 20 MPixel, rispettivamente per quella posteriore e anteriore. Tra le particolarità (e per giustificare, in parte, il prezzo) c'è un pulsante sul lato che lancia un'app che funziona come un "maggiordomo" personale sempre disponibile e che impara con l'utilizzo le abitudini dell'utente mentre con l'app V Talk vengono criptati gli SMS e le chiamate che non possono essere registrate.

Vertu Aster P

La suoneria è stata scritta e registrata ad hoc dalla London Symphony Orchestra per questa serie. Particolare è dove si trova lo slot dual-SIM del Vertu Aster P: anziché avere uno carrello come per altri smartphone, c'è un vano che si apre "ad ali di gabbiano" e realizzato presumibilmente in metallo. Il sistema operativo è Android Oreo che è stato personalizzato dal produttore.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Haran Banjo19 Ottobre 2018, 14:45 #1
Ma
che
menata
assurda
-------
Falliranno di nuovo
demon7719 Ottobre 2018, 15:01 #2
Penso anche io che la cosa non durerà.

Il mercato smartphone è molto saturo, fortemente competitivo e in rapida e continua evoluzione.
Questo lo rende a mio parere terreno molto arido per un genere di clientela disposta a spendere 400 euro per un cellulare.

Anche se sei super danaroso vai a scegliere status symbol più generici e duraturi come abbigliamento firmato e accessori di lusso (penne, orologi, gioielli ecc) piuttosto che uno smartphone.
MikyDo19 Ottobre 2018, 15:23 #3
Ho giusto € 4.000 che non so come usare... adesso decido se prendermi 'sto citofono o accendere il fuoco nel camino.
Mi piacerebbe conoscere di persona chi è interessato realmente ad un prodotto del genere...
thresher325319 Ottobre 2018, 15:39 #4
Originariamente inviato da: MikyDo
Ho giusto € 4.000 che non so come usare... adesso decido se prendermi 'sto citofono o accendere il fuoco nel camino.
Mi piacerebbe conoscere di persona chi è interessato realmente ad un prodotto del genere...


Di sicuro chi non si fa una domanda del genere
HI-Giona19 Ottobre 2018, 15:47 #5
Originariamente inviato da: thresher3253
Di sicuro chi non si fa una domanda del genere


mattia.l19 Ottobre 2018, 15:51 #6
Il punto di forza era il servizio "concierge" mi sembra
Nicodemo Timoteo Taddeo19 Ottobre 2018, 15:54 #7
Il pellame adopevato è di pelle umana? Se no, non lo voglio. Bavboni...
maxy0419 Ottobre 2018, 16:15 #8
ma questi sono gli stessi di prima, o una azienda terza ha rilevato il marchio?
no, perche' non sarebbe mica la prima volta.
fallisci, lasci nella merda fornitori e dipendenti, poi riapri, con lo stesso marchio, e sei di nuovo pronto per rifallire. intanto qualche soldino ti e' entrato in tasca.
songohan19 Ottobre 2018, 17:01 #9
Non capisco perchè certe aziende falliscono e rinascono cento volte. Il prodotto che fai non lo vuole nessuno? Basta. Cambia mestiere. Che palle ao!
logan x22 Ottobre 2018, 13:18 #10
Vertu ha toppato tutto quando ha voluto seguire la moda degli stupidphone full touch: finchè produceva telefoni con tasti e sistema operativo Nokia S40 andava alla grande.

Del resto anche Nokia ha fatto lo stesso errore. Questi fini analisti del mercato non hanno ancora capito che c'è una fetta di utenza che detesta gli stupidphone android/ios, e spesso è proprio gente con un sacco di soldi da spendere.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^