Produttori d'accordo a mantenere basse le licenze LTE

Produttori d'accordo a mantenere basse le licenze LTE

I più grossi nomi coinvolti nello sviluppo delle tecnolgie LTE hanno raggiunto un accordo per mantenere bassi e trasparenti i costi delle licenze delle nuove tecnologie LTE

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 13:30 nel canale Telefonia
 

Quando si parla di nuove tecnologie la voce 'costi' è sempre molto importante per favorirne o frenarne lo sviluppo e la diffusione. Grossi nomi, del calibro di Alcatel-Lucent, Ericsson, NEC, NextWave Wireless, Nokia, Nokia Siemens Networks e Sony Ericsson, hanno raggiunto un accordo per favorire la diffusione delle tecnologie 3GPP Long Term Evolution tramite una politica di licenze che ne mantenga bassi i costi.

L'accordo quadro sui termini di licenza si basa sul principio 'fair reasonable and non-discriminatory' (FRAND), che prevede di stabilire un tetto massimo ai costi delle licenze in base al valore aggiunto portato nei prodotti dalle nuove tecnologie. Per fare un esempio (riportato nel comunicato stampa Nokia), integrare un modulo LTE in un notebook dovrebbe portare a versare royalty inferiori ai $10.

Mantenere bassi i costi delle licenze dovrebbe spingere, nei piani dei produttori, a una maggiore diffusione delle tecnologie 4G; quest'ultima dovrebbe garantire gli adeguati guadagni e la copertura dei costi di ricerca. Il tempo di attesa prima di vedere queste tecnologie all'opera è ancora relativamente lungo e bisognerà aspettare almeno due anni prima che la Long Term Evolution possa arrivare ai consumatori.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^