Secondo RBC Intel dovrebbe acquisire Mediatek per dare una svolta al proprio mercato mobile

Secondo RBC Intel dovrebbe acquisire Mediatek per dare una svolta al proprio mercato mobile

Secondo quanto diffuso in queste ore da un analista di RBC, per Intel l'unico modo per far crescere in fretta le proprie quote di mercato e comprarsele acquisendo un'altra società come, ad esempio, Mediatek

di Davide Fasola pubblicata il , alle 10:26 nel canale Telefonia
IntelMediaTek
 

L'analista di RBC Doug Freedman ha in queste ore diffuso un proprio parere riguardo a come Intel potrebbe salvare il proprio mercato di soluzioni mobile. Freedman suggerisce nel suo rapporto a Intel di acquistare Mediatek, l'ormai nota azienda cinese produttrice di SoC e componenti interni per smartphone e tablet. L'anlista pensa infatti che, a questo punto, per Intel sia meglio acquistare la propria crescita piuttosto che attendere che questa avvenga naturalmente.

Mediatek dal canto suo h una reputazione ormai costruita come produttore di chip per smartphone di medio-basso livello e potrebbe, da questa acquisizione, guadagnare in solidità e reputazione. Doug Freedman, dopo un serie di attente analisi, sarebbe giunto alla conclusione che l'acquisizione di Mediatek da parte di Intel porterebbe all'azienda Californiana un incremento del 16% del proprio market share per quanto riguarda il mercato di SoC per smartphone e tablet.

Mediatek sta infatti guadagnando sempre più quote di mercato, al contrario di Intel, ferma ormai da tempo al suo piccolo 4%. Dal 2007 al 2013 l'azienda orientale ha raddoppiato la propria presenza passando dal 7,3% del mercato globale al 14,4%. Durante lo stesso periodo il maggior incremento è quello ottenuto da Qualcomm che è passata dal 33 al 62% ottenendo il vertice della classifica.

Quest'anno, inoltre, Qualcomm dovrebbe chiudere secondo previsioni con leadership anche nel mercato dei processori radio (ovvero i chip che controllano le connessioni) con oltre il 40% del market share, seguita ancora da Mediatek con il 28% del mercato. Alle loro spalle Spectrum Communication con il 14% dello share e, fanalino di coda, porpio Intel, ferma al 5% del totale.

Una acquisizione di Mediatek da parte di Intel aiuterebbe quindi il produttore statunitense ad espandere il proprio mercato su entrambi i fronti posizionandosi in tutte e due le classifiche al secondo posto subito dietro a Qualcomm. Non sappiamo se Intel abbia i mezzi economici e la voglia di affrontare questa operazione ma non è da mettere in dubbio che il consiglio di Doug Freedman potrebbe portare grandi benefici.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tatsuya21 Agosto 2014, 10:47 #1
Stiamo parlando di intel, ha la forza per acquistare la licenza ARM e svilupparsi un chip per conto suo che rovina quelli mediatek. E penso anche che potrebbe metterci qualche mese
Non sono particolarmente fan di intel ma non credo farebbe una bella figura acquistando una societa' che e' nota per fare SoC low cost.
calabar21 Agosto 2014, 10:57 #2
Il punto è che acquistando Mediatek acquisterebbe anche la sua clientela, e questo potrebbe in effetti essere un punto di svolta.
Ciò nonostante mi pare un'ipotesi inverosimile per diversi motivi, e in particolare non credo che Intel sia interessata a diventare uno dei tanti produttori di chip ARM con bassi margini del mercato.
demon7721 Agosto 2014, 10:59 #3
Domanda un po' ingenua..
ma gli ultimi Atom, montati anche su alcuni tablet come prestazioni complessive se la cavano...

tra consumo e prestazioni come se la vedono con uno snapdragon 800 ad esempio?
C'è una comparativa ben fatta in giro?

Oltretutto atom è solo X86.. quindi potrà usare solo una versione di android specifica per x86.. questo non crea problemi con tutte le varie app e sistemi?
Braccop21 Agosto 2014, 11:04 #4
soliti sproloqui dell' analista di turno.

intel non ha la benche'minima intenzione di competere nel mercato arm. quello che sta cercando di fare e' semplicemente spargere x86 il piu' possibile per cercare di mantenersi un futuro.

se intel avesse veramente voluto dominare il mercato dei soc, l'avrebbe fatto, anche a costo di comprarsi qualcomm.
Braccop21 Agosto 2014, 11:08 #5
Originariamente inviato da: demon77
Domanda un po' ingenua..
ma gli ultimi Atom, montati anche su alcuni tablet come prestazioni complessive se la cavano...

tra consumo e prestazioni come se la vedono con uno snapdragon 800 ad esempio?
C'è una comparativa ben fatta in giro?

Oltretutto atom è solo X86.. quindi potrà usare solo una versione di android specifica per x86.. questo non crea problemi con tutte le varie app e sistemi?


le prestazioni sembrano non essere male (anche se non ho provato di persona)

consumi e tdp credo siano fuori range rispetto ad arm, infatti gli atom sono usati prevalentemente su tablet (c'e' solo qualche telefono asus ma poi basta mi pare, dopo il primo motorola)

il problema e' che android ormai e' legato ad arm. molte app hanno parti scritte/compilate per arm e quindi se hai un tablet x86 ti attacchi...

in sostanza non c'e' nessun buon motivo per comprare un tablet x86 (no, non ci si puo' installare windows dopo) mentre ce ne sono tanti per non comprarlo.
demon7721 Agosto 2014, 11:49 #6
Originariamente inviato da: Braccop
le prestazioni sembrano non essere male (anche se non ho provato di persona)

consumi e tdp credo siano fuori range rispetto ad arm, infatti gli atom sono usati prevalentemente su tablet (c'e' solo qualche telefono asus ma poi basta mi pare, dopo il primo motorola)

il problema e' che android ormai e' legato ad arm. molte app hanno parti scritte/compilate per arm e quindi se hai un tablet x86 ti attacchi...

in sostanza non c'e' nessun buon motivo per comprare un tablet x86 (no, non ci si puo' installare windows dopo) mentre ce ne sono tanti per non comprarlo.


Ecco un cosa importante che sospettavo ma non sapevo con certezza.
Questo fa parecchio la differenza, anche se un atom fosse per ipotesi molto più potente di un rivale arm.
DKDIB21 Agosto 2014, 11:55 #7
[color=red]Tatsuya wrote:[/color]
> Stiamo parlando di intel, ha la forza per acquistare la licenza ARM e
> svilupparsi un chip per conto suo che rovina quelli mediatek. E penso anche
> che potrebbe metterci qualche mese

A parte che Intel già possiede una licenza ARM, comunque sono anni che prova a rientrare nel settore, con i risultati già citati nell'articolo...
Inoltre Intel, per quanto possa essere grande, ha già accumulato diversi flop: basti pensare ad IA-64 ed a Larrabee.
<Gabrik>21 Agosto 2014, 12:14 #8
Originariamente inviato da: Braccop
il problema e' che android ormai e' legato ad arm. molte app hanno parti scritte/compilate per arm e quindi se hai un tablet x86 ti attacchi...


veramente o sono compilate durante l'installazione (nei device dove gira Art come runtime) oppure girano su Dalvik che è una VM, quindi in sostanza la maggior parte delle app gira indifferentemente su x86 e ARM, solo quelle che utilizzano l'NKD necessitano di ricompilazione
tino8421 Agosto 2014, 12:34 #9
in realtà un atom vs arm non sembra proprio andare così male, riguardo all'efficienza

http://www.tomshw.it/cont/articolo/...ni/42473/9.html
frankie21 Agosto 2014, 13:55 #10
Tutti gli Zenphone Asus sono basati su atom e se non mi sbaglio anche il padphone.
Aggiungiamo all'elenco anche il Galaxy tab3 10", abbastanza diffuso. Ma il tab4 è basato su arm.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^