Qualcomm Toq disponibile per il preordine a partire dal prossimo 2 dicembre

Qualcomm Toq disponibile per il preordine a partire dal prossimo 2 dicembre

Secondo quanto rilasciato ufficialmente in queste ore il primo smartwatch Qualcomm potrà essere preordinato a partire dal prossimo 2 dicembre

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Telefonia
Qualcomm
 

Annunciato lo scorso settembre nel corso dell'ultimo IFA di Berlino, Qualcomm Toq ha inaspettatamente lanciato l'azienda produttrice di SoC mobile nel mondo degli smartwatch. Stando al comunicato ufficiale diffuso in queste ultime ore il primo orologio intelligente di Qualcomm dovrebbe essere disponibile per il preordine a partire dal prossimo 2 dicembre ad un prezzo di 349$.

I preordini sono per il momento riservati al modello di colorazione nera, la versione bianca sarà resa disponibile tra qualche settimana.

Qualcomm Toq
SoC ARM Cortex M3 200MHz (non Snapdragon)
Display 288x192 a colori 1.55 pollici basato su tecnologia Mirasol
Dimensioni

Cinturino adatto a polsi di dimensioni da 6 a 8.7 pollici

superficie superiore di 43.3x47.6x9.96mm

Peso 0,2 libbre
OS ThreadX, compatibile con Android 4.0.3 o successivi
I/O Bluetooth

Fiore all'occhiello di Toq è sicuramente il suo display touch a colori basato su tecnologia Mirasol, che permette una visualizzazione ottimale anche sotto il sole assieme a consumi energetici praticamente irrisori. Grazie a Mirasol, il display di Toq può restare sempre accesoconsentendo autonomie teoriche decisamente di ottimo livello, sfiorando la settimana di utilizzo. Secondo Qualcomm, infatti, Toq può raggiungere anche i 5 giorni di utilizzo continuato.

Il design è essenzialmente privo di bottoni e connettori, mentre la batteria è posizionata nella parte opposta del display, sul cinturino. La ricarica avviene esclusivamente tramite sistema induttivo, quindi senza fili, grazie all'accessorio fornito in dotazione acquistando lo smartwatch. Per quanto riguarda la compatibilità, Toq richiede l'ausilio di un dispositivo Android 4.0.3 o successivo per poter gestire tramite app dedicata messaggi di testo, chiamate, rubrica e ascoltare la musica tramite le cuffie wireless. Non è esclusa una futura apertura anche ai dispositivi iOS.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Prezelino27 Novembre 2013, 09:07 #1
sembra veramente bello, peccato il prezzo altissimo. Probabilmente bisogna aspettare ancora almeno un anno e far maturare questi tipi di tecnologie prima di avere wearable tech degna di questo nome
demon7727 Novembre 2013, 09:10 #2
Ha già molto più senso di quella tavanata che ha tirato fuori Samsung.

Adesso resta il problema del prezzo. 350 dollari è molto lontano dalla mia idea di prezzo giusto per un oggetto simile..
Portocala27 Novembre 2013, 09:18 #3
Oltre al telefono devo portarmi anche la base per la ricarica induttiva? Non posso attaccarlo all'USB di un qualsiasi PC o in macchina con un adattatore ?

Costa quanto un S3 o Nexus 5 se il cambio è 1$:1€ e fa meno cose...
AQ7227 Novembre 2013, 09:19 #4
Perchè avrebbe + senso del Gear? Mi sambra senza modulo telefonico anche questo. Per il resto le caratteristiche del Gear sono decisamente superiori, in tutto. Se il Gear costa 300€ questo dovrebbe costarne massimo 150.
Domenik7327 Novembre 2013, 09:28 #5
Originariamente inviato da: AQ72
Perchè avrebbe + senso del Gear? Mi sambra senza modulo telefonico anche questo. Per il resto le caratteristiche del Gear sono decisamente superiori, in tutto. Se il Gear costa 300€ questo dovrebbe costarne massimo 150.


2 cose fondamentali (per un oggetto del genere), tra l'altro citate anche nell'articolo: 1. l'autonomia (5/7 giorni; il gear lo devi caricare tutte le sere), 2. lo schermo ben visibile alla luce del sole (magari stai in strada, in una bella giornata soleggiata, vuoi vedere che ore sono e non hai bisogno di mettere una mano davanti allo schermo per capire chiaramente l'orario)
AQ7227 Novembre 2013, 09:41 #6
Originariamente inviato da: Domenik73
2 cose fondamentali (per un oggetto del genere), tra l'altro citate anche nell'articolo: 1. l'autonomia (5/7 giorni; il gear lo devi caricare tutte le sere), 2. lo schermo ben visibile alla luce del sole (magari stai in strada, in una bella giornata soleggiata, vuoi vedere che ore sono e non hai bisogno di mettere una mano davanti allo schermo per capire chiaramente l'orario)

Rimango della stessa idea: senza modulo telefonico preferisco uno swatch da 70€. Di giorno si vede meglio, l'autonomia è di oltre 1 anno e tirare fuori dalla tasca il mio Note3 non mi crea nessun problema.
Portocala27 Novembre 2013, 09:52 #7
Nessun smartwatch ha il modulo telefonico ...

E il telefono nel 70% dei casi dovrai tirarlo fuori comunque
calabar27 Novembre 2013, 09:52 #8
L'ottima notizia è che finalmente vedremo utilizzati i display mirasol, che hanno potenzialità enormi.
Questo pone il dispositivo sullo stesso piano del pebble, ma con un display che è a colori e all'occorrenza è capace di comportarsi come uno tradizionale.

Prezzo in effetti elevato, ma per lo meno il dispositivo comincia ad avere un senso a differenza del Gear.

Concordo con chi dice che sarebbe stato utile avere un connettore microUSB, anche se la lunga autonomia riduce la necessità di portarsi il caricabatterie ad induzione dietro. Che standard utilizza il caricabatterie?
calabar27 Novembre 2013, 09:58 #9
@AQ72
Neanche io ho problemi, ma se mi chiamano o mi arriva un messaggio mentre sono in un luogo un po' chiassoso (supermercato, locale, ecc...) non me ne accorgo. E questo certo non lo fai con lo swatch.

Gli smartwatch sono essenzialmente dispositivi di notifica che devono anche assumere le veci degli orologi tradizionali e avere qualche funzione in più che gli consenta di differenziarsi e rendersi appetibili sul mercato.
Ma ciò che prima di tutto devono soddisfare sono le prime due (notifica e orologio), e in questo il Gear è carente a causa del display e dell'autonomia, il qualcomm molto meno.

Il mio "smartwatch" ideale comunque dovrebbe trasformarsi in un auricolare BT, lo stacco dalla cinghietta e lo porto all'orecchio, consentendomi di rispondere alle chiamate.
nickmot27 Novembre 2013, 10:18 #10
Originariamente inviato da: AQ72
Perchè avrebbe + senso del Gear? Mi sambra senza modulo telefonico anche questo. Per il resto le caratteristiche del Gear sono decisamente superiori, in tutto. Se il Gear costa 300€ questo dovrebbe costarne massimo 150.


L'unica cosa che non ha senso negli smartwatch è proprio il modulo telefonico.

Originariamente inviato da: Domenik73
2 cose fondamentali (per un oggetto del genere), tra l'altro citate anche nell'articolo: 1. l'autonomia (5/7 giorni; il gear lo devi caricare tutte le sere), 2. lo schermo ben visibile alla luce del sole (magari stai in strada, in una bella giornata soleggiata, vuoi vedere che ore sono e non hai bisogno di mettere una mano davanti allo schermo per capire chiaramente l'orario)


This!
Con tutto che anche questo ha un prezzo improponibile per un gadget.
Credo che, per un companion dello smrtphone fosse più corretto il posizionamento del vecchio smartwatch Sony, quello che da ultimo si trovava comodamente sotto le 50€.

Per il resto preferirei uno smartphone che stia in tasca e che sia usabile con una mano sola, senza bisgono di un'altro accrocchio. peccato non ne facciano più!
Capisco he le case costruttrici siano dell'opinione opposta, vorrebbero vendere 2 oggetti invece che uno che possa asservire comodamente a tutte le funzioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^