Samsung rivede il processo di produzione per display flessibili

Samsung rivede il processo di produzione per display flessibili

L'azienda coreana decide di modificare una parte del processo di produzione dei display flessibili, allungando così l'avvio della produzione in volumi

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Telefonia
Samsung
 

Samsung Display ha deciso di rimandare la produzione in volumi di display OLED flessibili allo scopo di ottimizzare il processo di produzione e modificare, in particolare, la tecnologia di incapsulazione dei display. Allo stato attuale delle cose non è chiaro quando l'azienda coreana potrà avviare la produzione dei display OLED dal momento che le nuove modifiche richiedono diverso tempo per poter essere implementate.

I display OLED sono piuttosto sensibili all'umidità ed all'ossigeno e per questo motivo il processo di incapsulazione (cioè circondare l'OLED con un appropriato "guscio") è cruciale nella produzione. L'azienda coreana ha utilizzato la tecnologia di incapsulazione sviluppata da Vitex Systems che ha però portato ad un allungamento dei tempi di produzione. Samsung sta quindi analizzando alcune tecnologie differenti e cercando di modificare il sistema sviluppato da Vitex per poter accorciare i tempi di produzione.

Questo però comporta un ritardo dell'avvio della produzione in volumi, dal momento che la compagnia dovrà obbligatoriamente mettere alla prova e validare tutto quanto ancora una volta. L'azienda coreana ha comunicato che sta sviluppando un nuovo processo di incapsulazione sulla base della tecnologia di Vitex System che dovrebbe consentire di completare l'operazione in meno di due minuti.

In occasione di importanti eventi fieristici come il Mobile World Congress ed il Consumer Electronics Show, Samsung ha già avuto modo di mostrare alcuni prototipi di display flessibili e di prodotti finiti con particolari caratteristiche, lasciando supporre che anche Galaxy S IV avrebbe portato per primo sul mercato uno schermo flessibile virtualmente infrangibile.

In realtà pare che l'arrivo dei display flessibili nei prodotti destinati al commercio avverrà solo fra qualche anno. Questa tendenza è stata delineata da James Clappin, presidente di Corning Glass Technologies, l'azienda nota per lo sviluppo dei substrati vetrosi utilizzati nella maggior parte dei display per smartphone e tablet oggi in commercio. La stessa Corning ha già inviato nel corso del mese di giugno 2012 alcuni sample dei propri substrati flessibili Willow a vari produttori, ma secondo Clappin saranno necessari ancora due o tre anni prima che sia possibile iniziare a vedere qualche soluzione sul mercato. "Non sono abituati ad avere un vetro che si può arrotolare. La capacità di impiegarlo per realizzare un prodotto finito è limitata" ha dichiarato Clappin.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Compass18 Aprile 2013, 20:13 #1
Si dice "incapsulamento".
matita8818 Aprile 2013, 23:12 #2
qualcuno mi spieghi l'utilità di questi nuovi display!
Zenida19 Aprile 2013, 15:22 #3
Originariamente inviato da: matita88
qualcuno mi spieghi l'utilità di questi nuovi display!


Dato che i dispositivi di oggi tendono a diventare sempre più grandi, la flessibilità del display è molto importante, perchè permette di ridurre il rischio di danneggiamenti dovuti alla flessione dello smartphone in tasca (tanto per fare un esempio). Inoltre, se la tecnologia riesce a fare passi in avanti fino al punto di poterlo arrotolare, allora sarà possibile fare dei 10" che si possono infilare comodamente in tasca.

Immagina un futuro in stile capsule di dragon ball xD... tiri fuori un oggetto minuscolo e poi lo spieghi per farlo diventare un tablet. Se la strada per arrivare a questo è un display pieghevole, allora è bene che lo facciano (anche se per i primi tempi saranno tecnologie piuttosto inutili senza questa elevata flessibilità

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^