Samsung punta a rivaleggiare con Qualcomm nella produzione di chip per device mobile

Samsung punta a rivaleggiare con Qualcomm nella produzione di chip per device mobile

Grazie a partnership con AMD e ARM Samsung accantona la famiglia di SoC Exynos aprendosi allo sviluppo di nuove soluzioni, per propri device e per altri produttori in aperto contrapposizione a Qualcomm

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Telefonia
AndroidTSMCSamsungHuaweiARMAMDRadeonHiSilicon
 

Samsung punta ad un nuovo mercato nel quale imporsi come leader: quello degli application processor per dispositivi mobile basati su sistema operativo Android. Di fatto, quindi, l'azienda coreana vuole diventare il produttore di riferimento per il SoC destinati ai device mobile, affiancandosi in questo all'americana Qualcomm.

L'obiettivo è decisamente ambizioso, soprattutto visto e considerato come Samsung abbia negli ultimi anni portato avanti lo sviluppo di propri SoC della famiglia Exynos registrando però risultati non all'altezza delle aspettative sino al punto, nel 2019, di sospendere lo sviluppo di una propria CPU per device mobile.

L'approccio che Samsung intende seguire ora non è basato sullo sviluppo in proprio, così come avvenuto sino ad ora con le proposte Exynos, ma in partnership con altre aziende. Il primo passaggio risale ad alcuni mesi fa, quando è stata stretta una partnership con AMD rivolta alla creazione di una GPU per dispositivi mobile basata su tecnologia AMD Radeon.

SamsungExynos_720.jpg

Secondo partner è ARM, al quale del resto compete tutto quello che è legato alla componente CPU: il cuore di elaborazione sarà della famiglia Cortex-X con un design custom che dovrebbe permettere di mantenere molto elevato il livello prestazionale complessivo. Questo, affiancato al contributo della GPU sviluppata da AMD, dovrebbe entrare in diretta contrapposizione con le soluzioni mobile Qualcomm.

Il mercato dei SoC per dispositivi Android è quindi destinato a trasformarsi: Qualcomm continuerà ad essere presente, Samsung si trasformerà attraverso le partnership con AMD e ARM abbandonando lo sviluppo di soluzioni della famiglia Exynos mentre Huawei, attraverso HiSilicon, sarà destinata a non sviluppare più i proprio chip della famiglia Kirin viste le conseguenze del ban ricevuto dall'amministrazione USA e l'impossibilità di poter far sviluppare i propri design ai propri partner produttori quali la taiwanese TSMC

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djmatrix61914 Agosto 2020, 10:08 #1
Fai tutto quello che vuoi per competere, mia cara Samsung, ma lascia stare gli Exynos, per caritá.
calabar14 Agosto 2020, 12:43 #2
Su un SOC non ci sono solo CPU e GPU, dovrebbero trovare un alleato forte per il modem perchè se quelli di qualcomm rimangono i migliori sul mercato, si parte con un bello svantaggio competitivo.

Ad ogni modo sembra una buona notizia, con un avversario diretto sul suo stesso mercato (nella speranza che sia un avversario all'altezza) Qualcomm sarà spinta a fare sempre meglio e tutto il mercato di questi SOC potrebbe beneficiarne.
goemon14 Agosto 2020, 21:38 #3
Quindi solo SoC Qualcomm in futuro?
yarhig15 Agosto 2020, 12:05 #4

Nessuno sentirà la mancanza degli Exynos

Essendo un'architettura inefficiente progettata con unico scopo commerciale non potrà che giovarne il valore/prestazioni.
phmk15 Agosto 2020, 13:26 #5
Intanto sul recentissimo top di gamma Note 20 ti propinano ancora l'Exynos e per di più a "prezzi matti"
djmatrix61915 Agosto 2020, 15:02 #6
Originariamente inviato da: phmk
Intanto sul recentissimo top di gamma Note 20 ti propinano ancora l'Exynos e per di più a "prezzi matti"


In USA lo vendono con lo snappy 865+

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^