Qualcomm ufficializza il nuovo sensore biometrico nascosto sotto al display

Qualcomm ufficializza il nuovo sensore biometrico nascosto sotto al display

Direttamente dal MWC 2017 di Shanghai, Qualcomm, ha presentato oggi il suo nuovo Snapdragon 450 ma anche una nuova soluzione per lo sblocco dello smartphone con il dito. Un sensore biometrico nascosto sotto il vetro del device. Ecco come funziona.

di Bruno Mucciarelli pubblicata il , alle 14:21 nel canale Telefonia
SnapdragonQualcomm
 

La volontà da parte delle aziende produttrici di smartphone è quella di introdurre nei prossimi mesi un sensore biometrico per lo sblocco dello smartphone non più a vista ma nascosto al di sotto del display in modo tale da poter sfruttare la moda del moda che vede schermi completamente borderless che dunque non danno più realmente spazio sul frontale per il posizionamento di un sensore fisico. Ecco che Qualcomm, durante il MWC 2017 di Shanghai, ha presentato, accanto al nuovo chip Snapdragon 450, anche la sua soluzione tecnologica di "Fingerprint Sensor". Un vero e proprio sensore con riconoscimento ultrasonico delle impronte digitali che permetterà dunque uno sblocco sicuro dello smartphone senza però incorrere in progettazioni particolari per il suo posizionamento.

In questo caso a livello tecnico i nuovi sensori presentati da Qualcomm funzionano sia al di sotto del display, quindi nella parte inferiore del display, sotto la scocca in metallo o in vetro ma anche al di sotto del vetro a protezione del display vero e proprio. Una triade di soluzioni che dunque permetteranno ai produttori di smartphone di realizzare ogni sorta di device che sia esso di fascia alta ma anche per la fascia media o bassa.

Come detto in apertura il nuovo sistema di Qualcomm prevede l'uso della tecnologia ad ultrasuoni che permetterà di riconoscere il tocco tramite lo schermo. In questo caso però vi sono alcune prerogative affinché il tutto funzioni con la soluzione al di sotto del display: lo stesso, infatti, dovrà essere di tipo OLED e non superare uno spessore di 1200 μm. Una limitazione che potrebbe dunque presagire l'uso di questo sensore negli smartphone di fascia alta dove chiaramente il produttore posizionerà un display di tipo OLED che costa decisamente di più rispetto a quello classico LCD. Il nuovo sensore di Qualcomm però permetterà anche il rilevamento del battito cardiaco nonché della pressione del sangue il tutto per migliorare il rilevamento dell'impronta e dunque dello sblocco in totale sicurezza.

Per le altre versioni, la Glass e la Metal, Qualcomm dichiara come i produttori di smartphone potranno integrare questi sensori al di sotto di superfici in alluminio o vetro con uno spessore massimo di 650 μm per il Glass e di 800 μm per quella Metal. Palese chiaramente la possibilità di integrare i vari sensori con i processori Qualcomm e in questo l'azienda ha delineato come gli stessi per il vetro e il metallo risultano compatibili alle serie Snapdragon 650 e 630 a differenza del sensore nascosto sotto il display che invece verrà sfruttato dai futuri chip in arrivo ma anche con processori non Qualcomm.

Per quanto riguarda invece le disponibilità, Qualcomm, ha dichiarato che i due sensori Glass e Metal saranno a disposizione dei produttori di smartphone già a partire da questo mese e potranno essere impiegati entro la prima metà del 2018. Per quanto riguarda invece il sensore "top di gamma" nascosto al di sotto del display l'azienda conta di porlo a disposizione dei produttori nel quarto trimestre del 2017.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen28 Giugno 2017, 14:27 #1
da ingegnIere sono molto interessato alla parte tecnica.. Mi piacerebbe vedere come hanno effettivamente implementato questa soluzione...
Felix93029 Giugno 2017, 08:34 #2
vale a dire che uno può posare il dito sia davanti allo schermo, che nella parte posteriore?
mmm.. prevedo un elevato consumo batteria (credo sia una novità, e anche a piacerebbe capire la parte tecnica del "come".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^