Un Galaxy Note 9 prende fuoco. Samsung indaga sull'avvenimento

Un Galaxy Note 9 prende fuoco. Samsung indaga sull'avvenimento

Secondo i racconti della proprietaria il suo Samsung Galaxy Note 9 ha improvvisamente preso fuoco. Samsung sta indagando sull'avvenimento

di pubblicata il , alle 18:01 nel canale Telefonia
SamsungGalaxyNote
 

Intorno alla mezzanotte del 3 settembre, a soli dieci giorni dall'uscita dell'ultimo telefono di punta di Samsung, un Galaxy Note 9 ha preso fuoco. A raccontare la "traumatica" esperienza è stata la proprietaria, che ha sentito emettere dal dispositivo un suono sibilante e stridulo prima che fuoriuscisse un fumo denso dal terminale.

Durante l'accaduto la proprietaria si trovava da sola in un ascensore: il Galaxy Note 9 è diventato estremamente caldo e ha distrutto il contenuto della borsa in cui era riposto, causando problemi di visibilità e di respirazione nella cabina.

Casualmente un uomo che si trovava lì ha aiutato la donna a spegnere il "fuoco" afferrando il dispositivo con un panno e buttandolo in un secchio d'acqua non appena l'ascensore si è fermato.

La vicenda sembra un po' irreale: bisogna avere fortuna a trovare un secchio d'acqua fuori dall'ascensore e non ci sono testimoni tranne la donna, la quale ha prontamente denunciato Samsung per danni non specificati, richiedendo in cambio soldi e il ritiro dalla vendita di Galaxy Note9.

Visti i trascorsi di Samsung con la serie Galaxy Note non sarebbe saggio ignorare le segnalazioni di incidenti di questo tipo, soprattutto se si considerano le dimensioni della batteria in relazione al volume interno dello smartphone.

La società sta indagando sull'accaduto nonostante questa sia la prima lamentela ricevuta in relazione all'esplosione di un Galaxy Note 9; Samsung non vuole di certo replicare la brutta annata del 2016 con Galaxy Note 7 e probabilmente ha già intensificato i controlli sulla sicurezza dello smartphone prima di rilasciarlo sul mercato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13517 Settembre 2018, 18:23 #1
e niente, la notizia fa già ridere così
nitro8917 Settembre 2018, 18:27 #2
grande giornalismo
jepessen17 Settembre 2018, 18:33 #3
Mah… a me la storia puzza, se e' vera la storia del secchio e del panno… Non che non possa essere vero per carita', ma pare fatto apposta per farsi dare I soldi da Samsung, in un paese dove questo tipo di cause sono all'ordine del giorno...

Come quella ragazza che andava sempre in ristoranti di lusso e poi affermava di sentirsi male per avere dei risarcimenti...
Cappej17 Settembre 2018, 18:44 #4
si tratta di ... ATTENTATO!!!!! [Cit. Beppe Braida]
sbaffo17 Settembre 2018, 19:34 #5
mmmh, sento puzza di bruciato , perché la donna avrebbe chiesto il ritiro dal mercato? il risarcimento è logico, ma il ritiro dopo un solo caso mi puzza di “sponsorizzazione” da parte di qualche concorrente...

E poi che caso che è successo in ascensore, l’unico posto in cui lo spazio è stretto e non ci sono finestre, non si può uscire e si resta intossicati... è accaduto proprio in quel minuto al giorno in cui la situazione è la peggiore possibile. Mah....
quartz17 Settembre 2018, 19:41 #6
Notare come l'autore della notizia sia un generico "Redazione".

Evidentemente nessuno vuole mettere la propria firma su un "articolo" del genere!



Grande HwUpgrade, sempre sul pezzo!
marchigiano17 Settembre 2018, 20:50 #7
Originariamente inviato da: jepessen
se e' vera la storia del secchio e del panno…


era un dipendente della ditta che pulisce le scale la donna, una volta salvata, ha detto all'addetto "sei un vero mocio hem.... macio...."
Gyammy8518 Settembre 2018, 09:59 #8
Sarebbe stato meglio se avesse preso moglie

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^