Venti di guerra in tribunale: Google e Android nel mirino

 Venti di guerra in tribunale: Google e Android nel mirino

La questione è la stessa, i protagonisti cambiano: al centro di un possibile processo epocale troviamo da una parte Rockstar Consortium (capirete chi c'è dietro continuando la lettura), dall'altra Google e il proprio sistema operativo Android

di pubblicata il , alle 11:01 nel canale Telefonia
AndroidGoogle
 

Movimenti e preparativi prima della battaglia: al centro della questione sempre la forte leva dei brevetti e delle proprietà intellettuali, legati soprattutto il mondo degli smartphone e dei tablet, ovvero il presente e il futuro prossimo della tecnologia. I protagonisti sono però dei pesi massimi, sebbene uno dei nomi possa sembrare uno sconosciuto.

Sembra infatti che fra non molto Google verrà tirata in causa (nel senso letterale) da Rockstar Consortium, in quanto ritenuta rea di utilizzare illegalmente 6 brevetti legati alla ricerca web associativa, nonché altri legati alla GUI di navigazione e al sistema di messaggistica, specie nel sistema operativo mobile Android.

Ok, Google la conosciamo tutti, ma chi è Rockstar Consortium? Nata nel 2011 come azienda per il "patent monetization", che potremmo rendere con un maccheronico "far soldi con i brevetti", cela dietro il proprio nome realtà come Microsoft, Apple, Sony, Ericsson, e Blackberry.

Tolta Sony, tutti hanno il dente avvelenato con Google e soprattutto Android, leader del mercato mobile in continua ascesa. Apple vede di mese in mese ridursi la propria fetta di mercato nel mercato mobile (anche se vi è da dire che per un bel po' di tempo è stata l'unica vera realtà presente nel settore, e un calo era inevitabile con l'arrivo di concorrenza matura), Microsoft non parliamone, poiché nel settore mobile raccoglie di fatto poco più che briciole, mentre per Blackberry la situazione è forse ancora peggiore, con il ricordo dei fasti del passato che oggi sono, appunto, solo un ricordo.

Rockstar Consortium, in ogni caso, muove i propri passi su basi che ritiene solide, avendo in dote i brevetti di Nortel acquistati per 4,5 miliardi di Dollari, battendo con questa enorme offerta il concorrente Google. Ai tempi del passaggio dei brevetti in mano a Rockstar Consortium, Google paventò possibili azioni legali nei suoi confronti in un futuro non troppo lontano: quel tempo sembra essere arrivato, sebbene per ora manchino maggiori dettagli.

La notizia è riportata da TechReport, e lascia presagire un fortissimo attacco legale ai danni di Google, sempre che la "diplomazia" che si muove dietro le quinte non riesca a trovare un accordo prima dello scontro.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
drak6904 Novembre 2013, 11:40 #1
Strano che l'autore dell'articolo non abbia scritto alla fine un bel "I love Google" xD
emiliano8404 Novembre 2013, 11:41 #2
Originariamente inviato da: drak69
Strano che l'autore dell'articolo non abbia scritto alla fine un bel "I love Google" xD


DaRkNeSs_Fx04 Novembre 2013, 11:56 #3
Microsoft, Apple, Ericsson, e Blackberry. esclusa Sony, sono i fantastici 4.. gli rosica vedere Google andare bene
Alessandro Bordin04 Novembre 2013, 12:05 #4
L'autore dell'articolo ha un cell Android e un tablet iPad :P Per ognuno ho sentimenti di amore e odio :P
johnnyc_8404 Novembre 2013, 12:11 #5
I fanboy Apple sono sempre i primi a sentirsi offesi vedo

drak6904 Novembre 2013, 12:18 #6
Originariamente inviato da: Alessandro Bordin
L'autore dell'articolo ha un cell Android e un tablet iPad :P Per ognuno ho sentimenti di amore e odio :P


era un modo diverso per dire che ho letto altri articoli riguardo il medesimo argomento e questo mi sembra un po piu di parte verso google dato che usa termini un po dispregiativi mentre si parla delle concorrenti. In ogni caso io penso che i brevetti vadano pagati, la nostra società ruota attorno a delle regole che vanno rispettate.

Originariamente inviato da: johnnyc_84
I fanboy Apple sono sempre i primi a sentirsi offesi vedo



Doppio infarto per me...uno perche sono stato considerato un fanboy, l'altro perche sono stato considerato un fanboy di Apple (non perche disprezzo i prodotti apple, ma perche spesso sono dei veri fanatici) xD
Gianco12204 Novembre 2013, 12:30 #7
fan o non fan è una porcheria ormai, ormai devi stare attento in pubblico che se ti soffi il naso ti arriva una denuncia perchè qualcuno lo ha brevettato, in questi uffici (brevetti) una volta ci stava Einstein adesso chi ci sta paperino...
alexdal04 Novembre 2013, 13:19 #8
Quando fatturi cosi tanti miliardi da non riuscire a scrivere gli zeri, almeno devi riconoscere ogni cavillo.


Stiamo parlando dei due colossi che stanno schiacciando uno il mercato del software l'altro quello dell'hardware.
LMCH04 Novembre 2013, 16:35 #9
Originariamente inviato da: drak69
In ogni caso io penso che i brevetti vadano pagati, la nostra società ruota attorno a delle regole che vanno rispettate.


I brevetti dovrebbero essere concessi solo se si tratta di opera di ingegno originale (nel senso che non è roba già inventata da qualcun altro e non è roba troppo "banale" e con un dispositivo funzionante che ne fa uso (in modo da dimostrare che chi chiede il brevetto è in grado di realizzare quello su cui vuole dei diritti).
Ma di fatto poi si riesce a brevettare roba che viene da chiedersi a cosa servano gli uffici brevetti, per questo un brevetto in pratica non ha valore sino a quando non lo si difende in tribunale e si vince (oppure si raggiunge un accordo con qualcuno che si ritiene sia in violazione di esso e questo paga, in modo da avere un precedente per poi andare a batter cassa da altri "violatori".

Nel caso dei brevetti software di Nortel .... chi li ha registrati in origine non ha manco provato a batter cassa con Google, non so se rendo l'idea di quanto quei brevetti fossero poco difendibili.
Solo che ora i nuovi proprietari hanno risorse finanziarie in abbondanza ed hanno realizzato delle loro implementazioni di quello che è protetto da brevetto (anche se non sono stati ne i primi nel far questo) e quindi giù a trollare sul brevetto.
dobermann7704 Novembre 2013, 16:45 #10
Originariamente inviato da: LMCH
Nel caso dei brevetti software di Nortel .... chi li ha registrati in origine non ha manco provato a batter cassa con Google, non so se rendo l'idea di quanto quei brevetti fossero poco difendibili


Li hanno solo venduti per 4.5 miliardi di dollari... troppo poco secondo te?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^