Scoperto un nuovo polimero per vetri infrangibili su smartphone e tablet?

Scoperto un nuovo polimero per vetri infrangibili su smartphone e tablet?

Un team di ricercatori giapponesi ha scoperto un nuovo polimero capace di ripararsi anche dopo rotture nette. L'idea potrebbe essere utilizzata sui display, anche se riteniamo piuttosto difficile l'implementazione in tempi brevi

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Telefonia
 

Un team di ricercatori giapponesi ha annunciato di aver scoperto un nuovo polimero con caratteristiche simili al vetro capace di ripararsi in maniera quasi del tutto autonoma anche in seguito a rotture. L'articolo è stato pubblicato su Science ed è stato redatto da un gruppo proveniente dall'Università di Tokyo. Il polimero è stato battezzato come polyetherthioureas, e può curare le sue cicatrici con temperature tiepide e una lieve pressione con la mano.

I ricercatori lo descrivono così:

"Un'elevata robustezza meccanica e le capacità di auto-riparazione tendono ad escludersi a vicenda. Nella maggior parte dei casi è necessario un riscaldamento a temperature elevate, dell'ordine dei 120°C o superiori, per riorganizzare il reticolo delle parti danneggiate in modo da ripararle".

Con il nuovo metodo scoperto, invece, sarà necessaria una piccola pressione che può essere applicata senza strumenti di alcun tipo, insieme ad una temperatura tutt'altro che estrema. Lo studio parla attualmente di circa 21°C, e anche del fatto che la scoperta (come molte altre) è stata fatta per caso. Il merito va allo studente Yu Yanagisawa, che era alla ricerca di un nuovo tipo di colla quando ha appreso che il materiale avrebbe potuto avere diverse destinazioni d'uso.

Tagliando i bordi del polimero, infatti, lo studente ha scoperto che le due parti rimanenti tendevano a incollarsi creando un legame stabile una volta compresse l'una con l'altra. Non è la prima volta che sentiamo parlare di vetri che si riparano autonomamente su smartphone, e in passato ci sono stati esempi di dispositivi capaci di riparare i graffi del vetro protettivo del display. È tuttavia la prima volta che sentiamo parlare di un vetro capace di incollarsi una volta rotto, ma al momento in cui scriviamo ci sembra piuttosto improbabile la sua implementazione su un prodotto commerciale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
piefab20 Dicembre 2017, 09:39 #1
Sarebbe una bella cosa
Mr Resetti20 Dicembre 2017, 12:18 #2
Da temperature estreme passiamo a tempreature troppo basse.

Cosa succederebbe se tenessimo questo vetro vicino al corpo? O anche solo con la batteria del telefono in carica? O quando lo si usa per lunghi periodi?

Il vetro si squaglia? si deforma?

andy8220 Dicembre 2017, 13:13 #3
e nemmeno un pochino di grafene? poco poco? eddai su il grafene ci sta sempre bene di mezzo in questi articoli!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^