Qualcomm Snapdragon X65 ufficiale: è il primo modem 5G da 10Gbit/s

Qualcomm Snapdragon X65 ufficiale: è il primo modem 5G da 10Gbit/s

Grazie all'uso di diverse tecnologie di nuova generazione, Qualcomm è riuscita a produrre un modem 5G capace di raggiungere velocità di trasferimento pari a 10Gbps

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Telefonia
QualcommSnapdragon
 

Qualcomm Snapdragon X65 è il primo modem 5G al mondo capace di raggiungere velocità di trasferimento di 10 Gigabit al secondo, grazie al supporto delle mmWave e di un sistema modem-antenna ottimizzato per le nuove velocità. E' anche il primo sistema compatibile con la release 16 del 3GPP, ed è attualmente in fase di distribuzione agli OEM. Arriverà sui primi dispositivi entro la fine del 2021, già a partire probabilmente dai prossimi mesi.

"La transizione al 5G rappresenta per Qualcomm una grande opportunità, in quanto la tecnologia mobile è in procinto di creare benefici per praticamente ogni settore", ha dichiarato Cristiano Amon, presidente e CEO eletto di Qualcomm Incorporated, in fase di lancio. "Stiamo raggiungendo una traguardo estremamente significativo con il sistema modem-RF Snapdragon X65 5G, liberando la connettività fino a 10 Gigabit al secondo e il supporto per le più recenti specifiche 5G che giocheranno un ruolo fondamentale nell'abilitare nuovi casi d'uso 5G, non solo per esperienze smartphone premium ridefinite, ma anche aprendo un nuovo regno di possibilità di espansione 5G attraverso banda larga mobile, calcolo, XR, IoT industriale, reti private 5G e accesso wireless fisso."

Le innovazioni chiave del nuovo sistema di modem e antenna possono essere racchiuse nei seguenti sette punti, così come annunciati da Qualcomm:

  • L'architettura aggiornabile del sistema consente miglioramenti, espandibilità e personalizzazione in tutti i segmenti del 5G, come l’abilitazione di importanti caratteristiche e capacità che non sono ancora disponibili. Il nuovo modem abilita l'accelerazione del rollout delle nuove funzionalità della release 16 del 3GPP tramite aggiornamenti software. Sulla carta le soluzioni basate su Snapdragon X65 non dovrebbero divenire obsolete nel tempo, estendendo il ciclo di vita del dispositivo in diversi ambiti.
  • Compatibilità con il modulo antenna Qualcomm 545 mmWave di quarta generazione, progettato per estendere la copertura mmWave e consumare meno energia. Si abbina al nuovo sistema modem-RF Snapdragon X65 per supportare una maggiore potenza di trasmissione e tutte le frequenze globali mmWave, compresa la nuova banda n259 (41 GHz), mantenendo però gli stessi ingombri della generazione precedente.
  • Il sistema utilizza una tecnologia IA per la sintonizzazione dell'antenna, la prima al mondo. Il sistema intelligente promette su carta ulteriori benefici nelle prestazioni e nell'efficienza energetica. Ad esempio, l'uso dell'AI aumenta del 30 per cento, rispetto alla generazione precedente, l'accuratezza nel rilevare l’hand grip. Questo miglioramento supporta una maggiore capacità di sintonizzazione dell'antenna che porta a una maggiore velocità dei dati, una migliore copertura e una maggiore durata della batteria.
  • Power Tracking di nuova generazione: anch'essa più piccola, più efficiente e più performante rispetto alla passata generazione.
  • Aggregazione dello spettro più completa, su tutte le bande e combinazioni chiave 5G, comprese mmWave e sub-6 GHz, utilizzando sia il duplex a divisione in frequenza (FDD) che il duplex a divisione temporale (TDD),.
  • Qualcomm 5G PowerSave 2.0: si basa sulle nuove tecnologie di risparmio energetico definite nella release 16 del 3GPP, come il Connected-Mode Wake-Up Signal.
  • Qualcomm Smart Transmit 2.0, una tecnologia unica a livello di sistema, che sfrutta la consapevolezza del sistema modem-antenna per aumentare la velocità di caricamento dei dati e migliorare la copertura per le bande mmWave e Sub-6 GHz, continuando sempre a soddisfare i requisiti di emissioni RF.

 

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Zurlo10 Febbraio 2021, 16:51 #1
Per esigenze di marketing, non lo avrei chiamato "5G" - qualsiasi cosa va bene, ma vista la quantita' di "fulminati" che ci sono in giro, si rischia una lista di proscrizione per gli smartphone che lo installeranno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^