Samsung: ecco come l'azienda realizzava i test intensivi sulle batterie dei Galaxy Note 7

Samsung: ecco come l'azienda realizzava i test intensivi sulle batterie dei Galaxy Note 7

Le cause che hanno portato alle esplosioni del Note 7 di Samsung sono state causate dalle batterie. Sulla vicenda sono apparse in rete alcune immagini ritraenti i test che l'azienda ha effettuato per capire le cause. Vediamole insieme.

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Telefonia
Samsung
 

La vicenda sulle esplosioni dei Samsung Galaxy Note 7 si è conclusa definitivamente durante la giornata di ieri quando proprio l'azienda sudcoreana ha realizzato una conferenza stampa in cui ha voluto delineare nel dettaglio quali fossero state le cause che hanno portato alcune unità dei propri dispositivi ad esplodere improvvisamente. Come era plausibile il motivo delle autocombustioni è riconducibile alle batterie che sono state realizzate male sia nei primi che nei successivi lotti.

Le indagini che hanno permesso all'azienda di capire come mai le batterie di alcuni Galaxy Note 7 prendevano fuoco improvvisamente, sono state lunghe e decisamente dispendiose per Samsung che ha dovuto improntare dei veri e propri laboratori in cui poter testare migliaia e migliaia di Note 7 sotto carica e sotto stress. Proprio questi laboratori sono stati ritratti in alcune immagini distribuite in rete in cui è possibile osservare la moltitudine di phablet dell'azienda posti uno accanto all'altro.

Le foto mostrano una serie di armadietti in metallo aperti in cui sono stati posti migliaia di Note 7 collegati al proprio alimentatore e chiaramente in perfetto funzionamento. Gli armadietti sono stati costruiti appositamente per questi test e posseggono nella parte alta una cappa per risucchiare l'eventuale fumo causato da una possibile esplosione di uno dei Note 7 posto sotto stress. Ma non è tutto visto che alla base di questi armadietti prendono posizione anche dei piccoli estintori da utilizzare in caso appunto di autocombustione.

Le altre immagini permettono di capire la grandissima quantità di dispositivi posti in esame da Samsung che ha voluto chiarire nel dettaglio il motivo delle esplosioni accidentali dei suoi nuovi phablet cercando di non ripetere più i possibili errori in fase di progettazione o nella scelta di un componente piuttosto che un altro. La fonte che ha rilasciato le immagini ha voluto anche ribadire il fatto che i test sui Note 7 sono stati realizzati seguendo uno schema di otto fasi che includono ispezioni sulla durabilità, sulla ricarica, sulle ispezioni a livello visivo e tramite raggi X nonché molti altri.

Insomma Samsung non vuole ripetere gli errori fatti con i Galaxy Note 7 ed è pronta a cambiare il suo modo di lavorare proprio per riuscire a salvaguardare i propri clienti da qualsiasi pericolo connesso con un semplice smartphone. In questo caso la debacle avuta con i Note 7 non può che aver "giovato" al colosso sudcoreano almeno da questo punto di vista e di certo i prossimo Galaxy S8 e Galaxy Note 8 non potranno che essere progettati e realizzati in maniera più che minuziosa a discapito di tempi più lunghi o a costi leggermente superiori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxVIXI24 Gennaio 2017, 15:30 #1
che spreco comunque... di tecnologia, di materiali, di lavoro... un vero peccato... tra l'altro per un problema che, se si fosse verificato su un s5 o Alpha si sarebbe potuto risolvere in poco tempo e poca spesa... il fatto che un componente come la batteria sia diventato non sostituibile lo trovo scandaloso.
nickmot24 Gennaio 2017, 15:35 #2
Un lavoro immane!

Spero che l'unica cosa che cambi in Samsung sia iniziare a evitare di osare troppo per aspetti del tutto inutili come sottigliezza e bordi risicati.
Hanno ogiocato di azzardo e gli è costato caro.

Questa gara al mm spero finisca qui.
Dumper24 Gennaio 2017, 15:40 #3
Originariamente inviato da: MaxVIXI
che spreco comunque... di tecnologia, di materiali, di lavoro... un vero peccato... tra l'altro per un problema che, se si fosse verificato su un s5 o Alpha si sarebbe potuto risolvere in poco tempo e poca spesa... il fatto che un componente come la batteria sia diventato non sostituibile lo trovo scandaloso.


la batteria integrata non ne rende impossibile la sostituzione, ma solo più complessa, qua però hanno sostituito una batteria difettosa con una altrettanto difettosa, su un s5 o Alpha non sarebbe cambiato nulla, avrebbero preso fuoco anche loro.
JoJo24 Gennaio 2017, 15:47 #4
E se ne scoppia anche solo uno https://www.youtube.com/watch?v=5DeU3BOYr1g ... manco Hiroshima!
+Benito+24 Gennaio 2017, 17:05 #5
Piccoli estintori

Ragazzi siete proprio dei fenomeni...nel senso che sono imbarazzato per voi.
dasaint24 Gennaio 2017, 19:55 #6
"Le cause che hanno portato alle esplosioni del Note 7 di Samsung sono state causate dalle batterie."

"[...] uno schema di otto fasi che includono ispezioni sulla durabilità, sulla ricarica, sulle ispezioni a livello visivo e tramite raggi X nonché molti altri."

Le cause causate.
Le ispezioni sulle ispezioni.

Povere ossa di Dante...
haha24 Gennaio 2017, 20:12 #7
tutto sprecato
SoxxoZ25 Gennaio 2017, 10:42 #8
Originariamente inviato da: MaxVIXI
che spreco comunque... di tecnologia, di materiali, di lavoro... un vero peccato... tra l'altro per un problema che, se si fosse verificato su un s5 o Alpha si sarebbe potuto risolvere in poco tempo e poca spesa... il fatto che un componente come la batteria sia diventato non sostituibile lo trovo scandaloso.
Non è sostituibile agilmente dall'utente finale,
ma è pur sempre un componente collegato da un filo e tenuto da un sottile strato di colla.
Quindi volendo si poteva benissimo far rientrare e sostituire la batteria in un battibaleno.
Il problema era però in primis capire cosa lo causava,
e poi la fiducia dei consumatori era andata a farsi benedire.

Quindi: No, batteria sostituibile o non sostituibile non cambia assolutamente nulla.
Poi dai, non capisco questo astio, in due secondi lo si apre e la si sostituisce,
anche perchè fatto una volta dopo due anni, quante volte la si deve cambiare?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^