Samsung annuncia la produzione in volume del primo SoC a 10-nm

Samsung annuncia la produzione in volume del primo SoC a 10-nm

I coreani hanno annunciato l'avvio della fase di produzione di massa del primo SoC mobile prodotto a 10-nm. Potrebbe essere il prossimo Exynos, o un nuovo Snapdragon di Qualcomm

di pubblicata il , alle 16:13 nel canale Telefonia
Samsung
 

Samsung ha annunciato la produzione in volumi di un SoC costruito sul nodo a 10-nm "10LPE" di terza generazione. Sono passati solamente 10 mesi dalla produzione in massa dell'ultimo processore con processo produttivo a 14-nm utilizzato su Exynos 8890 e Snapdragon 820, processo sviluppato per stampare una grande maggioranza dei SoC utilizzati sugli smartphone di fascia alta di questa generazione. Per il nuovo processo a 10-nm la società ha utilizzato una tempistica inedita, dal momento che non era previsto prima della fine dell'anno.

I processori potranno comunque essere utilizzati fattivamente nella primavera del 2017, in concomitanza con l'arrivo degli smartphone al prossimo Mobile World Congress. La compagnia ha naturalmente mantenuto il più stretto riserbo sul nome del nuovo SoC, ma è probabile che si tratti del nuovo Exynos top di gamma di prossima generazione, o di una nuova variante dello Snapdragon di Qualcomm, entrambi attesi al debutto per i prossimi mesi per una commercializzazione attesa agli inizi del 2017.

"Il nuovo processo produttivo Samsung FinFET da 10nm adotta una struttura tridimensionale avanzata per i transistor con migliorie aggiuntive sia nella tecnologia che nel design rispetto al suo predecessore a 14nm, consentendo un aumento nell'efficienza del 30% a parità di superficie, con il 27% in più di prestazioni o il 40% in meno di consumo energetico. Al fine di superare li limitazioni della produzione di scala, sono state utilizzate anche tecniche all'avanguardia come il triple-patterning per consentire il routing bidirezionale e mantenere la flessibilità di routing e design dai nodi precedenti".

Il nuovo processo promette un'evoluzione significativa in termini di efficienza energetica e velocità rispetto ai design di attuale generazione, con i prossimi dispositivi che potranno implementare novità sostanziali su entrambe le aree, in maniera molto simile a quanto abbiamo assistito con il passaggio ai 14/16nm rispetto ai precedenti processi produttivi da 20/28nm. Il nuovo processore potrebbe colmare le differenze prestazionali fra Exynos/Snapdragon e Apple A10 Fusion, con quest'ultimo che ad oggi rappresenta senza mezzi termini il punto di riferimento della categoria, ed è prodotto a 16nm.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^