Samsung Galaxy S7, arriva il teardown di iFixit: ecco le foto degli interni

Samsung Galaxy S7, arriva il teardown di iFixit: ecco le foto degli interni

Galaxy S7 è stato impunemente disassemblato dai ragazzi di iFixit, che hanno trovato le procedure oltremodo complicate. Il nuovo smartphone Samsung viene bocciato sul fronte della riparabilità

di Nino Grasso pubblicata il , alle 10:31 nel canale Telefonia
SamsungGalaxy
 

Non è tardato ad arrivare il teardown di Samsung Galaxy S7 da parte dei ragazzi di iFixit. Lo smartphone viene bocciato sonoramente per via della difficoltà di riparazione ottenendo un voto di 3 su una scala di 10. È lo scotto da pagare se si vuole un design in linea con i canoni degli ultimi anni: dalla scorsa generazione la società ha abbandonato la batteria removibile, e il design della componentistica interna è diventato contestualmente meno modulare e di più difficile accesso.

Samsung Galaxy S7 interni

Galaxy S4, ad esempio, raggiungeva un punteggio di 8/10, mentre già da Galaxy S5 con l'introduzione della certificazione IP per la resistenza a liquidi e polveri si è assistito ad una crescente difficoltà nelle procedure di disassemblaggio del dispositivo. Galaxy S5 otteneva 5/10, il successore 4/10 per via delle finiture in alluminio e vetro. Galaxy S7 è ancora più difficile da riparare, secondo il celebre portale di riparazioni, anche se i singoli componenti sono più facili da sostituire rispetto ad S6.

Molti componenti infatti sono "modulari", scrive iFixit, e possono essere sostituiti indipendentemente senza dover sostituire o rimuovere anche altre parti elettroniche. Ad esempio la batteria può essere sostituita senza dover rimuovere prima la scheda madre, come succedeva su Galaxy S6, anche se comunque è agganciata al pannello posteriore mediante un forte adesivo. Questi sono purtroppo gli unici aspetti positivi, o comunque non del tutto negativi.

Il display deve essere del tutto rimosso se si vuole sostituire la porta USB, mentre l'uso del potente adesivo rende difficile in maniera ingiustificabile l'accesso alla componentistica interna dello smartphone. Non è infatti troppo difficile rompere i due pannelli in vetro frontale e posteriore durante le procedure: "Sostituire il vetro senza distruggere il display è probabilmente impossibile", commenta infatti il celebre portale di riparazioni. Insomma con Galaxy S7, in caso di rotture, sarebbe meglio non puntare sul fai-da-te ma affidarsi all'assistenza autorizzata.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Jammed_Death10 Marzo 2016, 10:47 #1
colla per fissare il pannello posteriore...era dall'xperia z1 che non vedevo una porcata simile...
gd350turbo10 Marzo 2016, 10:53 #2
Niente di nuovo sotto il sole...
Per avere design stilosi e sottili, qualche cosa bisogna sacrificarla...
Quindi un bello stampo, lo si incolla e via andare !

Tempi moderni !


demon7710 Marzo 2016, 11:13 #3
Originariamente inviato da: Jammed_Death
colla per fissare il pannello posteriore...era dall'xperia z1 che non vedevo una porcata simile...


Aimè no. Anche lo Z2.
poi non so gli altri.
adapter15 Marzo 2016, 09:21 #4
Con quello che costa, mi sarei aspettato una migliore ingegnerizzazione per facilitare e abbattere i costi di eventuali riparazioni. Non oso immaginare quanto costa sostituire lo schermo...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^