PayPal volta le spalle a Windows Phone, BlackBerry e Amazon Fire

PayPal volta le spalle a Windows Phone, BlackBerry e Amazon Fire

A partire dal 30 giugno prossimo non sarà più possibile accedere ai servizi di PayPal tramite l'app ufficiale per Windows Phone, BlackBerry e Amazon Fire. Gli utenti Android e iOS dovranno aggiornare obbligatoriamente l'app all'ultima versione 6.0.

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Telefonia
Windows PhoneBlackBerryAmazon
 

A partire dal 3 sino al 30 giugno prossimo, gli utenti Android e iOS che utilizzano una precedente versione dell'app mobile di PayPal dovranno effettuare l'aggiornamento alla versione 6.0, rilasciata nel mese di febbraio e caratterizzata dal nuovo design e dalle funzionalità che consentono, tra l'altro, di inviare e ricevere denaro. Questo il contenuto dell'annuncio pubblicato nelle scorse ore nel sito ufficiale di PayPal. Il perché vengono citati solo gli utenti Android e iOS è presto detto: PayPal, a partire dal 30 giugno prossimo, interromperà il supporto dell'app mobile su piattaforma Windows Phone, BlackBerry e Amazon Fire.

Questa la dichiarazione ufficiale del team di PayPal sul punto: 

Interrompere il supporto dell'app di PayPal su queste piattaforme è stata una decisione difficile, ma crediamo che sia la cosa giusta per essere certi di investire le nostre risorse al fine di offrire l'esperienza migliore alla clientela. Continuiamo ad essere impegnati nelle partnership con i fornitori di dispositivi mobile e ci scusiamo per qualsiasi disagio causato ai nostri clienti. 

Agli utenti Windows Phone, per accedere a PayPal dopo il 30 giugno, non resterà che ricorrere al sito web, ottimizzato per l'uso con i dispositivi mobile, tramite Internet Explorer o Microsoft Edge. Gli utenti Outlook.com, inoltre, potranno continuare ad utilizzare l'apposito add-in per inviare denaro direttamente dalla inbox. Da precisare che PayPal cita testualmente "Windows Phone", ma il riferimento va esteso a Windows 10 Mobile, tenuto conto che nel comunicato ufficiale si fa riferimento a "Windows Phone users can still access PayPal through our mobile web experience on Internet Explorer and Microsoft Edge browser". Come noto, la versione mobile del browser Microsoft Edge è disponibile solo per Windows 10 Mobile e non anche per Windows Phone 8.x. 

Situazione non troppo differente per gli utenti BlackBerry e Amazon Fire che, dopo il 30 giugno prossimo, dovranno collegarsi direttamente al sito web di PayPal per continuare ad accedere ai relativi servizi. Gli utenti BlackBerry, inoltre, potranno continuare ad utilizzare l'app BBM per inviare pagamenti tramite PayPal. 

La motivazione ufficiale addotta da PayPal per giustificare la scelta di interrompere il supporto e lo sviluppo dell'app  mobile per Windows Phone, BlackBerry e Amazon Fire non rende del tutto esplicita la motivazione, ma la lascia intendere in maniera sufficientemente chiara. Dovendo fare una scelta su come gestire le risorse disponibili, PayPal ha comprensibilmente deciso di dirottarle sulle piattaforme mobile più diffuse ed utilizzate. Windows Phone/Windows 10 Mobile e BlackBerry, al momento, detengono un market share inferiore all'1% a livello mondiale (ved. dati Gartner relativi al primo trimestre 2016): Windows Phone/ Windows 10 Mobile allo 0,7%, BlackBerry allo 0,2%, Amazon Fire ancor più staccato. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

29 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MaxFactor[ST]26 Maggio 2016, 11:47 #1
Per me devono morire male...
Fate una universal app e non rompete i maroni.
Così avrete settordicimilamilioni di utenti.
PsychoWood26 Maggio 2016, 11:52 #2
C'è sempre l'accesso web...
cronos199026 Maggio 2016, 11:58 #3
Originariamente inviato da: PsychoWood
C'è sempre l'accesso web...
Si, ma per come quasi tutti i casi analoghi, l'accesso al web tramite smartphone è alquanto laborioso e meccanico... diciamo che preferisco fustigarmi con il cilicio, piuttosto

Va bo, normale trend che vede sempre meno considerato WP a livello di app. Mi sa tanto che il mio prossimo cellulare sarà con l'odiato Android.
Benna8026 Maggio 2016, 11:58 #4
Originariamente inviato da: MaxFactor[ST]
Per me devono morire male...
Fate una universal app e non rompete i maroni.
Così avrete settordicimilamilioni di utenti.


Se sei utente WP dovrebbero morire male quelli alla microsoft. Hanno speso miliardi di dollari, sparato in pompa magna il loro sistem mobile (che peraltro mi piacque parecchio per innovazione e velocità ma inspiegabilmente l'hanno relegato a giochino di un piccolo team di sviluppo.

Già erano indietro quando sono entrati nel mercato del mobile, avrebero dovuto sparare fuori aggiornamenti su base mensile per arrivare ad essere u hnminimo competitivi e invece...? Bah, va beh, che me frega io sto su iOS
fraquar26 Maggio 2016, 11:59 #5
Originariamente inviato da: PsychoWood
C'è sempre l'accesso web...


Infatti su iphone ho sempre usato il sito web che è responsive e fatto da Dio.
Non capisco sinceramente questa corsa all'app anche quando non serve.
Sembra quasi che senza un app per ogni sito non si possa vivere poi alla fine mi accorgo che ho 150 app installate ma a parte aggiornarle ne uso REALMENTE 7 o 8.
kirylo26 Maggio 2016, 12:00 #6

Microsoft...

La piattaforma Microsoft scartata come una blackberry amazon fire qualunque...
kamon26 Maggio 2016, 12:31 #7
Originariamente inviato da: PsychoWood
C'è sempre l'accesso web...


Beh... È chiaramente riportato nell'articolo.

Agli utenti Windows Phone, per accedere a PayPal dopo il 30 giugno, non resterà che ricorrere al sito web, ottimizzato per l'uso con i dispositivi mobile, tramite Internet Explorer o Microsoft Edge.


Originariamente inviato da: fraquar
Infatti su iphone ho sempre usato il sito web che è responsive e fatto da Dio.
Non capisco sinceramente questa corsa all'app anche quando non serve.
Sembra quasi che senza un app per ogni sito non si possa vivere poi alla fine mi accorgo che ho 150 app installate ma a parte aggiornarle ne uso REALMENTE 7 o 8.


Beh dai, una app se fatta bene offre sempre una certa comodità di utilizzo rispetto al dover accedere via browser web, senza contare tutte le possibilità che può dare (sempre se si lavora bene) l'integrazione diretta con il sistema con in sistema in cui è installata.

Comunque, io ho avuto pochi contatti con win phone, ma lo ho sempre trovato assai interessante, non chè l'unica delle 3 principali opzioni a differenziarsi veramente dal mucchio, non ho mai fatto il salto proprio per la sensazione che la casa madre non si sia mai concentrata a sufficenza nel supportarlo, oltre al fatto che paiono esercitare lo stesso controllo sugli sviluppatori di apple, ma senza poterselo permettere vista la scarsa diffusione.
cronos199026 Maggio 2016, 12:34 #8
Originariamente inviato da: fraquar
Infatti su iphone ho sempre usato il sito web che è responsive e fatto da Dio.
Non capisco sinceramente questa corsa all'app anche quando non serve.
Sembra quasi che senza un app per ogni sito non si possa vivere poi alla fine mi accorgo che ho 150 app installate ma a parte aggiornarle ne uso REALMENTE 7 o 8.
Il sito web lo puoi usare per qualunque cosa.

Il punto è l'usabilità generale: tra lo schermo ridotto e l'uso del solo touchscreen per la gestione, per quanto ottimizzato si tratta comunque di un'esperienza decisamente perigliosa. Poi c'è sito e sito, ma se su desktop non ho alcun problema ad andare sul sito Paypal, su cellulare l'uso dell'applicazione è sicuramente la scelta migliore.

E non vale solo per paypal, ma per tutti quei servizi di utilità. Esempio tipico l'home-banking: vuoi mettere la differenza tra il sito e l'applicazione? Hai una strutturazione adeguata dell'interfaccia, comandi studiati ad-hoc per l'utilizzo su cellulare, gestione delle opzioni molto più semplice e rapida, rapidità ed immediatezza d'utilizzo che altrimenti non puoi avere.
Originariamente inviato da: Doming
Esatto, non hanno mai implementato nemmeno app dell'home banking e di molte carte di credito.
Insomma..sta notizia non dovrebbe stupire più di tanto.
Dipende. Ad esempio Unicredit (la mia banca) hanno fatto l'applicazione ufficiale. Certo, con anni di ritardo rispetto a iOS e Android, ma l'hanno fatta.

Poi io non ho mai capito dove mi hanno fornito il "token" per fare le operazioni e dovrei passare in banca per farmelo ridare, ma questo è un altro discorso

Originariamente inviato da: kamon
Comunque, io ho avuto pochi contatti con win phone, ma lo ho sempre trovato assai interessante, non chè l'unica delle 3 principali opzioni a differenziarsi veramente dal mucchio, non ho mai fatto il salto proprio per la sensazione che la casa madre non si sia mai concentrata a sufficenza nel supportarlo, oltre al fatto che paiono esercitare lo stesso controllo sugli sviluppatori di apple, ma senza poterselo permettere vista la scarsa diffusione.
Sinceramente a livello di OS puro, lo reputo migliore di iOS e Android, per diversi motivi (certo, ha anche i suoi difetti, come tutti).

Ma tra supporto Microsoft di un certo tipo, incapacità per tutta una serie di scelte a compenetrare adeguatamente il mercato e assenza di molte app ufficiali e non (hanno avuto il momento per premere sull'acceleratore secondo me, ma hanno perso quel treno) ora si ritrovano con un pugno di mosche. Senza considerare che molte delle app ufficiali sono castrate rispetto alla controparte iOS e Android.
Perché per quanto buono possa essere l'OS, quello che conta poi è l'esperienza generale che ne ricava l'utente. E volente o nolente, il tallone d'Achille delle App è troppo pesante.
litocat26 Maggio 2016, 12:58 #9
Originariamente inviato da: MaxFactor[ST]
Per me devono morire male...
Fate una universal app e non rompete i maroni.
Così avrete settordicimilamilioni di utenti.

Sui pc i clienti li hanno già ed usano felicemente l'interfaccia web. E' solo sugli smartphone che l'interfaccia web è scomoda e potrebbero perdere clienti, ma gli utenti windows phone non sono settordicimilamilioni.
alexdal26 Maggio 2016, 13:30 #10
Mi sa che le ultime sparate di Microsoft stanno affossando Windows Mobile

Nadella non ha mai accettato la decisione di Ballmer di puntare sul Mobile (e Ballmer e' anche arrivato tardi perché doveva proseguire Windows Ce a suo tempo)

Quindi Ormai era fatta:
Microsoft compra Nokia: produzione di 30milioni di lumia e 100milioni di featurephone da passare a Windows:

ma che fa Nadella?

Licenzia 18mila impiegati di Nokia, chiude Nokia Mobile (che faceva le applicazioni) chiude i reparti hardware.

Alla fine non si fanno piu' lumia, solo 4 come prova.

I terzi iniziano a fare WM10 ma sono pochi con poco supporto.

Poi vende I feauture phone (anzi svende)
Poi licenzia gli ultimi nokiani

Dopo l'estate dovrebbero riprendere a migliorare Windows Mobile 10 per farlo perfetto.... ma per chi?

per me e quei pochi rimasti con un Lumia?

Chi comprera' Lumia se Nokia non c'e' Microsoft non ne fa e gli altri fanno appena 1000 telefoni al mese come esperimento

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^