Svelata la roadmap dei nuovi processori Qualcomm Snapdragon a 64 bit

Svelata la roadmap dei nuovi processori Qualcomm Snapdragon a 64 bit

Nel corso di queste ultime ore è stata diffusa online una foto nella quale sembrano essere riportate le tempistiche di lancio dei nuovi SoC del produttore americano

di pubblicata il , alle 16:37 nel canale Telefonia
SnapdragonQualcomm
 

Secondo le indiscrezioni diffuse in queste ore sembra che il colosso nord- americano Qualcomm non voglia perdere tempo e abbia in programma per il prossimo futuro una roadmap davvero molto fitta di annunci, o almeno questo è quello che mostra una foto postata sul social network cinese Weibo.

L'immagine in questione mostra proprio una infografica di quelle che dovrebbero essere le tempistiche di annuncio e rilascio di alcuni nuovi chip della serie Snapdragon.

Da quanto si evince dalla foto sembra che il produttore non lascerà per molto da solo il proprio Snapdragon 600 e potrebbe quindi presto annunciare Snapdragon 610 e 615, entrambi costruiti con tecnologia a 28nm e dotati di scheda grafica integrata Adreno 405. La differenza dei due starà probabilmente nel numero dei core, 4 per quanto riguarda Snapdragon 610 e 8 se invece parliamo di Snpdragon 615. Entrambe le soluzioni saranno chipset a 64-bit.

Anche Snapdragon 800, diventato 801 e successivamente 805, riceverà nei prossimi mesi un aggiornamento e anche in questo caso si trattera di un SoC a 64-bit. Stiamo parlando del secondo trimestre del prossimo anno per quanto riguarda i tempi di rilascio e i due nuovi prodotti prenderanno il nome di Snapdragon 810 e 808. In questo caso Snapdragon 810 sarà la soluzione più performante delle due con 8 core logici e un GPU Adreno 430. Snapdragon 808 si difenderà comunque bene ma dovrebbe vedere il numero dei propri core ridotto da 8 a 6 e una GPU leggermente meno potente, ovvero una Adreno 418.

Ammesso che questa roadmap venga confermata e rispettata le prime soluzioni Android a 64-bit equipaggiate con processore Snapdragon 610 o 615 saranno probabilmente messe in commercio nel corso dei primi due trimestri del prossimo 2015. I più interessanti Snapdragon 810 e 808 compariranno invece a bordo dei primi smartphone a partire dalla seconda metà dello stesso anno.

Le informazioni riguardo alle caratteristiche tecniche dei nuovi processori non sono una novità e trovate maggiori dettagli nelle pagine ufficiali del sito del produttore. Resta quindi solo da capire se saranno realmente quelli indicati nelle immagini qui sopra i tempi legati al loro lancio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13520 Agosto 2014, 17:34 #1
mabbasta con questi 28nm , di forni potenti ne abbiamo gia abbastanza
PsychoWood20 Agosto 2014, 18:01 #2
Snapdragon 810 sarà la soluzione più performante delle due con 8 core logici e un GPU Adreno 430


Quindi sarebbe un quad core "fisico" con l'equivalente dell'HyperThreading di Intel?
DKDIB20 Agosto 2014, 18:15 #3
In pratica i primi Android a 64 bit di fascia alta si vedranno fra Settembre 2015 e la Primavera 2016.

Mi domando cosa s'inventeranno i produttori di smartphone, per i modelli in uscita ad inizio 2015: avranno tutti degli Snapdragon 805 (od equivalenti), quindi delle versioni overclockate degli attuali 801... e poi?
Samsung s'è già giocata la carta dei mille-mila sensori, senza per altro un gran riscontro da parte del pubblico. Magari avremo display da 5.5'' (waoh...), LTE+ ed un randoppio della memoria interna (questa, invece, sarebbe una novità gradita).

La verità è che stanno raschiando il fondo: negli ultimi 3 anni, trovo che le migliori innovazioni degli smartphone siano arrivate dal software, più che dall'hardware.
In pratica, un top di gamma di 3 anni fa (dual-core con 1 GB di RAM) con una Cyano 11 è nettamente più usabile rispetto allo stesso smartphone con le ROM dell'epoca, inoltre non perde poi così tanto, rispetto ad un prodotto moderno.
DKDIB20 Agosto 2014, 18:23 #4
[color=red]PsychoWood wrote:[/color]
> Quindi sarebbe un quad core "fisico" con l'equivalente dell'HyperThreading di
> Intel?

Credo che sia stata scritta male la news.

Gli octa-core di MediaTek (per altro già usciti da tempo) per un po' di tempo dovrebbero restare gli unici ARM consumer con 8 core "veri", mentre Samsung e Qualcomm faranno uscire dei big.LITTLE (come avvenne per i primi quad-core).
Si tratta quindi di core fisici, però non tutti sullo stesso livello: 4 core saranno analoghi a quelli dei quad-core attuali (ma con un clock inferiore, almeno inizialmente), mentre gli altri 4 saranno meno complessi.
winebar20 Agosto 2014, 21:14 #5
Originariamente inviato da: al135
mabbasta con questi 28nm , di forni potenti ne abbiamo gia abbastanza


E cosa dovrebbero usare dato che i 20nm pare che se li magni tutti Apple almeno per un annetto buono?

Poi bisogna vedere, spero proprio che TSMC abbia sviluppato ulteriormente i propri 28 nm per ridurre il leakage (e quindi aumentare le prestazioni o ridurre i consumi) e che anche i produttori abbiano aumentato l'efficenza del progetto...

Certo, non sarà come passare ad un nuovo PP, ma non è necessariamente un male, soprattutto considerando che ci si sta avvicinando al limite del silicio relativamente in frettam quindi aumentare oggi l'efficenza del chip perchè si è costretti ci viene incontro un domani (anche perchè i chip ARM stanno per raggiungere le frequenze tipiche dei proci desktop odierni e oltre i 3,7/3,8 difficilmente saliranno perchè il leakage diventa difficilmente gestibile senza processi SOI e i consumi aumentano più dei benefici).
winebar20 Agosto 2014, 21:19 #6
Originariamente inviato da: PsychoWood
Quindi sarebbe un quad core "fisico" con l'equivalente dell'HyperThreading di Intel?


No per il momento non si sente l'esigenza di una cosa del genere sui processori ARM (ma una soluzione simile prima o poi arriverà.

Sono 8 core fisici, di cui 4 ad alte prestazioni per i compiti più complessi (web browsing, gaming ecc) e 4 a basse prestazioni per i compiti meno complessi (accelerazione della UI e uso di app di base, tipo Google+). Teoricamente così doveva funzionare ma, sicuramente dopo pressioni dei vari licenziatari, ARM ha presentato la possibilità di usarli tutti insieme (roba inutile).
Detta in soldoni, equivale alla CPU del One Plus One E quella del Motorola Moto G nello stesso die ma a 64 bit.
BoORDeL21 Agosto 2014, 08:40 #7
Originariamente inviato da: al135
mabbasta con questi 28nm , di forni potenti ne abbiamo gia abbastanza

Originariamente inviato da: winebar
E cosa dovrebbero usare dato che i 20nm pare che se li magni tutti Apple almeno per un annetto buono?

Poi bisogna vedere, spero proprio che TSMC abbia sviluppato ulteriormente i propri 28 nm per ridurre il leakage (e quindi aumentare le prestazioni o ridurre i consumi) e che anche i produttori abbiano aumentato l'efficenza del progetto...

Certo, non sarà come passare ad un nuovo PP, ma non è necessariamente un male, soprattutto considerando che ci si sta avvicinando al limite del silicio relativamente in frettam quindi aumentare oggi l'efficenza del chip perchè si è costretti ci viene incontro un domani (anche perchè i chip ARM stanno per raggiungere le frequenze tipiche dei proci desktop odierni e oltre i 3,7/3,8 difficilmente saliranno perchè il leakage diventa difficilmente gestibile senza processi SOI e i consumi aumentano più dei benefici).

SNAPDRAGON 808/810 avranno un processo produttivo a 20nm.
Fonte: http://www.anandtech.com/show/7925/...support-in-2015

Originariamente inviato da: PsychoWood
Quindi sarebbe un quad core "fisico" con l'equivalente dell'HyperThreading di Intel?

No semplicemente sfrutta la tecnologia big.LITTLE: 4 core a basso consumo/performance e 4 core ad alto consumo/performance.
Inoltre nel caso dei suddetti dovrebbero utilizzare anche la tecnologia HMP (heterogeneous multi processing) in cui il SOC puo accendere e spegnere singole CPU a piacimento.
calabar21 Agosto 2014, 09:30 #8
Comunque sembra molto interessante lo Snapdragon 610.
4 core a basso consumo che probabilmente avranno un significativo aumento di prestazioni rispetto agli A7, 64 bit (vedi mai che in futuro servano davvero), WiFi AC, decoder H265, LTE (anche se cat4)...

Secondo me ha ottime possibilità di essere un perfetto SOC mainstream capace di soddisfare le esigenze di chiunque.
Mi preoccupa un po' solo il processo produttivo, perchè immagino che non passerà molto tempo prima che ne esca una revisione a 20nm con consumi ancora minori.

Vorrei capire piuttosto se NFC è intregrato (e se lo è in tutti i SOC) e cosa si intenda per "new ways to interact"... forse dei DSP integrati come il Moto X?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^