Pushbullet diventa un vero e proprio 'messenger universale' con l'ultimo update

Pushbullet diventa un vero e proprio 'messenger universale' con l'ultimo update

Il tool multi-funzione e multi-piattaforma ha ricevuto uno degli aggiornamenti più importanti di sempre, divenendo di fatto un messenger universale in cui il fattore condivisione è il perno principale

di pubblicata il , alle 16:31 nel canale Telefonia
 

Il mondo non ha bisogno di un'altra applicazione di messaggistica istantanea: abbiamo WhatsApp che viene utilizzato da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, Facebook Messenger, Hangouts, Telegram, ognuna con le sue caratteristiche peculiari. Chi vuole entrare oggi nel settore - e ci hanno provato invano in molti - ha bisogno di un'idea unica per cui abbia senso utilizzare un'alternativa alle proposte più valide e diffuse.

Pushbullet

Quell'idea potrebbe venire dal team alla base di Pushbullet, l'applicazione che consente di collegare lo smartphone ad un desktop per condividere rapidamente notifiche, file, testi, immagini, URL. Da alcuni mesi il tool consente anche di rispondere e inviare messaggi di testo e, su Android, è possibile comunicare appoggiandosi a servizi di terze parti, come WhatsApp ed altri fra i messenger più diffusi.

Ma Pushbullet vuole evidentemente penetrare con più veemenza nel settore, aggiungendo un client di messaggistica istantanea a tutto quello che già proponeva in passato. Il nuovo servizio consente quindi di portare a compimento tutte le operazioni che permetteva precedentemente, introducendo però una nuova interfaccia in cui le comunicazioni (e condivisioni) con gli amici rappresentano il fulcro della piattaforma.

Disponibile come estensione per Chrome, Firefox, Safari e Opera, web-app e naturalmente anche come applicazione mobile per iOS e Android, Pushbullet è una chiara dimostrazione di applicazione multi-piattaforma. L'app per Windows introduce anche le "chat-head", ovvero una sorta di sistema ad icone circolari con cui raggiungere velocemente tutte le conversazioni attive con i propri amici.

Pushbullet è stato un progetto vincente sin dagli albori, e a conferma di ciò è cresciuto in maniera esponenziale negli ultimi mesi introducendo funzionalità su funzionalità all'interno di un servizio che già eccelle solo considerando le sue funzioni basilari. Tutte le società promettono una cooperazione ottimale fra i dispositivi dell'ecosistema: Apple con Continuity, Microsoft con Continuum e Google con i propri servizi esclusivi.

Ma Pushbullet non è legato ad un'azienda o a una piattaforma specifica e promette di far cooperare tutti i dispositivi al mondo in maniera semplice, veloce e conveniente. Permette di compiere molte operazioni, e l'aggiunta di un client di messaggistica universale non fa altro che adempiere al suo obiettivo finale: essere il più versatile e universale possibile per aiutarci ad eliminare qualche icona dalla nostra schermata di applicazioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cagnaluia01 Luglio 2015, 16:52 #1
per me era ed è uno strumento indispensabile.
Ma credo non prenderà tanto piede come messenger universale, si è allargato un pò troppo.
Domenik7301 Luglio 2015, 17:03 #2
Lo uso spesso ed è veramente comodo per scambiare informazioni da pc a smartphone.
Per i messaggi la vedo dura... programmi come whatsapp (che viene usato da qualsiasi persona io conosca, a parte qualche over 70) sono molto radicati
Marok01 Luglio 2015, 17:27 #3
Un piccolo appunto, Comtinum di MS con il discorso non ci azzecca nulla. E' tutt'altro.
SpyroTSK01 Luglio 2015, 18:20 #4
Quindi stà diventando come telegram?
danylo01 Luglio 2015, 19:10 #5
Originariamente inviato da: "
Il mondo non ha bisogno di un'altra applicazione di messaggistica istantanea

Infatti. Quello che serve e' un protocollo standard, cosi' da poter comunicare con chiunque, indipendentemente dal client usato (esattamente come facciamo con la posta)

s0nnyd3marco01 Luglio 2015, 21:37 #6
Originariamente inviato da: danylo
Infatti. Quello che serve e' un protocollo standard, cosi' da poter comunicare con chiunque, indipendentemente dal client usato (esattamente come facciamo con la posta)


Una volta c'era XMPP, ma sembra che a Google & co non piaccia
cagnaluia01 Luglio 2015, 21:48 #7
esiste un alternativa simile a pushbullet?
SpyroTSK02 Luglio 2015, 09:38 #8
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Una volta c'era XMPP, ma sembra che a Google & co non piaccia


Google talk inizialmente era basato su XMPP, poi bho. morto tutto
s0nnyd3marco02 Luglio 2015, 13:10 #9
Originariamente inviato da: SpyroTSK
Google talk inizialmente era basato su XMPP, poi bho. morto tutto


Si lo so, era a quello che mi riferivo. Vorrei capire se realmente l'abbandono di XMPP e' dovuto a motivazione tecniche oppure una volonta' esclusivamente commerciale.
SpyroTSK02 Luglio 2015, 13:28 #10
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Si lo so, era a quello che mi riferivo. Vorrei capire se realmente l'abbandono di XMPP e' dovuto a motivazione tecniche oppure una volonta' esclusivamente commerciale.


Il motivo si chiama hangout

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^