Stop a vendite e produzione di Galaxy Note 7: la posizione di Samsung Italia

Stop a vendite e produzione di Galaxy Note 7: la posizione di Samsung Italia

La filiale italiana di Samsung Electronics conferma lo stop a produzione e vendite del proprio smartphone top di gamma, delineando la procedura operativa di supporto ai clienti

di pubblicata il , alle 06:25 nel canale Telefonia
SamsungGalaxyNote
 

Samsung conferma lo stop definitivo a produzione e commercializzazione di Galaxy Note 7 con un comunicato stampa ufficiale proveniente dalla propria filiale italiana. Lo smartphone non verrà più venduto, mentre chi è in possesso di un suo sample è invitato a spegnerlo e a riconsegnarlo presso il punto vendita nel quale è stato acquistato.

Interessante scoprire come in Italia Samsung non abbia mai dato il via ufficiale alle vendite, se non attraverso una fase iniziale di pre-ordine per circa 4.000 pezzi dei quali circa la metà sono stati consegnati. Per questi clienti Samsung Electronics Italia ha messo a disposizione alcuni servizi tra cui: servizio di ritiro del prodotto, servizio di assistenza dedicato al numero verde 800 025 520 e un sito dedicato.

samsung_galaxy_note_7_side.jpg

A tutti i consumatori che hanno effettuato il pre-ordine, Samsung Electronics Italia garantisce il rimborso totale e immediato dell’importo versato. Sempre a questi consumatori verranno inoltre spediti, subito dopo la restituzione del Galaxy Note7, i premi promessi in fase di pre-ordine.

A seguire il comunicato stampa reso disponibile da Samsung Italia.

Milano, 11 ottobre 2016

A tutela della sicurezza dei consumatori, che è da sempre la priorità di Samsung ed elemento fondante del suo impegno, per garantire i più alti standard di affidabilità e qualità, l’azienda ha deciso di interrompere la vendita e la produzione del Galaxy Note7 e il programma di sostituzione di questi dispositivi, invitando i consumatori a spegnere i Galaxy Note7 in proprio possesso e riconsegnarlo al punto vendita presso il quale è stato acquistato.

A livello internazionale, stiamo lavorando con organismi di regolamentazione competenti per investigare i casi recentemente segnalati che coinvolgono esclusivamente il modello Galaxy Note7.
Poiché la sicurezza dei consumatori rimane la nostra massima priorità, Samsung ha chiesto a livello globale a tutti gli operatori telefonici e ai distributori partner, di interrompere le vendite e le sostituzioni dei Galaxy Note7.

Relativamente al mercato italiano, il prodotto non è mai stato ufficialmente messo in commercio, se non attraverso una prima fase di pre-ordine di circa 4.000 unità, di cui consegnate meno della metà. Per agevolare il processo di ritiro del Galaxy Note7, Samsung Electronics Italia ha messo a disposizione alcuni servizi tra cui: servizio di ritiro del prodotto, servizio di assistenza dedicato al numero verde 800 025 520, sito dedicato http://www.samsung.com/it/note7exchange/.

A tutti i consumatori, che hanno effettuato il pre-ordine, Samsung Electronics Italia garantisce il rimborso totale e immediato dell’importo versato. Sempre a questi consumatori, verranno inoltre spediti subito dopo la restituzione del Galaxy Note7, i premi promessi in fase di pre-ordine.

“Siamo un leader tecnologico responsabile e fortemente impegnato nel far sentire i nostri clienti in ogni istante sicuri, entusiasti e ispirati, mantenendo alta l’eccellenza dei nostri prodotti. Vogliamo dimostrare di essere concretamente vicini ai nostri consumatori italiani e per questo stiamo lavorando ad un programma dedicato per ringraziarli della fiducia che ci stanno dimostrando”, afferma Carlo Barlocco Presidente di Samsung Electronics Italia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

57 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
madama12 Ottobre 2016, 07:02 #1
Sad day. (Utente Apple).
gnappoman12 Ottobre 2016, 08:26 #2
Carlo Farlocco
gabrybody12 Ottobre 2016, 08:39 #3
Ribadisco il mio concetto: samsung ti sta bene...cosi impari a fare le batterie integrate saldate...che in pratica impongono la sostituzione del cellulare dopo pochi mesi-anni ...spero serva di lezione, con 10 euro si sostituisce la batteria, le aziende invece puntano a fare una politica peggio di quella delle stampanti!
Simonex8412 Ottobre 2016, 08:45 #4
Originariamente inviato da: gabrybody
Ribadisco il mio concetto: samsung ti sta bene...cosi impari a fare le batterie integrate saldate...che in pratica impongono la sostituzione del cellulare dopo pochi mesi-anni ...spero serva di lezione, con 10 euro si sostituisce la batteria, le aziende invece puntano a fare una politica peggio di quella delle stampanti!


Tu si che hai capito tutto

Il problema non riguarda solo la batteria, infatti prendono fuoco anche quelli "sicuri", averla sostituibile non avrebbe salvato il Note 7.
ProvConf12 Ottobre 2016, 08:48 #5
Originariamente inviato da: gabrybody
Ribadisco il mio concetto: samsung ti sta bene...cosi impari a fare le batterie integrate saldate...che in pratica impongono la sostituzione del cellulare dopo pochi mesi-anni ...spero serva di lezione, con 10 euro si sostituisce la batteria, le aziende invece puntano a fare una politica peggio di quella delle stampanti!


E di nuovo....
La batteria non centra nulla e non è neppure saldata ma perfettamente sostituibile.

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Quindi non viene imposto nulla!
A meno di difetti conclamati non durano certo mesi, ma almeno quanto la vita media del dispositivo stesso.
Il problema di Samsung non sono le batterie ma probabilmente ben altro...se fosse stata la batteria il problema, avrebbero messo in piedi una linea di supporto con personale addestrato e le avrebbero sostituite a tutti con una campagna di richiamo.
Cosa che porterebbe via 5 minuti a terminale e avrebbe costi infinitamente più bassi da quelli sostenuti per togliere completamente dal mercato milioni di dispositivi già pronti per essere venduti.
HwWizzard12 Ottobre 2016, 09:03 #6
Beh a questo punto meglio toglierlo e rimborsare tutti. Oramai lo sputtanamento è irreparabile. Ho preso un paio di voli nelle ultime settimane e quelli che hanno il Note 7 sono trattati come appestati, 3 richiami prima del decollo sul fatto che il terminale deve essere spento....
Per fortuna che una cosa del genere è capitata a Samsung e non a un produttore minore, almeno l'utenza verrà rimborsata in toto.
Purtroppo sono cose che accadono (si lo so non dovrebbero) l'importante è prenderne atto per tempo.
demon7712 Ottobre 2016, 09:06 #7
Che scoppola.. figura de m. epocale.

La posizione di Samsung? A pecora. Non vedo come potrebbe essere altrimenti
ProvConf12 Ottobre 2016, 09:07 #8
Originariamente inviato da: HwWizzard
Beh a questo punto meglio toglierlo e rimborsare tutti. Oramai lo sputtanamento è irreparabile. Ho preso un paio di voli nelle ultime settimane e quelli che hanno il Note 7 sono trattati come appestati, 3 richiami prima del decollo sul fatto che il terminale deve essere spento....
Per fortuna che una cosa del genere è capitata a Samsung e non a un produttore minore, almeno l'utenza verrà rimborsata in toto.
Purtroppo sono cose che accadono (si lo so non dovrebbero) l'importante è prenderne atto per tempo.



Quoto e aggiungo: importante anche che quando succede dietro ci sia una azienda seria che risponde.
Ma questo, logicamente rientra nei costi di quello che acquisti.
emanuele66612 Ottobre 2016, 09:10 #9
Stop, dimentica (cit.)
Cloud7612 Ottobre 2016, 10:39 #10
Originariamente inviato da: ProvConf
E di nuovo....
La batteria non centra nulla e non è neppure saldata ma perfettamente sostituibile.
...
Cosa che porterebbe via 5 minuti a terminale e avrebbe costi infinitamente più bassi da quelli sostenuti per togliere completamente dal mercato milioni di dispositivi già pronti per essere venduti.


Che sia perfettamente sostituibile sì, ma che sia anche facilmente sostituibile o che richieda 5 minuti (anche ad un tecnico) no.
Non darei tutti i torti a quell'utente sopra che si lamentava, esulando un attimo dal contesto esplosioni.
In fin dei conti su Ifixit questo prodotto ha preso un punteggio quasi pessimo, solo 4 su 10.
https://it.ifixit.com/Teardown/Sams...+Teardown/66389
Per sostituire la batteria devi staccare la cover posteriore che è incollata, svitare un po' di viti, staccare un paio di altri pezzi e finalmente arrivi alla batteria, insomma devi smontare mezzo telefono.
In più:
https://it.ifixit.com/Answers/View/...ery+replacement
Per ripristinare la certificazione IP68 devi ovviamente reincollare la cover con prodotti specifici.
Quindi, è sicuramente possibile sostituire la batteria ma:
è facile? NO
è alla portata di un utente qualsiasi? NO
è una operazione sicura e veloce? NO
costa poco? NO
per dire... non facciamola passare come la classica procedura "apri la cover, togli la vecchia batteria e metti la nuova".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^