Project Ara, un primo prototipo dello smartphone modulare è 'quasi pronto'

Project Ara, un primo prototipo dello smartphone modulare è 'quasi pronto'

Dennis Woodside ha rivelato alcune novità riguardo allo smartphone modulare durante un "hangout" con Marques Brownlee

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Telefonia
 

Senza rivelare alcun nuovo dettaglio specifico su Project Ara, Dennis Woodside ha rilasciato alcune informazioni al popolare YouTuber Marques Brownlee. Il primo smartphone modulare potrebbe in futuro divenire realtà ed essere venduto attraverso Moto Maker, il portale in cui attualmente Motorola offre le varie personalizzazioni di Moto X.

Motorola, Project Ara

"C'è un prototipo sulla base di Project Ara, ed è quasi pronto", ha rivelato Dennis Woodside, CEO di Motorola durante l'hangout. "Si basa sull'idea di avere uno scheletro che tiene insieme una serie di componenti ed i componenti possono essere installati e rimossi a discrezione dell'utente."

Il più grande ostacolo che si presenta in un progetto così ambizioso è trovare un "linguaggio universale" che permetta un corretto scambio di informazioni attraverso tutte le componenti installate. Motorola, in base a quanto detto dal suo CEO durante l'intervista, ha bisogno di sviluppare una piattaforma aperta attraverso la quale anche produttori terzi possano offrire le proprie personalizzazioni, allo stesso modo in cui questo avviene con il software grazie ad Android.

Lo smartphone modulare potrebbe essere venduto tramite Moto Maker, la web app con cui è possibile personalizzare Moto X. Questa scelta potrebbe suggerire alcune fra le caratteristiche del dispositivo alla base di Project Ara: i diversi componenti che andranno a formare lo smartphone (modulo batteria, display, modulo fotocamera) potranno essere scelti in base alle esigenze del singolo utente, così come questo già avviene dal punto di vista del design con Moto X.

"Moto Maker è stato solo l'inizio di una storia a lungo termine che coinvolge il consumatore e gli dà più scelta", sostiene Woodside durante l'intervista. "Ara si spinge molto più avanti, ma è chiaro che le due cose siano collegate fra di loro. Nello stesso modo in cui introduciamo nuovi materiali su Moto Maker, stiamo cercando di perseguire quel modo di operare in tutta la nostra linea di prodotti futuri."

"Ci piacerebbe offrire ai nostri consumatori la possibilità di personalizzare le funzionalità all'interno del dispositivo, ed è lì che Project Ara e Moto Maker potrebbero convergere un giorno", conclude Woodside. Non sappiamo se e quando Project Ara raggiungerà il mercato, né ci sono piani per il prossimo futuro da parte di Motorola. Un primo prototipo è quasi completo, ma da lì ad avere un prodotto funzionante e rifinito per la commercializzazione potrebbe passare un discreto quantitativo di tempo.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

14 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7710 Dicembre 2013, 09:03 #1
Ragionando da geek è fichissimo.
Ma ci sono troppi risvolti negativi:

- con mille configurazioni ottimizzare un sistema per sto telefono è un cinema.

- un aggeggio modulare che devi tenere in tasca 24/7 non sopravvive sei mesi.

- con sto giochino lo faranno costare un patrimonio.

Io dico che il caro buon vecchio smartphone a mattoncino resta ancora la scelta migliore
Portocala10 Dicembre 2013, 10:00 #2
Una volta che i cinesi si metteranno a copiare, i prezzi scenderanno.
Direi che è già un'ottima notizia il fatto che si farà. Diamo tempo al tempo.
nickmot10 Dicembre 2013, 10:19 #3
Originariamente inviato da: Portocala
Una volta che i cinesi si metteranno a copiare, i prezzi scenderanno.
Direi che è già un'ottima notizia il fatto che si farà. Diamo tempo al tempo.


Beh.... I cinesi stanno già copiando!
E' una news di ieri ma non posso linkarla poiché è comparsa sulla concorrenza di questa testata.
Balthasar8510 Dicembre 2013, 10:35 #4
Originariamente inviato da: demon77
Ragionando da geek è fichissimo.
Ma ci sono troppi risvolti negativi:
- con mille configurazioni ottimizzare un sistema per sto telefono è un cinema.
- un aggeggio modulare che devi tenere in tasca 24/7 non sopravvive sei mesi.
- con sto giochino lo faranno costare un patrimonio.
Io dico che il caro buon vecchio smartphone a mattoncino resta ancora la scelta migliore

Se i produttori di HW vogliono vendere i componenti allora saranno LORO a dover fornire drive ottimizzati (come avviene per il mondo computer) invece che rimandare tutto ad i vari samsung, htc, lg, sony.. ecc..


CIAWA
floc10 Dicembre 2013, 11:33 #5
hai ragione. Il problema pero' almeno con android (gli altri so mobili per me contano poco) sono gli ODIOSI framework proprietari che constringono a un rebuild di quasi tutto, anche dipendenze di insoliti componenti di basso livello. Quindi o google si da una svegliata e VIETA i framework proprietari riducendo le personalizzazioni degli OEM a colori e launcher, oppure ci aspettano altri anni di terminali laggosi
Portocala10 Dicembre 2013, 12:15 #6
Originariamente inviato da: nickmot
Beh.... I cinesi stanno già copiando!
E' una news di ieri ma non posso linkarla poiché è comparsa sulla concorrenza di questa testata.


Vista Go Go Xiaomi
Marci10 Dicembre 2013, 12:58 #7
Speriamo non lo presentino in Albania, altrimenti sai che risate
opt3ron10 Dicembre 2013, 16:30 #8
Mi basterebbe lo slot sd per il momento.
LMCH10 Dicembre 2013, 18:49 #9
Secondo me in Motorola qualche conto lo hanno fatto e visto che sono da tantissimo tempo produttori di smartphone credo abbiano ben presenti
sia gli svantaggi che i vantaggi di un sistema modulare.
In fin dei conti quello che gli serve è uno "schema standard" per i bus di I/O e di alimentazione ed relativi metodi di connessione tra i componenti.

Se ci si pensa è stata anche la modularità standardizzata che ha fatto vincere i PC "IBM compatibili" sulla concorrenza ed ora potrebbe accadere lo stesso con gli smartphone.
Questo perchè avere un sistema modulare oltre a "piacere ai geek" semplifica enormemente le riparazioni e permette una maggiore flessibilità di inventario.
Mentre il classico utonto magari non se ne accorgerà neanche che sta usando un sistema modulare (glielo assmblano su misura quando lo ordina e gli arriva già assemblato).
Graal9210 Dicembre 2013, 21:12 #10
Secondo me non si farà mai, semplicemente perchè i produttori ci andrebbero a perdere. I computer si stanno purtroppo muovendo nella direzione opposta, ovvero si cerca di integrare tutto, anche i processori. Potrà essere che fra un po' si dovrà comprare mobo con cpu saldata sopra e ogni volta che si vuole un upgrade si dovrà cambiare tutto. Un telefono modulare significherebbe che uno se lo compra una volta, e poi si limita ad aggiornare qualche componente che gli piace. In pratica verrebbe a mancare il meccanismo del vecchio-dopo-du-mesi che è quello con cui guadagnano ora le case.

Certo però che sarebbe na figata...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^