Ubuntu Edge fallito. Canonical: non è la fine del sogno

Ubuntu Edge fallito. Canonical: non è la fine del sogno

È stato un sogno Ubuntu Edge? Forse si, ma il fondatore di Canonical ha informato che è evidente l'interesse di operatori telefonici e produttori di smartphone verso la nuova piattaforma software

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Telefonia
Ubuntu
 

Abbiamo seguito la vicenda di Ubuntu Edge con particolare interesse dal momento che avrebbe con certezza rappresentato una svolta per il mercato degli smartphone, che si sarebbe avvicinato con evidenza al mondo dei PC desktop.

Ubuntu Edge esito campagna

Ubuntu Edge è stato un progetto di crowfunding su IndieGoGo che, se portato a termine, avrebbe lanciato la produzione di uno smartphone dotato di doppio sistema operativo: Android e Ubuntu Touch OS. Entrambe le piattaforme software avrebbero permesso un comodo utilizzo in mobilità, ma al tempo stesso una soluzione da installare in un dock specifico per trasformare il tutto in un vero e proprio personal computer da scrivania.

Per ottenere questo risultato Ubuntu Edge avrebbe dovuto avere hardware da top di gamma, e anche oltre: requisito minimo per lanciare la doppia soluzione sarebbe stato un processore quad-core e 4GB di RAM, con almeno 128GB di storage interno.

Canonical ha mancato il traguardo prefissato per la conclusione in positivo del crowdfunding di circa 19 milioni di dollari, una cifra superiore alla metà dei 32 milioni richiesti in un primo tempo. Non sono bastate le modifiche sul prezzo minimo per aggiudicarsi i pre-order dello smartphone, né l'innovatività insita in un'idea di questo tipo. IndieGoGo consente il rimborso totale delle spese sostenute dagli investitori

Ubuntu Edge è comunque stato una vittoria, detenendo attualmente il record per quanto riguarda le campagne di crowdfunding nel settore dell'elettronica di consumo. Il precedente valore più elevato era stato fatto registrare da Pebble Smartwatch, superato sensibilmente dallo smartphone Canonical.

"È stato certamente stabilito un record per la maggior quantità di denaro raccolto, ma anche quello per la campagna persa con più ampio margine", ha raccontato Mark Shuttleworth, fondatore di Canonical, al Guardian. Nonostante il fallimento però, il dirigente della società a capo di Ubuntu ha dichiarato che è evidente l'interesse di operatori telefonici e produttori di smartphone nel portare Linux nel mercato degli smartphone. Gli stessi sarebbero tuttavia interessati ad introdurre il kernel open-source in terminali non di fascia alta, come inizialmente pensato dalla stessa Canonical con Ubuntu Edge.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski23 Agosto 2013, 13:59 #1
Mhm, "portare linux nel mondo degli smartphone"?? Veramente linux già domina nel mondo degli smartphone, sotto forma di android. E sono in arrivo firefox os, sailfish, forse tizen.
Khronos23 Agosto 2013, 14:08 #2
Ubuntu ha fallito le sue speranze di gloria quando ha creato Unity. quindi tutto ciò che la riguarda, cade in pezzi.
polkaris23 Agosto 2013, 14:12 #3
Ma perché uno smartphone dovrebbe somigliare a un desktop? Ogni dispositivo dovrebbe saper fare bene i suo mestiere, senza strafare. Che senso ha un dual-boot su un cellulare? La maggior parte dei possessori di smartphone non sanno nemmeno cos'è un dual boot...
dave4mame23 Agosto 2013, 14:17 #4
Originariamente inviato da: polkaris
Ma perché uno smartphone dovrebbe somigliare a un desktop? Ogni dispositivo dovrebbe saper fare bene i suo mestiere, senza strafare. Che senso ha un dual-boot su un cellulare? La maggior parte dei possessori di smartphone non sanno nemmeno cos'è un dual boot...


ragionando sempre così, a quest'ora gli smartphone non leggerebbero gli mp3, non scatterebbero foto, non darebbero indicazioni stradali.
gpat23 Agosto 2013, 14:33 #5
Io ancora sogno un aggeggio di questi con Atom, Android e Windows 8 che gira in VM, dockabile e convergente. Sarebbe uno spettacolo.
alexdal23 Agosto 2013, 15:08 #6
Di solito gli amanti di Linux sono piu' i supersmanettoni, i pirati, i nerds, i hackes... tutte categorie che non spendono soldi. Non pagano software e cercano hardware a basso prezzo. Non penso che era facile trovare tanta gente che da 1000 euro a testa per un telefono che comunque non avrebbe fatto cose cosi eclatanti.

Viceversa se gli amanti di Linux fossero piu' sensibili avrebbero dovuto pagare per un sistema operativo da usare per esempio con un galaxy.

Ossia Indiegogo doveva sviluppare un pacchetto software da rivendere agli smanettoni.

Ma questi smanettoni avrebbero usato versioni pirata, mica avrebbero speso cento euro!!!
ulk23 Agosto 2013, 15:20 #7
L'idea di base era buona, forse se si puntava su Android era meglio, visto che è basata su un kernel linux.
JackZR23 Agosto 2013, 15:24 #8

Mal organizzati

Ce la potevano fare, dovevano abbassare l'obiettivo (secondo me esagerato) ed allungare il periodo di raccolta fondi, senza contare l'aiuto che poteva venire dai vari partner commerciali.

Cmq poco male, tanto non ci vorrà molto prima che qualche produttore sforni uno smartphone Intel con Windows 8.
ziozetti23 Agosto 2013, 15:27 #9
Originariamente inviato da: alexdal
Di solito gli amanti di Linux sono piu' i supersmanettoni, i pirati, i nerds, i hackes... tutte categorie che non spendono soldi. Non pagano software e cercano hardware a basso prezzo. Non penso che era facile trovare tanta gente che da 1000 euro a testa per un telefono che comunque non avrebbe fatto cose cosi eclatanti.

Viceversa se gli amanti di Linux fossero piu' sensibili avrebbero dovuto pagare per un sistema operativo da usare per esempio con un galaxy.

Ossia Indiegogo doveva sviluppare un pacchetto software da rivendere agli smanettoni.

Ma questi smanettoni avrebbero usato versioni pirata, mica avrebbero speso cento euro!!!

In realtà i maggiori pirati sono esattamente gli utenti del mondo Windows, visto il numero di copie pirata di Windows, Office, Photosop e Autocad presenti sui pc.
Hai cercato il flame, e hai pure fallito.
Raghnar-The coWolf-23 Agosto 2013, 15:35 #10
Originariamente inviato da: polkaris
Ma perché uno smartphone dovrebbe somigliare a un desktop? Ogni dispositivo dovrebbe saper fare bene i suo mestiere, senza strafare. Che senso ha un dual-boot su un cellulare? La maggior parte dei possessori di smartphone non sanno nemmeno cos'è un dual boot...


Non e' che somiglia ad un desktop. Era uno smartphone che si [I][U]trasforma[/U][/I] in desktop.

D'altronde la potenza e' piu' che sufficiente, e trovo assurdo avere 2/4/8 Core e potenza misurata in GFlops e non avere la possibilita' di attaccarci una dock con schermo e tastiera e farci girare linux.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^