SOS Italia: ecco l'applicazione per monitorare i ''positivi'' dal Coronavirus. Come funziona

SOS Italia: ecco l'applicazione per monitorare i ''positivi'' dal Coronavirus. Come funziona

Tenere traccia dei contagi da Coronavirus in Italia. Questa è la volontà dell'applicazione SOS Italia che nei prossimi giorni potrebbe essere messa in campo dalle istituzioni per tenere traccia di tutti i ''positivi'' al virus. Ecco come funziona.

di pubblicata il , alle 13:41 nel canale Telefonia
AndroidiOS
 

L'impiego della tecnologia può permettere di aiutare le istituzioni italiane a tenere traccia dei positivi al Coronavirus. Come? Tramite l'utilizzo di un'applicazione da smartphone o tablet che, stando attenta alla privacy di chi la utilizza, permette di informare a distanza le autorità sanitarie ma soprattutto permette anche di tenere traccia dell'evoluzione dell'epidemia grazie al tracciamento della popolazione positiva al virus.

SOS Italia: come funziona l'app contro il Coronavirus

SOS Italia, questo il nome dell'applicazione sviluppata da Aidr, ossia Associazione Italian Digital Revolution, e che potrebbe risultare scaricabile a brevissimo sul Play Store ma anche su AppStore dopo il via libera del Governo. L'obiettivo, come detto dal Presidente Nicastri, è quello di semplificare la gestione della pandemia da parte del governo e tutelare la salute dei cittadini.

Cosa conterrà l'applicazione? Informazioni e numeri utili ma anche consigli sanitari, regole da seguire in fatto di prevenzione e monitoraggio degli spostamenti. Proprio quest'ultima novità permetterà in Italia di verificare velocemente se gli utenti sono entrati in contatto con persone contagiate dal Coronavirus. Chiaramente tutto questo utilizzando una semplice applicazione sullo smartphone o sul tablet. SOS Italia è stata progettata dai soci di Aidr, in collaborazione, per ciò che concerne lo sviluppo software, con il partener tecnologico Sielte, attuale gestore SPID, e con il sostegno dei suoi numerosi partner (aziende, università, fondazioni, associazioni, testate giornalistiche, liberi professionisti, funzionari pubblici, etc.).


Clicca per ingrandire

L’app risponde ai requisiti previsti dal nuovo invito del governo ''Innova per l’Italia'', iniziativa congiunta del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione, Paola Pisano, del Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli e del Ministro dell’Università e Ricerca, Gaetano Manfredi, insieme a Invitalia e a sostegno della struttura del Commissario Straordinario per l’emergenza Coronavirus, Domenico Arcuri.

Innanzitutto la sicurezza dei propri dati, che di certo è una delle più importanti interrogativi che gli utenti si chiedono nell'uso di applicazioni di questo tipo. L'app SOS Italia è corredata da una piattaforma digitale, a cui possono accedere solo i soggetti autorizzati dal Governo, che devono raccogliere i dati inseriti dai cittadini e anche le informazioni. Uno dei punti di forza dell'applicazione è quella di avere l'integrazione nativa con lo SPID ossia il Sistema Pubblico d'Identità Digitale, sms OTP su numero di telefono o tramite i social networks come Facebook o Google.

Nell'applicazione devono essere inseriti i dettagli personali come nome, cognome e dati anagrafici su residenza e domicilio, corredati di codice fiscale. Una volta autenticati al sistema, si accede a un pannello di controllo dal quale sono disponibili diverse funzioni. Qui è possibile indicare la propria condizione rispetto al Coronavirus ossia con le risposte ad un semplice questionario dove viene specificato se si hanno alcuni sintomi o se si è già a conoscenza di essere positivi al COVID-19. Non solo è possibile anche indicare, in caso possibile, se si è ricoverati, in isolamento forzato o preventivo.

 

Un check per le autorità che possono in questo modo avere un tracciamento più specifico e veloce di quella che è la situazione italiana sui contagi da Coronavirus. Non solo perché una delle utilità dell'applicazione è anche quella di di permettere l'autodichiarazione per gli spostamenti con la compilazione già effettuata dei dati sensibili e con la creazione di un QR Code da poter mostrare alle autorità in caso di fermo. Altre sezioni permettono di avere sempre costantemente l'aggiornamento sui messaggi delle Autorità ai cittadini con la sezione "Notizie e aggiornamenti" che permette la visualizzazione dei vari bollettini della Protezione Civile o anche le novità poste in campo contro il Coronavirus.

Utile anche la sezione "Domande" dove i cittadini iscritti all'applicazione potranno trovare informazioni sulla prevenzione al Coronavirus o anche utili risposte alle proprie domande o anche alla prevenzione delle bufale che sappiamo bene continuano ad ''intasare'' il web mettendo in pericolo chi è più debole da questo punto di vista.

L’applicazione potrà essere disponibile per i cittadini già due settimane dopo l’avvio del progetto, con le prime funzionalità già in una settimana.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marko_00125 Marzo 2020, 14:20 #1
capisco stare sul pezzo
ma questa rischia di essere come la certificazione sullo smartphone
un bell'esercizio di stile per entrare nel mercato della SSN o della PA
con piattaforma proprietaria -non dello stato-
il codice dell'app? aperto? o proprietario?
o me lo sono perso, nel quel caso chiedo scusa, o manca
e non è bello che uno stato debba mettersi a fare reverse per capire
se "involontariamente" omaggia i dati sensibili, o meno, a terzi.
gnpb25 Marzo 2020, 14:40 #2
Ma se la condizione di mia positività devo inserirla io a mano e tutti i dati sensibili non sono divulgabili, per quale assurdo motivo dovrei inserirli?
Basta fare una app che non raccolga nessun dato tranne la positività o meno e sei a posto senza inutili casini, anche se ti devi fidare della dichiarazione spontanea.

Se invece raccogli tutti i dati allora la positività non la inserisco io se ho voglia ma viene presa direttamente dalla banca dati sanitaria, che se sono positivo lo so perché ho fatto il test (oppure perché sto morendo ma in quel caso l'app non serve ne a me ne agli altri che mi stanno intorno).
davide311225 Marzo 2020, 18:51 #3
Non ho capito, ma che senso ha se devo autocertificare il mio stato di salute? Se sono positivo al Covid-19 l'ISS lo sà già ed il dato lo censiscono loro, evitando il rischio di raccogliere dati inattendibili... Anzi, fatto il tampone l'esito lo sanno prima loro di te.
Se si vuole monitorare lo spostamento delle persone lo stato ha già i dati, perchè guardacaso i numeri di cellulare in italia sono vincolati al codice fiscale (gli aziendali devono dichiarare l'utenza, ma che ci vuole)... quindi che ci vuole ad avere le tracciature? Solo uan richiesta da parte dell'Autorità Giudiziaria agli operatori.... e se poi sul tuo android o il tuo dispositivo ios non hai attivo il tracciamento GPS chissenefrega, basta l'impegno delle celle per capire 'n'do' sei ed 'n'do' vai... dov'è la necessità di continuare a saturare il traffico di rete che già è messa da panico?
tommy78126 Marzo 2020, 11:37 #4
La differenza è che con questa app tu autorizzi al trattamento di quei dati che per la privacy le autorità comunque hanno difficoltà a reperire, compresi gli agganci alle celle dei telefoni. Oggi molti per non rischiare lasciano il telefono a casa di proposito, così al controllo non possono essere tracciati gli spostamenti e ci si deve fidare sulla parola, spingendo oggi e magari obbligando domani le forze dell'ordine sapranno in tempo reale dove sei se aderisci perchè sarai vincolato ad avere sempre il telefono in tasca altrimenti la presunzione di dolo e malafede è implicita. Non vedo di buon occhio queste cose, i disonesti rimarranno tali e gli onesti saranno super controllati. Voglio e pretendo che nell'accettazione dei termini di uso venga anche inserito il fatto che alla scadenza di questa emergenza decadranno anche tutte le autorizzazioni date e che verranno cancellati i dati raccolti, senza questa clausola personalmente non installerò mai una app del genere sul mio telefono.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^