Palm abbandona Windows Mobile e punta solo su webOS

Palm abbandona Windows Mobile e punta solo su webOS

Scelta cruciale per Palm: abbandonare Microsoft Windows Mobile e puntare solo sul sistema operativo mobile webOS

di pubblicata il , alle 09:58 nel canale Telefonia
MicrosoftWindowsPalm
 

Negli ultimi anni Palm ha portato avanti una strategia multipiattaforma che ha lasciato perplessi gli analisti e gli esperti del settore; dopo aver lasciato cadere nell'oblio la fortunata serie dei PalmOS, rinvigorita solo dall'uscita del Palm Centro, la casa statunitense è stata per parecchio tempo con il piede in due scarpe, puntando sia sui sistemi operativi proprietari sia su Microsoft Windows Mobile.

Dopo l'impegno profuso per sviuppare il vero erede di PalmOS, il sistema operativo mobile webOS che equipaggia il Palm Pre e il Palm Pixie, il produttore di Sunnyvale sembra aver deciso di spingere solo su quest'ulitmo, abbandonando Windows Mobile, che negli ultimi tempi, come riporta Unwired View, non sembra aver portato grossi profitti. Le parole di Jon Rubinstein, CEO della compagnia, sono chiare:

“Due to importance of webOS to our overall strategy, we’ve made the decision to dedicate all future develoment resources to the evolution of webOS. Which means that going forward, our roadmap will include only Palm webOS-based devices”.

La scelta è quella che in molti auspicano da tempo, ma ci chiediamo se effettivamente sia quella giusta in questo particolare momento, alla vigilia del debutto di Windows Mobile 6.5, sistema operativo su cui quasi tutti i più importanti marchi della telefonia hanno deciso di puntare.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ARARARARARARA21 Settembre 2009, 10:01 #1
palm è famosa per le sue scelte stupide, ricordo ancora il Treo... un palmare orrende venduto a prezzo assurdo con monitor in B/N quando tutta la concorrenza era a colori da un pezzo... già son furbi loro!

Come hanno fatto a non fallire?
puccio198421 Settembre 2009, 10:03 #2
e sopratutto quando lo vedremo in italia?
DarKilleR21 Settembre 2009, 10:16 #3
a me sembra quasi più stupido puntare su WM 6.5...quando di innovativo c'è ben poco ed è lo stesso WM 5.0 riscaldato...
e se non erro ci dovrebbe essere WM 7.0 già a buon punto..

Ma come è solito fare Microsoft se non ha l'acqua alla gola, ci passa le cose con il contagocce per spennarci bene bene!
OldDog21 Settembre 2009, 10:19 #4
Originariamente inviato da: ARARARARARARA
palm è famosa per le sue scelte stupide, ricordo ancora il Treo... un palmare orrende venduto a prezzo assurdo con monitor in B/N quando tutta la concorrenza era a colori da un pezzo... già son furbi loro!

Come hanno fatto a non fallire?

Credo tu ti confonda: il Treo fin dalle origini era uno smartphone, oltretutto nato in casa Handspring (un'azienda nata da manager usciti da casa Palm). Successivamente Palm approfitto di difficoltà economiche di Handspring per acquistare il marchio e la lineadi prodotti smartphone.

Palm puntava sulla funzionalità del prodotto come mix tra efficacia del sw, durata della batteria, portabilità del palmare.
Il suo errore non è stato quello di non rincorrere CPU potenti (indispensabili per far funzionare il sw della concorrenza) e schermi a colori (che allora consumavano un sacco di energia) ma di fallire DUE importanti aggiornamenti del sistema operativo, avendone oltretutto perso il controllo, per la scelta di scindersi in due aziende (PalmSource doveva occuparsi dello sviluppo e fornitura su licenza del sistema operativo e del sw base PIM).

Palm è praticamente fallita, salvata solo dall'iniezione di denaro di una azienda esterna, che in cambio ha praticamente acquisito il controllo dell'azienda. Il nuovo s.o. webOS è la loro sola speranza di tornare a margini interessanti, mentre la licenza di windows mobile è servita solo a tenere il marchio sul mercato e garantire un minimo flusso economico durante gli anni bui. Essere "uno dei tanti" a proporre Windows non può offrire spazi interessanti per un'azienda come Palm che deve diversificarsi per sopravvivere.
plokko21 Settembre 2009, 10:41 #5
bhe offrendo solo win mobile sicuramente sarebbe annegata dalla concorrenza(htc e company non sono facile da battere)almeno con webos i ricavi sono diretti e hanno una piattaforma diversa di cui vantarsi.
quiete21 Settembre 2009, 11:01 #6
web os dal quel che ho visto non mi sembra affatto una scelta stupida. l'unico prob di questo so è vedere quanto gli sviluppatori ci crederanno e quanto svilupperanno x webos.
sesshoumaru21 Settembre 2009, 11:18 #7
Scelta coraggiosa, brava Palm.

Questo significa innovare e rischiare, invece di adottare windows mobile e sfornare prodotti sempre uguali.
Robbynet21 Settembre 2009, 11:34 #8
Originariamente inviato da: ARARARARARARA
palm è famosa per le sue scelte stupide, ricordo ancora il Treo... un palmare orrende venduto a prezzo assurdo con monitor in B/N quando tutta la concorrenza era a colori da un pezzo... già son furbi loro!

Come hanno fatto a non fallire?


Forse perche' non avevano Te come consigliere??
efewfew21 Settembre 2009, 11:34 #9
faccio un commento abbastanza inutile, ma a livello estetico la scelta di posizionare la riga degli indicatori di stato all'esterno del display principale rendendoli sempre visibili a colpo d'occhio mi piace proprio.
Kanon21 Settembre 2009, 11:59 #10
E chi sperava che nei nuovi Palm rivivesse BeOS (l'ha comprata Palm facendo chiudere i battenti a Zeta e tutti gli altri tranne Haiku) può mettersi l'animo in pace
Ma anche WebOS è un Linux? Dopo Android e Maemo, non se ne sentiva certo la necessità. Oltretutto da quel poco che ho visto non ha tutte ste grandi innovazioni...
Poi magari con il Pre in mano potrei anche cambiare idea...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^