RIM: un milione di tablet PlayBook per il primo trimestre 2011

RIM: un milione di  tablet PlayBook per il primo trimestre 2011

Stando a fonti taiwanesi, sarebbero ben un milione i tablet PlayBook commissionati da RIM a Quanta per il primo trimestre 2011

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 10:02 nel canale Telefonia
RIM
 

Stando a quanto riportato da Digitimes, RIM avrebbe commissionato ben un milione di tablet PlayBook a Quanta per il primo trimestre del 2011, a riprova di come tale unità abbia riscosso successo e gradimenti nel pubblico del CES.

Sembra partire col piede giusto quindi la competizione fra differenti tipologie e marchi di tablet, complici anche le circa 800 mila unità ordinate da Motorola che, col modello Xoom, è riuscita a catturare l'attenzione di pubblico e operatori del settore.

Tornando a RIM, ricordiamo che l'azienda lancerà inizialmente il modello PlayBook dotato di connettività Wi-Fi, cui seguirà un secondo modello che integrerà anche il 3G e la funzionalità Push Mail. A seguire, ma si parla di secondo trimestre, arriverà anche una versione 4G in collaborazione con Nextel.

RIM, che detiene il marchio Blackberry, punta quindi a mentenere alto l'entusiasmo per PlayBook cercando di arrivare sul mercato il prima possibile, senza fare l'errore di moltissimi concorrenti che, sebbene dotati di convincenti prototipi, hanno scelto di attenderne la commercializzazione.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk17 Gennaio 2011, 10:04 #1
Beh se non altro scenderanno i prezzi, sarà da vedere la qualità.
Freaxxx17 Gennaio 2011, 10:14 #2
si trova già il folio 100 che ha Nvidia Tegra, hdmi, USB e interessantissime opzioni d'uso; di sicuro se ne parla da troppo tempo per essere ancora rivoluzionario come device, per quanto ne ho sentito parlare RIM ha attuato un time-to-market biblico e rischia di lanciare un prodotto già vecchio, per altro in un settore che è di debutto per la casa.
ulk17 Gennaio 2011, 10:20 #3
Originariamente inviato da: Freaxxx
si trova già il folio 100 che ha Nvidia Tegra, hdmi, USB e interessantissime opzioni d'uso; di sicuro se ne parla da troppo tempo per essere ancora rivoluzionario come device, per quanto ne ho sentito parlare RIM ha attuato un time-to-market biblico e rischia di lanciare un prodotto già vecchio, per altro in un settore che è di debutto per la casa.


Il folio 100 costa poco perchè vale poco.
Brunoliegibastogneliegi17 Gennaio 2011, 10:22 #4
Originariamente inviato da: Freaxxx
si trova già il folio 100 che ha Nvidia Tegra, hdmi, USB e interessantissime opzioni d'uso; di sicuro se ne parla da troppo tempo per essere ancora rivoluzionario come device, per quanto ne ho sentito parlare RIM ha attuato un time-to-market biblico e rischia di lanciare un prodotto già vecchio, per altro in un settore che è di debutto per la casa.


Il Folio 100???? Hahahhahahahahahhahahaaa non dico altro.
Sto playbook invece è molto interessante, ho solo qualche timore per la batteria, perchè come prestazioni da quanto visto al ces è notevolissimo!
Freaxxx17 Gennaio 2011, 10:36 #5
Originariamente inviato da: ulk
Il folio 100 costa poco perchè vale poco.


Originariamente inviato da: Brunoliegibastogneliegi
Il Folio 100???? Hahahhahahahahahhahahaaa non dico altro.
Sto playbook invece è molto interessante, ho solo qualche timore per la batteria, perchè come prestazioni da quanto visto al ces è notevolissimo!


come dire che l'acquirente medio ne sappia qualcosa, anche solo lontanamente, di informatica ed elettronica.

la domanda tipo è una tra le 2 "questo prodotto è buono?" oppure "costa poco?", non "questo prodotto risponde alle mie esigenze?" oppure "questo prodotto è conveniente?".

l'informatica è un mercato di massa, la qualità non paga, conta cosa crede la gente, basta mettere il prezzo del folio e un video che illustri le qualità in quanto a connettività e la maggior parte delle persone preferirà il folio.
Brunoliegibastogneliegi17 Gennaio 2011, 10:59 #6
Originariamente inviato da: Freaxxx
l'informatica è un mercato di massa, la qualità non paga, conta cosa crede la gente, basta mettere il prezzo del folio e un video che illustri le qualità in quanto a connettività e la maggior parte delle persone preferirà il folio.


Si ma passeranno 10 anni prima che un acquirente del folio compri un altro prodotto toshiba! Alla fine la qualità (che porta alla soddisfazione del cliente) paga sempre.
sbudellaman17 Gennaio 2011, 11:57 #7
Originariamente inviato da: Freaxxx
come dire che l'acquirente medio ne sappia qualcosa, anche solo lontanamente, di informatica ed elettronica.

la domanda tipo è una tra le 2 "questo prodotto è buono?" oppure "costa poco?", non "questo prodotto risponde alle mie esigenze?" oppure "questo prodotto è conveniente?".

l'informatica è un mercato di massa, la qualità non paga, conta cosa crede la gente, basta mettere il prezzo del folio e un video che illustri le qualità in quanto a connettività e la maggior parte delle persone preferirà il folio.


Preciso che parlo da profano dell'argomento... però a mio parere non accade molto spesso che un completo ignorante di informatica acquisti un tablet, è più probabile che acquisti un notebook o un netbook a basso prezzo. Penso che buona parte di chi acquisti un tablet abbia un minimo di consapevolezza nel fatto che la qualità si paga.
Willy_Pinguino17 Gennaio 2011, 14:14 #8
se il tablet diventa un oggetto di moda allora la gente lo acquisterà per moda, la qualità non è valutabile se non per la risposta di amici e conoscenti... quindi un acquirente che vive in un ecosistema RIM prendendo il PlayBook si sentirà appagato a prescindere se il prodotto è valido o meno...

io sposterei l'attenzione su altro rispetto alle caratteristiche hw che sono piuttosto simili a quelle di altri prodotti...
Toshiba con il Folio ha problemi di compatibilità con android, è questo il punto debole, se il SO si pianta, è il prodotto che ne risente, se l'hw non si spegne a caso o non ha malfunzionamenti hw allora è il rapporto tra hw e sw che ha e dà problemi
Apple con iOS ha un sistema stabile e testato, che viene aggiornato costantemente e che, se le caratteristiche hw dei terminali lo supporta, è disponibile per tutti i prodotti Apple, anche vecchi.
Google produce un SO per mobile come M$ produce un SO per pc, e allo stesso modo sono i produttori dell'hw a dover fornire la compatibilità per i propri prodotti, quindi se commettono errori di sviluppo software come Toshiba con il Folio 100, il risultato è un prodotto che pare pare un flop, anche se magari ha ottime caratteristiche di base. Poi stà ai produttori decidere se supportate i prodotti più vecchi e sappiamo bene che troppo spesso non lo fanno.
Rim ha un sistema operativo nuovo, per ora mai passato sul mercato anche se ha il totale controllo sull'hw quindi può ottimizzare il proprio sw (ed in questo è più vicino a Apple che agli altri produttori) ma deve ancora dimostrare di sapersi muovere adeguatamente.

degli app store inutile parlare, specie fino a che non c'e' un prodotto in vendita da testare...

in totale, sul mercato ci sono iPad e pochi altri slate, e per ora solo il prodotto apple ha diffusione, attrattiva "di moda" e visibilità...
quando arriveranno concorrenti si potrà fare paragoni, ma per ora non c'è competizione

(PS.
ma perchè il Galaxy costa quanto un iPad???)
Baboo8519 Gennaio 2011, 15:03 #9
Originariamente inviato da: Willy_Pinguino
(PS.
ma perchè il Galaxy costa quanto un iPad???)


Perche' hanno l'intelligenza di un criceto ubriaco e non hanno capito che il successo dei prodotti Apple e' per la novita' in se' e per le modalita' di utilizzo e non perche' fa prezzi alti. Hanno voluto copiare anche quello. Vedi gli smartphone, stessa cosa.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^