Qualcomm ancora contro gli octa-core: l'85% delle app ne usa solo due

Qualcomm ancora contro gli octa-core: l'85% delle app ne usa solo due

Qualcomm ha pubblicato un nuovo video per pubblicizzare i propri processori che dispongono di core singoli migliori rispetto alla concorrenza

di pubblicata il , alle 08:01 nel canale Telefonia
Qualcomm
 

MediaTek e Samsung hanno annunciato di essere al termine sulla lavorazione su nuovi processori octa-core "reali". Come sappiamo Exynos 5 utilizza già un package contenente otto core al suo interno, tuttavia questi non vengono utilizzati simultaneamente.

Qualcomm: Better cores, not More Cores

Due processori dotati di architetture diverse vengono attivati in base al carico di lavoro sulla CPU grazie alla tecnologia big.LITTLE di ARM. Se il software richiede maggiore potenza computazionale i quattro core basati su Cortex-A15 vengono attivati, spegnendosi quando il carico di lavoro è inferiore. In quest'ultimo caso vengono utilizzati quattro core basati su architettura Cortex-A7, più lenta ma al tempo stesso maggiormente efficiente.

L'approccio di Qualcomm per questa generazione e probabilmente anche per le future è sensibilmente differente. All'interno di un singolo package è contenuto un solo processore da quattro core, sviluppati in maniera tale che ogni singolo core possa vantare prestazioni sufficientemente elevate, con sistemi di risparmio energetico tradizionali basati esclusivamente sul controllo di frequenza operativa e voltaggio della CPU.

Per il futuro, come abbiamo detto, sia Samsung che Mediatek vogliono spostarsi verso processori octa-core veri e propri in cui gli otto core vengono utilizzati contemporaneamente per sviluppare una potenza di calcolo parallelo incredibilmente elevata. Tuttavia Qualcomm ha realizzato un video per mostrare i vantaggi di avere core più efficienti, piuttosto che averne in un numero superiore.

L'architettura Qualcomm Snapdragon è stata confrontata con un generico "Our Competitor", generico solo sulla carta dal momento che la scritta è stata realizzata con gli stessi caratteri e colori del logo di MediaTek, la prima a dichiararsi interessata nel settore dei processori octa-core. All'interno del video possiamo vedere anche una statistica interessante: su Android ben 17 app su 20 utilizzano solamente due core, lasciando indisturbati tutti gli altri presenti nella CPU.

Risulta evidente, dopo questa affermazione, che disporre di un numero così elevato di core all'interno di dispositivi mobile sia di fatto inutile e l'approccio di Qualcomm, secondo la stessa società, maggiormente equilibrato per fornire le migliori performance nelle più disparate modalità d'utilizzo. Engadget ha contattato MediaTek per un commento ufficiale, ma la società "non commenta riguardo le attività dei concorrenti". In questo caso i cinesi hanno dato una dimostrazione di stile ai taiwanesi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

26 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rubberick02 Settembre 2013, 08:44 #1
e siamo daccordo... però vuoi che magari i developer con tanti core a disp ma non super veloci siano costretti a cercare di parallelizzare di +?

su win i dual core sono arrivati "troppo tardi", la parallelizzazione del lavoro per un sacco di applicazioni potenzialmente multi-thread stenta ancora a decollare uff :\

lo sfruttamento delle operazioni GPUGPU non ne parliamo... i developer e chi fa le roadmap sono troppo pigri e conservativi..

con la scusa di "non tutte le tipologie di applicazioni sono parallelizzabili" hanno fatto una bandiera per non mettersi sotto e fare il proprio dovere..

cmq sia android non è win e vedremo come si evolverà la cosa.. speriamo di non avere troppe app che richiedono frequenze sparate a mille per fare cose relativamente semplici e distribuibili ^^
demon7702 Settembre 2013, 08:52 #2
il punto di vista di Qualcomm mi pare più che ragionevole.. soprattutto pensando al fatto che ora come ora anche quattro sono troppi.

Siamo un po' in un limbo secondo me.. potenza esagerata per uno smartphone ma ancora troppo scarsa per diventare un sostituto del pc (penso al edge di canonical)
Sotto questo aspetto è migliora l'architettura big-little..
emiliano8402 Settembre 2013, 08:56 #3
...e quando loro hanno introdotto i dual e quad core invece erano utili e sfruttatissimi vero?

(un dual core su WP8 mi basta e avanza, come un single core sui WP7)
io7802 Settembre 2013, 08:59 #4
Non so quante applicazioni sui cellulari possano effettivamente essere multicore. Il problema della distribuzione del carico dovrebbe essere del SO cioè se ho 2 App che sfruttano anche solo 2 core finchè il carico di lavoro è sotto il 50/70% condivido 2 core tra le 2 App e lascio i restanti 2/6 spenti. Nel momento in cui una delle app ha necessità di spingere i core oltre il 70% sposto l'elaborazione dell'altra app su dei core separati.
gd350turbo02 Settembre 2013, 09:05 #5
8 core fisici su un cellulare sono sicuramente un idea del marketing...
Il mio cortex a7, quadcore 1.5 ghz, ne usa appunto un paio...
8 ?
Quante persone hanno bisogno di fare progettazione/modellazione 3d / ray tracing / conversione/elaborazione video su un cellulare ?
Raven02 Settembre 2013, 09:07 #6
Originariamente inviato da: emiliano84
...e quando loro hanno introdotto i dual e quad core invece erano utili e sfruttatissimi vero?

(un dual core su WP8 mi basta e avanza, come un single core sui WP7)


WP è notoriamente più "leggero" di android... o meglio, più che altro, ci sono certe installazioni di android che sono talmente mal ottimizzate che per essere fluide richiedono i multi-core...
Bivvoz02 Settembre 2013, 09:22 #7
Qualcomm, così come Mediatek e Samsung, fa parte della HSA foundation e quindi non è certo loro intenzione tarpare le ali alla parallelizzazione.
Evidentemente però ritengono ancora inutile l'introduzione di 8 core e su questo concordo in pieno.

Anzi con la logica di HSA probabilmente non servirà mai andare oltre i 4 core (per device consumer) perché se servono più di 4 core probabilmente è meglio delegare i core GPGPU a svolgere quel compito.
I core grossi meglio solo 4 ma più potenti per le cose che non si possono parallelizzare.

Sarebbe interessante capire come sono messi i soc qualcomm da questo punto di vista, è già possibile spostare delle elaborazioni sul lato gpu?
Marko#8802 Settembre 2013, 09:24 #8
Originariamente inviato da: emiliano84
...e quando loro hanno introdotto i dual e quad core invece erano utili e sfruttatissimi vero?

(un dual core su WP8 mi basta e avanza, come un single core sui WP7)


Anche il mio LG L5II ha un single core e va benissimo. Basta sbattersi pochi minuti a sistemare un po' il telefono e tutto migliora, non è Android ad essere pesante ma spesso sono i launcher personalizzati dalle case a far schifo...mi viene in mente la touchwiz di samsung che ogni tanto lagga sull'S3 (i possessori dicono di no ma paragonato a un Nexus ben meno potente si nota subito)
alexdal02 Settembre 2013, 09:53 #9
Ma una applicazione che usa 8 core, e fa uso di rete e altre caratteristiche, poi alla fine ha bisogno dell'azoto liquido per il raffreddamento!!!!1
alexdal02 Settembre 2013, 09:53 #10
Ma una applicazione che usa 8 core, e fa uso di rete e altre caratteristiche, poi alla fine ha bisogno dell'azoto liquido per il raffreddamento!!!!1

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^