SoC mobile a 64-bit: un mercato da 1,2 miliardi di dispositivi entro pochi anni

SoC mobile a 64-bit: un mercato da 1,2 miliardi di dispositivi entro pochi anni

Secondo ABI Research un gran numero di dispositivi mobile utilizzerà processori a 64-bit nel 2015. I primi modelli, tuttavia, saranno proposti entro la fine del 2014

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
 

Secondo l'agenzia d'analisi ABI Research, i dispositivi mobile a 64-bit si diffonderanno solamente nel corso del 2015, con una pallida presenza dei primi modelli entro la fine dell'anno in corso. A lanciare questo trend, di dubbia utilità per molti addetti del settore, è stata Apple con iPhone 5S.

Apple A7

Voci emerse negli ultimi giorni conducono alla possibilità di vedere un ipotetico "Nexus 8" con i nuovi SoC Intel Atom con architettura Moorefield a 64-bit, tuttavia il lancio non dovrebbe essere previsto prima della seconda metà del 2014, assieme ad una versione rivista di Android, ottimizzata per le nuove istruzioni.

ABI stima che verranno distribuiti sul mercato 182 milioni di chip a 64-bit per il settore mobile entro la fine dell'anno, tuttavia solamente il 20% verrà installato su dispositivi Android. Nel 2018 la società parla di un mercato composto da 1,2 miliardi di dispositivi a 64-bit, di cui Android ne occuperà il 60%, Apple il 30% e Windows Phone fino al 10%.

Per il momento iOS e Windows 8 sono le uniche piattaforme ad essere pienamente compatibili con istruzioni a 64-bit, mentre ci si aspetta che Google implementi le piene funzionalità su Android con la prossima major release, ottimizzandone anche i software installati nativamente. Essendo Android un progetto open-source basato su un kernel che supporta i 64-bit, la community è già al lavoro su una versione di Chrome compatibile con le nuove istruzioni.

I 64-bit restano allo stato attuale poco più di un semplice orpello da presentare nelle specifiche tecniche di smartphone e tablet, in quanto in presenza di quantitativi di RAM inferiori a 4GB i vantaggi appaiono irrisori, se non nulli. La situazione cambierà nel prossimo futuro, quando la RAM integrata nei dispositivi mobile supererà quella soglia.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot12 Marzo 2014, 16:42 #1
arrivati al punto che le prestazioni sono sovrabbondanti per ogni possibile utilizzo di questi dispositivi, si cerca di creare appeal con feature irrilevanti.
Cappej12 Marzo 2014, 18:59 #2
ma soprattutto... si saturerà anche questo mercato? milioni di dispositivi al giorno immessi ogni mese... attivazioni Android da copogiro... ma... arriverà il momento in cui riempiremo i cassonetti di vecchi dispositivi visto che anche nel Burkina avranno un dual core 2.0 ghz?!?!?

il Fustino di detersivo non va più di moda ma se consideriamo che Samsung ti regala il note 7 pollici se compri una lavatrice...!
massimo79m12 Marzo 2014, 21:26 #3
Originariamente inviato da: Cappej
ma soprattutto... si saturerà anche questo mercato?


magari questo si', ma se ne apriranno moltissimi altri!
quando tutti compravano il pc e' saltato fuori il notebook e tutti a comprare il notebook, poi il netbook, poi il lettore mp3, poi lo smartphone, poi il tablet, poi l'ebook, poi il phablet, poi i glasses, poi lo smartwatch.
siamo solo all'inizio, credo, prima o poi ci faremo impiantare chip direttamente nel cervello (e putroppo lo credo veramente).
thedoctor196813 Marzo 2014, 09:20 #4

dubbia utilità?

mi meraviglio di questa affermazione, i 64 bit risulteranno la perfetta ed inevitabile convergenza fra mondo mobile e desktop, e' già ampiamente utilizzabile come efficientissimo desktop uno smartphone connesso ad un monitor via hdmi con mouse e tastiera e fra breve lo sarà con prestazioni paragonabili in tutto e per tutto ad un pc
Ginopilot13 Marzo 2014, 09:28 #5
e dove sarebbe l'utilita' dei 64bit?
Oggi eh, poi domani si vedra', ma oggi? Sui desktop e' arrivato per superare il limite dei 4 GB, non per altro. Si sta affermando, anche se le piattaforme 32bit sono ancor ala maggior parte. Ma sui dispositivi mobile?
AlexSwitch13 Marzo 2014, 09:33 #6
Originariamente inviato da: Cappej
ma soprattutto... si saturerà anche questo mercato? milioni di dispositivi al giorno immessi ogni mese... attivazioni Android da copogiro... ma... arriverà il momento in cui riempiremo i cassonetti di vecchi dispositivi visto che anche nel Burkina avranno un dual core 2.0 ghz?!?!?

il Fustino di detersivo non va più di moda ma se consideriamo che Samsung ti regala il note 7 pollici se compri una lavatrice...!


Ecco perché realtà come Google stanno investendo capitali ingenti ( basta pensare alla recente acquisizione di Nest ) nel portare gli oggetti di uso quotidiano ( occhiali, orologi, termostati e quant'altro ) in collegamento costante ed interattivo con la rete...

I 64 bit dei prossimi SoC per mobile sono una evoluzione scontata e prevedibile ma che difficilmente sosterrà un mercato pressoché saturo.
Mparlav13 Marzo 2014, 10:40 #7
Originariamente inviato da: Cappej

il Fustino di detersivo non va più di moda ma se consideriamo che Samsung ti regala il note 7 pollici se compri una lavatrice...!


Ha fatto tendenza

"Parte il 29 maggio la nuova promozione di Sony, che "regalerà" a chi acquista una TV della serie W8 da 47" o 55" uno smartphone Xperia L, mentre ai 46" e 55" della serie top di gamma W9 sarà abbinato Xperia Z."

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^