Substitute Phone: ecco lo smartphone ''finto'' per chi non può fare a meno dello scrolling

Substitute Phone: ecco lo smartphone ''finto'' per chi non può fare a meno dello scrolling

Non è un vero smartphone ma solamente un gadget capace di sostituire lo smartphone vero e proprio per chi non se ne può separare mai. La nomofobia è l'ansia da separazione del device mobile e questo accessorio sembra mitigarla.

di pubblicata il , alle 15:01 nel canale Telefonia
 

La nomofobia è un termine "coniato" recentemente e che deriva dal mondo anglosassone. Distingue la paura incontrollata di chi rimane senza connessione con la rete di telefonia mobile. Il termine, formato con il suffisso -fobia e con un prefisso inglese no-mobile, è stato creato in occasione di uno studio commissionato a YouGov, un qualificato ente britannico di ricerca, da un responsabile del settore della telefonia.

Lo studio ha rivelato che il 53% degli utenti in Gran Bretagna non possono fare a meno di usare lo smartphone ed anzi mostrano addirittura uno stato ansioso se perdono il cellulare, esauriscono la batteria o non hanno copertura di rete. Il designer australiano, Klemens Schillinger, ha dunque realizzato il Substitute Phone ossia il "sostituto" dello smartphone.

Parliamo di un oggetto, un gadget, un piccolo rettangolo nero che potrà prendere in mano colui che ha il bisogno compulsivo di "scrollare" continuamente con il dito proprio come fa quando ha in mano un device mobile per controllare i messaggi, i nuovi post su Facebook o per navigare in internet. Il designer ha deciso di creare cinque tipologie di Substitute Phone dove ha posto in essere cinque palline per ogni facsimile in posizione differente in base alle azioni che solitamente gli utenti realizzano sullo smartphone vero e proprio.

Molti studi hanno confermato come la problematica da distacco da smartphone sia reale e fortemente in estensione nelle persone che usano il telefono molto spesso durante la giornata. E' un incontrollabile ansia di rimanere distaccati dalla realtà "digitale" che fa parte ormai della nostra vita e se allontanata può causare problematiche importanti a livello psicologico proprio come se venisse meno un familiare o un aspetto fondamentale della vita terrena.

L'idea del Substitute Phone, spiega il designer Schillinger, è venuta guardando un documentario dello scrittore italiano Umberto Eco il quale cercava di smettere di fumare la pipa sostituendola con un semplice bastone di legno. Una stimolazione fisica, ha detto il designer, che ha voluto replicare anche nel mondo degli smartphone per risolvere proprio la nomofobia.

Ecco che sono nati i facsimili di smartphone realizzati con poliossimetilene ossia una resina nera ricavata per estrusione pesante e dunque capace anche di replicare il peso dello smartphone con l'aggiunta delle palline in pietra naturale denominata Howlith. E' un progetto che il designer vuole portare avanti per mitigare o scoraggiare gli utenti ad usare assiduamente lo smartphone cercando di ridurre i casi di dipendenza.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
canislupus28 Novembre 2017, 15:31 #1
Lo studio ha rivelato che il 53% degli utenti in Gran Bretagna non possono fare a meno di usare lo smartphone...


Se stanno così le cose, allora abbiamo un serio problema.
Sono percentuali veramente folli e assurde.
Soprattutto perchè ciò significa non riuscire mai a scollegarsi dalla realtà virtuale e vivere il mondo che ti circonda.
+Benito+28 Novembre 2017, 16:26 #2
"fare a meno" nel senso che muoiono? Non credo. Quasi nessuno nel mondo occidentale può "fare a meno" dello smartphone. Non ci trovo niente di strano, è uno strumento comodo. Una volta quasi nessuno poteva fare a meno del cavallo, o del carro, o della bicicletta. Oggetti funzionali allo scopo.

Lo scopo dello smartphone devo ancora capirlo completamente.
canislupus28 Novembre 2017, 16:40 #3
"fare a meno" nel senso che muoiono? Non credo. Quasi nessuno nel mondo occidentale può "fare a meno" dello smartphone. Non ci trovo niente di strano, è uno strumento comodo. Una volta quasi nessuno poteva fare a meno del cavallo, o del carro, o della bicicletta. Oggetti funzionali allo scopo.

Lo scopo dello smartphone devo ancora capirlo completamente.


Qui si parla che hanno dei problemi a livello mentale se non hanno il cellulare collegato ad internet.
Siamo a livello di malattia come se fosse una droga della quale non si può fare a meno.
E' questo che è veramente allucinante e sconvolgente.
D4N!3L328 Novembre 2017, 16:40 #4
Originariamente inviato da: +Benito+
"fare a meno" nel senso che muoiono? Non credo. Quasi nessuno nel mondo occidentale può "fare a meno" dello smartphone. Non ci trovo niente di strano, è uno strumento comodo. Una volta quasi nessuno poteva fare a meno del cavallo, o del carro, o della bicicletta. Oggetti funzionali allo scopo.

Lo scopo dello smartphone devo ancora capirlo completamente.


Nell'articolo si parla di "non poterne fare a meno" nel senso di aver bisogno di rettangoli con le palline per non farti sbarellare. Non ci trovi niente di strano?
Mparlav28 Novembre 2017, 17:27 #5
Originariamente inviato da: +Benito+
"fare a meno" nel senso che muoiono? Non credo. Quasi nessuno nel mondo occidentale può "fare a meno" dello smartphone. Non ci trovo niente di strano, è uno strumento comodo. Una volta quasi nessuno poteva fare a meno del cavallo, o del carro, o della bicicletta. Oggetti funzionali allo scopo.

Lo scopo dello smartphone devo ancora capirlo completamente.


Se togli le sigarette ad un fumatore o l'alcool ad un alcolista, per un tempo prolungato, non muoiono, ma gli procuri un certo nervosismo e stato d'ansia.
Stessa cosa per la nomofobia.

Dopo quanto tempo cessa quello stato di nervosismo ed ansia?

Per le dipendenze ogni caso fa' storia a sè, non è solo un fatto fisico, ma soprattutto mentale: c'è chi dopo una settimana risolve il problema, c'è chi necessita di controllo a vista per molto tempo, per evitare gesti estremi.
kamon28 Novembre 2017, 19:16 #6
Originariamente inviato da: canislupus
Se stanno così le cose, allora abbiamo un serio problema.
Sono percentuali veramente folli e assurde.


E pensa che immaginavo cifre anche superiori... Basta fare una piccola prova per rendersene conto, guardate gli spalti di un evento pubblico come una partita di calcio, durante la pausa... Cercate di trovare due persone di fila che non abbiano lo smartphone in mano se ci riuscite...

Originariamente inviato da: +Benito+
"fare a meno" nel senso che muoiono? Non credo. Quasi nessuno nel mondo occidentale può "fare a meno" dello smartphone. Non ci trovo niente di strano, è uno strumento comodo. Una volta quasi nessuno poteva fare a meno del cavallo, o del carro, o della bicicletta. Oggetti funzionali allo scopo.

Lo scopo dello smartphone devo ancora capirlo completamente.

Ma come... Prima dici che è un'oggetto comodo e non ci trovi niente di strano al fatto che la gente non ne faccia a meno, e appena sotto dici che non ne capisci il senso?
Comunque ci si riferisce all'ansia di rimanere senza social, messaggistica ecc e alla dipendenza psicologica che può dare, non al fatto che sia uno strumento ovviamente utilissimo cui la gente non vuole più rinunciare...
Per dire, la macchina la usi tutti i giorni e ti complica la vita quando si rompe, ma non senti l'ansia di non avere il volante in mano, come un tossico in astinenza.
skadex28 Novembre 2017, 20:08 #7
Originariamente inviato da: kamon
E pensa che immaginavo cifre anche superiori... Basta fare una piccola prova per rendersene conto, guardate gli spalti di un evento pubblico come una partita di calcio, durante la pausa... Cercate di trovare due persone di fila che non abbiano lo smartphone in mano se ci riuscite...


Direi che la prova più drammatica in tal senso sia vedere quante persone alla guida continuano a guardare lo smartphone invece di vedere la strada.
Fa veramente paura e ormai sono davvero in molti.
Alekx29 Novembre 2017, 08:57 #8
Ora penso di aver visto tutto nella vita.......
Mursey29 Novembre 2017, 08:58 #9
A me la cosa non stupisce per niente.
Io non ho uno smartphone e quindi sono ancora immune da queste cose, posso perfino stare settimane senza connessione internet.

Quanti di voi possono farlo ?
Riflettete su questo.
kiprio29 Novembre 2017, 09:02 #10
Di persone che vanno in crisi per poco, ci sono sempre state. Lo studio credo voglia avvertirci che ci sono possibilità di un aumento di persone affezionate in modo esagerato, ma può essere per qualsiasi oggetto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^