Tirata d'orecchi di Antitrust e Agcom agli operatori

Tirata d'orecchi di Antitrust e Agcom agli operatori

L'Antitrust e l'Agcom hanno presentato un comunicato stampa in cui auspicano prezzi più equi per SMS e connettività mobile e in cui evidenziano importanti problematiche

di pubblicata il , alle 10:32 nel canale Telefonia
 

L'antitrust e l'Agcom hanno pubblicato un comunicato stampa congiunto che fa il punto della situazione di SMS e connettività internet in mobilità, nel quale invitano gli operatori a dare informazioni più chiare e trasparenti ai consumatori. L'indagine delle due autorità ha sottolineato come l’insieme dei servizi offerti dagli operatori (invio di Sms, di Mms e di dati in mobilità) fatturi ben 4 miliardi di euro l'anno, di cui solo 2 milardi dagli SMS.

Facendo dei calcoli sulla base delle offerte a pacchetto degli operatori è emerso che "il 75% dei messaggini inviati viene pagato mediamente 1 centesimo di euro ma il restante 25% costa alla maggioranza degli utenti (il 62%) 15 cent, a fronte degli 11 cent fissati per gli Sms internazionali a livello europeo". Secondo il parere di Antitrust e Agcom ci sono quindi le condizioni per una riduzione dei prezzi degli SMS sia al dettaglio sia all'ingrosso "anche alla luce del Regolamento comunitario in base al quale, dal prossimo 1 luglio, gli Sms internazionali costeranno al massimo 11 centesimi per i consumatori e 4 centesimi per gli operatori virtuali".

Nel mirino delle due Autorità ci sono da tempo i servizi cosiddetti premium, quali loghi e suonerie: in questo caso le problematiche sono legate alla mancanza di "procedure che garantiscano la trasparenza dei contratti e soprattutto la consapevolezza del contratto stesso, spesso sottoscritto senza una reale volontà del consumatore". A valle del contratto, poi, il consumatore fatica a trovare procedure di disattivazione chiare e semplici.

L'indagine ha messo in evidenza problematiche legate anche all'accesso a internet in mobilità: "gli utenti hanno infatti difficoltà nell’orientarsi tra le offerte disponibili e nell’ottenere indicazioni attendibili, oltre che sul prezzo, sulla velocità e la qualità della connessione ad internet. Altrettanto difficile, come dimostra il fenomeno delle ‘bollette pazze’, è controllare la spesa. Per questo le due Autorità propongono che vengano previste soglie automatiche di blocco della spesa per il traffico dati, salvo rinuncia espressa dell’utente, in linea con il nuovo Regolamento sul roaming internazionale, che introduce un meccanismo di blocco quando la bolletta raggiunge 50 euro, o un’altra soglia più elevata a scelta del consumatore". Fermo anche il parere in merito ai quei meccanismi che legano il cliente a un operatore per lunghi periodi di tempo: "Ugualmente vanno rimossi i vincoli penalizzanti al recesso da parte del cliente, spesso bloccato alle condizioni contrattuali sottoscritte per periodi assai lunghi (anche due anni)".

Sono indicazioni certamente pienamente condivisibili, ci si attende ora un comportamento proattivo da parte degli operatori, senza che per far rispettare le indicazioni e i regolamenti le Autorità siano costrette per forza ad usare la leva delle sanzioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

20 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JoJo13 Maggio 2009, 10:41 #1
"senza che per far rispettare le indicazioni e i regolamenti le Autorità siano costrette per forza ad usare la leva delle sanzioni."

Manca la parole INUTLI tra "delle" e "sanzioni" poichè, spesso, le sanzioni commisurate sono ridicole (si parla di poche decine di mila €uro) e, quando invece sono valide, vengono puntalmente annullate dal TAR del Lazio previo ricorso. Il solito troiaio insomma.
GByTe8713 Maggio 2009, 10:51 #3
Tirata d'orecchi? Ma una bella multa pari all'incasso derivato da tali tariffe truffaldine no?

Ps... non dovrebbe essere "d'orecchie"?
Roberto Colombo13 Maggio 2009, 10:55 #4
Tratto da http://www.garzantilinguistica.it/dubbi_ita.html

In riferimento all'organo dell'udito, al singolare è più comune la forma maschile orecchio, mentre al plurale si usano indifferentemente quella maschile (gli orecchi) e quella femminile (le orecchie).
Neo81Na13 Maggio 2009, 11:48 #5
azz tirata di orecchi??? ma xkè un sonoro calcio in culo e flaggellazione publica con spruzzata di sale e limone tra una sferzata e l'altra no?
sembra la ramanzina che si fa ai bambini del tipo...
ah... piccolo golosone... non mangiare cosi in fretta soldi ai cittadini... altrimenti mamma si arrabbia... mangia poco alla volta.. caaaattivone!!!


boh!
Neo81Na13 Maggio 2009, 12:01 #6
ma tanto la questione si risolve con la solita multa annulalta dal tar e gli operatori continueranno ad offrire
- 6 forme di contratto di connessione mobile a 7 mega dove al massimo arrivi ad 1 mega, tarrife a tempo con scatto minimo di mezz'ora con connessione che cade ogni 10 minuti,
- vincoli di 2 anni sulle schede dove paghi una penale di 400 euro se vuoi cambiare semplicemente piano tariffario che ne so da ricaricabile ad abbonamento 3 mesi prima della scadenza,
- blocchi e limitazioni sui cellulari per fare in modo che le persone non risparmino soldi scambiandosi i dati..
- Prezzi non chiari intitolati da tarrife tutto compreso con minuscola riga in baso che ti fa capire che l'unica cosa compresa e che lo devi prendere nel c....
- Lo stato che giustamente dice ma come questi mangiano e noi no... e ti chiedono la tassa governativa per il diritto alla parcondice... che detta se loro hanno il diritto di incu...rti dobbiamo darti due botte pure noi... cosi anche la rai poi dice aspetta sui cellulari puoi guardare la tv allora dovete pagare il canone.. e cosi tutti ti fanno la festa allegramente

Viva l'italia!!!!!

Kanon13 Maggio 2009, 12:10 #7
Prima le multe fasulle, poi le tirate d'orecchi...
Il prossimo passo saranno le congratulazioni.
cignox113 Maggio 2009, 12:45 #8
Il 75% viene pagato 1 centesimo? Io sono uno di quelli che non ha ne voglia ne tempo di passare le giornate ad informarsi riguardo le varie promozioni (christmas card, summer card e varie) anche perche', promozione o no, di sicuro non spedisco 100 sms al giorno per un mese, quindi alla fin fine non mi conviene poi tanto attivarle.
Da quel che vedo, poi sbaglio magari, le promozioni su cui tanto insistono gli operatori per giustificarsi non ti fanno risparmiare una cippa, semplicemente ti spingono a inviare 10x i messaggi che avresti inviato normalmente.
Io NON voglio inviare piu' messaggi, ma spendere meno per quelli che mi servono!
ioanmocanu13 Maggio 2009, 13:45 #9

multa come la UE ad Intel no?


Tirata d'orecchi? Ma una bella multa pari all'incasso derivato da tali tariffe truffaldine no?

Ps... non dovrebbe essere "d'orecchie"?
ioanmocanu13 Maggio 2009, 13:47 #10

multa come la UE ad Intel no?


Tirata d'orecchi? Ma una bella multa pari all'incasso derivato da tali tariffe truffaldine no?

Ps... non dovrebbe essere "d'orecchie"?


io direi che una belle multa di un miliardo di non farebbe male alle compagnie telefoniche. Cosi li disincentiva a fare dei scherzi con le tasche dei concumatori...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^