Rilasciato Ubuntu Touch OS: ecco come installarlo sui dispositivi Nexus

Rilasciato Ubuntu Touch OS: ecco come installarlo sui dispositivi Nexus

Canonical, in concomitanza alla pubblicazione di Ubuntu 13.10 ha rilasciato la prima versione stabile di Ubuntu Touch OS

di pubblicata il , alle 15:49 nel canale Telefonia
NexusUbuntuGoogle
 

Lo staff Canonical ha rilasciato oggi ufficialmente la prima versione stabile di Ubuntu Touch, la 1.0 che i possessori di dispositivi Nexus attendevano ormai da mesi. Infatti, al momento il nuovo sistema operativo basato su kernet Linux è installabile esclusivamente su terminali Pure Google.

Ubuntu Touch OS

Si tratta della prima di distribuzione di Canonical pensata per il mondo mobile, introdotta ufficialmente con il lancio di Ubuntu 13.10 che mostra un'evidente convergenza fra i vari mondi del settore informatico, fra cui quello desktop e quello legato a smartphone e tablet. Attualmente Ubuntu Touch 1.0 può essere installato su Galaxy Nexus, Nexus 4, Nexus 7 e Nexus 10.

Ubuntu Touch anticipa la shell Unity 8 che verrà installata su Ubuntu 14.04 e la piena convergenza fra i due mondi che sempre più diventano legati tra di loro, come abbiamo potuto vedere con Windows 8 di Microsoft, ad esempio. L'interfaccia viene sviluppata per essere facilmente visualizzata su dispositivi di dimensioni estremamente diverse fra di loro, mentre sono state aggiunte delle applicazioni semplicemente immancabili sul fronte smartphone, come quella specifica per le informazioni meteorologiche, un file manager in stile Nautilus e logicamente le rubrica telefonica.

Al momento Ubuntu Touch 1.0 è di fatto privo di applicazioni specifiche pensate per la nuova piattaforma operativa e gran parte del suo successo sarà stabilito non solo dalle collaborazioni con i vari partner commerciali e produttori terzi di smartphone, ma anche dalla quantità di applicazioni e dall'interesse che gli sviluppatori mostreranno nel nuovo sistema.

La domanda che balena in testa a molti fra i possessori di dispositivi "Pure Google" sembra chiara, al momento. Come installare Ubuntu Touch sul mio dispositivo Nexus? In aiuto alla nostra necessità giunge proprio il sito Ubuntu ufficiale, la cui guida riportiamo in italiano. Ricordiamo che Hardware Upgrade declina ogni responsabilità sulle operazioni di installazione da effettuare scritte in questa pagina. L'operazione potrebbe compromettere seriamente le funzionalità del dispositivo e l'utente si prende ogni responsabilità di ogni azione effettuata sullo stesso, consapevole che l'operazione potrebbe non andare a buon fine.

La guida è inoltre per utenti che sanno di avere un minimo di perizia con operazioni di questo tipo, dal momento che nonostante la relativa semplicità richiede nozioni informatiche leggermente più avanzate rispetto a quelle basilari.

Ubuntu Touch 1.0 andrà a sostituire di fatto la versione di Android installata sul Nexus in uso, quindi è bene effettuare un backup su un hard disk o un pendrive USB esterno in modo da non perdere definitivamente i dati sensibili. Inoltre secondo quanto riportato sul sito Ubuntu attualmente è compatibile ufficialmente solamente con Galaxy Nexus (maguro, con i firmware takju o yakju) e Nexus 4 (mako, con il firmware occam).

Di seguito riportiamo le istruzioni per installare il sistema operativo Ubuntu Touch OS su dispositivi compatibili:

Dal desktop, avente una distro Ubuntu installata, bisogna accedere al terminale premendo Ctrl+Alt+T e digitare la riga:

sudo add-apt-repository ppa:phablet-team/tools

Una volta completata l'operazione digitare le due seguenti righe di comando:

sudo apt-get update
sudo apt-get install phablet-tools android-tools-adb android-tools-fastboot

Adesso bisogna sbloccare il bootloader del dispositivo, se è già sbloccato passare al prossimo step. Effettuando questa procedura verranno eliminati tutti i dati personali.

  • Spegnere il dispositivo e premere contemporaneamente: Tasto d'accensione + Volume su + Volume giù
  • Dopo che verrà caricato il bootloader, collegare il dispositivo al computer via USB
  • Sul computer, nel terminale digitare: "sudo fastboot oem unlock", senza virgolette, e accettare i termini dello sblocco
  • Avviare il dispositivo premendo il tasto d'accensione

Se si verifica un bootloop durante l'operazione di avvio, bisogna eseguire le seguenti operazioni, altrimenti si può passare tranquillamente allo step successivo:

  • Durante il bootloop accedere alla modalità Recovery come spiegato poco sopra, premendo contemporaneamente: Tasto d'accensione + Volume su + Volume giù
  • Nella modalità fastboot bisogna usare i tasti del volume per portare il cursore sopra o sotto e il tasto accensione per selezionare la voce evidenziata
  • Premere il tasto volume su e il tasto d'accensione contemporaneamente (senza lasciare premuto) per accedere alla recovery stock
  • Una volta nella Recovery eseguire un factory reset/data wipe e poi riavviare il dispositivo

Sul dispositivo, una volta avviato Android bisogna attivare la modalità USB debugging:

  • Su Ice Cream Sandwich (versione 4.0) andare su Impostazioni > Sistema > Opzioni sviluppatore > USB Debugging
  • Su Jelly Bean (versioni 4.1 e 4.2) andare su Impostazioni > About (Telefono o Tablet) > e premere sette volte sulla dicitura Build per entrare nelle opzioni dello sviluppatore
  • Sulla versione 4.2.2 andare su Impostazioni > About e premere sette volte sulla dicitura Build per entrare nelle opzioni dello sviluppatore
  • Se richiesto bisogna accettare una host key sul dispositivo. Dal terminale su PC digitare: "adb kill-server; adb start-server" e premere invio

A questo punto non ci resta che lanciare l'installazione di Ubuntu Touch 1.0 lanciando da terminale il comando:

phablet-flash ubuntu-system --no-backup

Questa operazione installerà l'ultima build di Ubuntu Touch OS disponibile, che si riavvierà con la shell Unity di Ubuntu. La procedura può richiedere molto tempo. Se l'ultimo passo non viene completato con successo, bisogna rieffettuare il factory reset e il wipe dei dati e rieseguire l'ultimo comando da terminale. L'operazione non funziona se il dispositivo è spento o nel bootloader; "adb devices" deve riconoscere il dispositivo.

Maggiori informazioni sulla procedura di installazione possono essere trovate in lingua inglese sul sito ufficiale di Ubuntu.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

13 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
blengyo18 Ottobre 2013, 16:03 #1
finalmente!!
nickmot18 Ottobre 2013, 16:07 #2
Spero in un porting per il mio telefono, la prima beta venne portata, speriamo che a qualcuno interessi ancora il DROID4
Pier220418 Ottobre 2013, 16:20 #3
Sul mio HD2 ho installato una ROM nexus, si può installare Ubuntu Touch qui?
o dico una cag.. pazzesca alla fantozzi?
Donbabbeo18 Ottobre 2013, 17:07 #4
Originariamente inviato da: Pier2204
Sul mio HD2 ho installato una ROM nexus, si può installare Ubuntu Touch qui?
o dico una cag.. pazzesca alla fantozzi?


Sull'HD2 c'hanno installato di tutto, non vedo perché no
Pier220418 Ottobre 2013, 17:18 #5
Originariamente inviato da: Donbabbeo
Sull'HD2 c'hanno installato di tutto, non vedo perché no


Si è vero, ma da quello che ho capito Ubuntu Touch ha bisogno di hardware di un certo livello, minimo un dual core e 1 Giga di ram, credo, l'HD2 è uno smartphone datato, monta uno snapdragon monocore a 1 GHZ e 512 Mega di ram, non so se è sufficente per far girare adeguatamente Ubuntu
marino8618 Ottobre 2013, 17:28 #6
Voglio Slackware!!!
inatna18 Ottobre 2013, 18:27 #7
Originariamente inviato da: marino86
Voglio Slackware!!!


Io invece Gentoo, preferibilmente da compilare direttamente sul telefono
abcdeeeeff18 Ottobre 2013, 18:51 #8
Su nexus 4 e nexus 7 si può installare in multiboot con android tramite multirom(cercate su xda per informazioni)
FunnyDwarf18 Ottobre 2013, 19:05 #9
Originariamente inviato da: Pier2204
Si è vero, ma da quello che ho capito Ubuntu Touch ha bisogno di hardware di un certo livello, minimo un dual core e 1 Giga di ram, credo, l'HD2 è uno smartphone datato, monta uno snapdragon monocore a 1 GHZ e 512 Mega di ram, non so se è sufficente per far girare adeguatamente Ubuntu

quelli sono i requisiti per i tablet, su telefono single core e 512 di ram dovrebbero essere sufficienti. vedremo: visti i trascorsi su hd2 un port sarà quasi scontato, la versione preview però su desire era abbastanza lenta.
Phoenix Fire18 Ottobre 2013, 23:06 #10
qualcuno la ha provata? ma come applicazioni c'è qualcosa di installabile? gli apk android sono inutilizzabili o c'è un modo per usarli?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^