Roboroach, il kit per controllare una blatta viva con lo smartphone

Roboroach, il kit per controllare una blatta viva con lo smartphone

Con Roboroach è possibile controllare una blatta vera e propria e indurla ad effettuare determinato movimento. Proprio come se fossimo in un videogioco

di Nino Grasso pubblicata il , alle 08:31 nel canale Telefonia
 

Roboroach non ha di certo inventato il biohacking e non è una novità assoluta, tuttavia è balzato agli onori della cronaca per un nuovo articolo di TechCrunch. È un progetto presentato alcuni anni fa su Kickstarter con finalità educative che permette di controllare un insetto vero e proprio ed ancora vivo come se fosse il personaggio di un videogioco. Nel progetto viene incluso un kit con la scheda logica che costa 99 dollari; non viene inclusa la blatta che dovrà essere acquistata a parte preferibilmente fra le specie che non riescono a volare.

Lo strumento, che porta con sé una serie enorme di problematiche sul piano etico, utilizza un sistema a tre derivazioni che deve essere applicato sul carapace dell'insetto. Prima del processo l'animale va anestetizzato attraverso un bagno d'acqua ghiacciata che congela il suo sistema nervoso. Le piccole condutture del kit devono quindi essere collegate a muscoli specifici della blatta, che sono a loro volta interconnessi con il suo sistema di antenne.

Completata l'installazione è possibile controllare i movimenti della blatta tramite il proprio smartphone. I segnali inviati con il dispositivo permettono di fatto di indurre la blatta ad effettuare determinati movimenti, come ad esempio compiere qualche passo in avanti, spostarsi a destra o spostarsi a sinistra. L'effetto tuttavia dura per un certo periodo di tempo e cessa una volta che il sistema nervoso dell'insetto si abitua ai segnali inviati riuscendo così ad ignorarli.

Una volta completato "l'esperimento" il kit può essere rimosso e la blatta può continuare normalmente la sua vita senza ripercussioni, almeno a detta del team che ha realizzato il progetto.

È normale che comunque una campagna del genere sollevi delle problematiche di natura etica. Si sta operando con una creatura vivente, e se ne controllano i movimenti. In più, non è detto che la blatta sopravviva all'esperimento durante le procedure di installazione e disinstallazione del kit.

Backyard Brains, la società alla base dell'esperimento, si difende così dalle possibili accuse:

"Anestetizziamo tutti i nostri animali quando facciamo questi esperimenti, e lo spieghiamo sempre ai nostri studenti. Non sappiamo se gli insetti sentono il dolore durante gli esperimenti, né se lo sentono quando si svegliano dall'intervento chirurgico e rilevano una gamba mancante. Quello che sappiamo è che le ferite si rimarginano, che le blatte tornano a deambulare in poche ore, mangiano, si riproducono e se sono giovani le gambe ricrescono. È molto importante cercare di evitare di antropomorfizzare l'insetto pensando cose come 'Se non voglio che la mia gamba venga tagliata, allora la blatta non vuole che venga fatto alla sua', perché è sbagliato".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

37 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheZeb26 Novembre 2015, 08:44 #1
Ma dico ... non è che dovete pubblicare tutto quello che gira sul web.. che schifo ...
Muppolo126 Novembre 2015, 08:56 #2
"È un progetto presentato alcuni anni fa su Kickstarter con finalità educative..."
------------------
Già qui sta il paradosso... finalità educative... d'accordo, le blatte fanno schifo a tutti (tranne, forse, alla Brambilla e alle sue nutrie!), ma non è una buona ragione per torturarle.
- Eè proprio vero che Kickstarter è pieno di spazzatura;
- Spero che le associazioni animaliste trovino i responsabili dell'esperimento e li denuncino.

Le blatte si schiacciano in fretta, senza farle soffrire inutilmente ;-)
Muppolo126 Novembre 2015, 08:58 #3
Avete notato quanta pubblicità invasiva c'è su questo sito ultimamente?
gd350turbo26 Novembre 2015, 09:09 #4
A parte l'assoluta e inconcepibile inutilità di tale progetto, nessuno sa se esiste una variante per rokis ?
sopress26 Novembre 2015, 09:17 #5
voglio subito una versione per le mogli.
Marok26 Novembre 2015, 09:29 #6
Originariamente inviato da: sopress
voglio subito una versione per le mogli.


Esiste già, si chiama brillocco, ma questa tecnologia ha gli stessi limiti dell'altra: l'effetto dura poco e il rapporto costo/benefici non è vantaggioso vista la breve durata dell'effetto
Rommie26 Novembre 2015, 09:55 #7
Originariamente inviato da: Muppolo1
Avete notato quanta pubblicità invasiva c'è su questo sito ultimamente?


Secondo me esagerano già da anni, da allora uso AdBlock e Ghosteri e fine del problema, te li consiglio.
roccia123426 Novembre 2015, 10:00 #8
Questo progetto fa venire i brividi.


Originariamente inviato da: Muppolo1
Avete notato quanta pubblicità invasiva c'è su questo sito ultimamente?


Si, l'ho notato quando, a OS appena installato, mi sono collegato per la prima volta al sito senza prima disinstallare adblock. Il bello è che non ho nemmeno visto il sito, ma una pubblicità, mi pare samsung ma potrei sbagliare, che occupava TUTTO lo schermo.
Ovviamente ho chiuso all'istante la tab, installato adblock e continuato a navigare.
Se fosse qualche banner qui e lì non ci penserei nemmeno ad installare adblock... ma se ad ogni pagina devo essere bombardato e avere perfino difficoltà a navigare... ad block e tanti saluti.
Sir Wallace26 Novembre 2015, 10:06 #9
SI
PUO'
FAAREEEEEEEEEEE!!!

https://youtu.be/ME5PpysdA4U
Avatar026 Novembre 2015, 10:32 #10
Originariamente inviato da: Muppolo1
"È un progetto presentato alcuni anni fa su Kickstarter con finalità educative..."
------------------
Già qui sta il paradosso... finalità educative... d'accordo, le blatte fanno schifo a tutti (tranne, forse, alla Brambilla e alle sue nutrie!), ma non è una buona ragione per torturarle.
- Eè proprio vero che Kickstarter è pieno di spazzatura;
- Spero che le associazioni animaliste trovino i responsabili dell'esperimento e li denuncino.

Le blatte si schiacciano in fretta, senza farle soffrire inutilmente ;-)


Certo, meglio schiacciarle in fretta e ammazzarle piuttosto che utilizzarle per un piccolo esperimento (che sembra abbastanza innocuo peraltro).

Sul perché poi in america abbiano tanto cara la vivisezione e più in generale gli esperimenti su piccoli animali da far praticare già a partire dagli alunni nelle scuole questo è dibattibile. So' strani..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^