Qualcomm Snapdragon 670 ufficiale: octa-core con due Big Core per la fascia media

Qualcomm Snapdragon 670 ufficiale: octa-core con due Big Core per la fascia media

Qualcomm ha annunciato la nuova mobile platform di ultima generazione per la fascia media, che si posiziona immediatamente più in basso di SD710

di pubblicata il , alle 17:21 nel canale Telefonia
QualcommSnapdragon
 

Durante le scorse ore Qualcomm ha annunciato una nuova piattaforma per smartphone mid-range, diretto successore di Snapdragon 660. Qualcomm Snapdragon 670 è la nuova "Mobile Platform" per la fascia media e arriva dopo l'introduzione della Serie SD700 con il modello Snapdragon 710. Il nuovo SoC sembra essere costruito sulla base di quest'ultimo con specifiche tecniche molto simili, laddove le differenze non sembrano estremamente determinanti.

Entrambi i chipset dispongono infatti di otto core Kryo 360 (due CA75 e sei CA55), ma sul nuovo modello abbiamo frequenze di 2,0 GHz per il dual-core principale e 1,7 GHz per l'esa-core secondario. Su Snapdragon 710, invece, il SoC principale ha una frequenza di 2,2 GHz. Le differenze non si estinguono nelle sole frequenze dei core principali: la GPU integrata su Snapdragon 670 è una Adreno 615, mentre il modem è uno Snapdragon X12 LTE (e non un X15).

Questo comporta il supporto di sensori fotografici da 25 MP o 16 MP in setup dual, laddove Snapdragon 710 garantisce un massimo di 32 MP o 20 MP in dual; e di connettività da massimo 600 Mbps in download invece degli 800 Mbps concessi da SD710. Rispetto al predecessore diretto, lo Snapdragon 660, si segnala la "perdita" di due "Big Core", ma le migliori prestazioni delle nuove tecnologie adottate dovrebbero garantire prestazioni in multi-threading paragonabili.

Non sappiamo quali siano gli svantaggi della GPU Adreno 615 rispetto al modello 616 implementato su SD710, tuttavia ci troviamo in entrambi i casi di fronte a tecnologie di ultima generazione: rispetto a SD660 possiamo attenderci, stando alle note di Qualcomm, un aumento prestazionale del 25%, laddove SD710 garantiva un boost del 35%. DSP e ISP hanno lo stesso design sui due nuovi SOC, che condividono anche lo stesso processo produttivo LPP a 10-nm.

Snapdragon 670 supporta risoluzioni di massimo Full HD+ (e non Quad HD+ come il fratello maggiore) ed è "pin compatibile" con Snapdragon 710. Al momento in cui scriviamo è già disponibile per i partner commerciali, e dovrebbe arrivare sui primi prodotti nei prossimi mesi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar09 Agosto 2018, 18:34 #1
Ma non era stato presentato lo Snapdragon 710 come erede del 660?

Ad ogni modo ben venga questo aggiornamento, nella speranza che lo si utilizzi un po' più del suo predecessore.
Certo, con solo due core ad alte prestazioni parrebbe più lento del 660 che era invece un 4+4, ma con core di generazione precedente.
tuttodigitale10 Agosto 2018, 11:03 #2
Originariamente inviato da: calabar
Ma non era stato presentato lo Snapdragon 710 come erede del 660?

Ad ogni modo ben venga questo aggiornamento, nella speranza che lo si utilizzi un po' più del suo predecessore.
Certo, con solo due core ad alte prestazioni parrebbe più lento del 660 che era invece un 4+4, ma con core di generazione precedente.

il 710 è ill 20% più veloce in specint rispetto al 660, nonostante abbia la meta dei big core...
Il 670 avrà solo frequenze base circa del 10% più basse.
Per la GPU Qualcomm pubblicizza prestazioni superiori del 25%

In sostanza tra il sd670 e il sd710 non cambierebbe praticamente niente nella sostanza per le prestazioni. Cambiano il tipo di connettività (non c'è il MIMO 4X4) e il supporto alla decodifica hdr a 10bit

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^