OPPO Find X2 Neo e Lite: quando il 5G può costare meno, mantenendo qualità. La recensione

OPPO Find X2 Neo e Lite: quando il 5G può costare meno, mantenendo qualità. La recensione

Due smartphone per certi versi simili per molte caratteristiche hardware. Diversi per design, comparto fotografico ma anche prezzo. Comune denominatore il 5G ma anche una seria ottimizzazione che li rende davvero interessanti. Ecco la nostra recensione.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Telefonia
Oppo
 

Dopo aver presentato OPPO Find X2 Pro che abbiamo avuto modo di recensire ecco che l’azienda cinese annuncia anche i nuovi Find X2 Neo e Find X2 Lite. Due smartphone con caratteristiche comuni come il nuovo processore Snapdragon 765G ma anche molte funzionalità a livello di software nel comparto fotografico e video che però vede delle differenze sull’hardware dei sensori. Due device che si rivelano davvero molto interessanti in questa metà 2020 e che aprono la strada del 5G anche ad un prezzo inferiore ai veri top di gamma non tralasciando però nulla. 

 

Indice

Differenze tra OPPO Find X2 Neo e Lite

OPPO Find X2 Neo OPPO Find X2 Lite
OS (al lancio)
ColorOS 7.1 con Android 10
Processore
Qualcomm Snapdragon 675G
1 x Kryo 475 @ 2.3 GHz
1 x Kryo 475 @ 2,2 GHz
6 x Kryo 475 @ 1,8 GHz
RAM
12GB
8GB
Display AMOLED 6,5" (20:9, 405 PPI) AMOLED 6,4" (20:9, 408 PPI)
Risoluzione 2400 x 1080 2400 x 1080
Storage 256GB UFS 2.1 128GB UFS 2.1
Fotocamere

Retro:
Wide 48MP f/1.7, 26mm, 1/2.0", 0.8µm, PDAF, OIS
Telephoto 13 MP f/2.4, 53mm 1/3.4", 1.0µm, PDAF, Zoom ottico 2x
Ultra Wide 8MP f/2.2, 13mm, 1/3.2", 1.4µm
Mono 2MP f/2.4, 1/5.0", 1.75µm
Flash Dual-LED
Video 4K @ 30 fps

Fronte:
32 MP f/2.0
Video Full HD @ 30 fps

Retro:
Wide 48MP f/1.7, 26mm, 1/2.0", 0.8µm, PDAF
Ultra Wide 8MP f/2.2, 13mm, 1/4.0", 1.12µm
Mono 2MP f/2.4, 1/5.0", 1.75µm
Depth 2MP f/2.4
Flash Dual-LED
Video 4K @ 30 fps

Fronte:
32 MP f/2.0
Video Full HD @ 30 fps

Extra

5G
Wi-Fi 802.11ax
Bluetooth 5.0
NFC
Sensore impronte al di sotto del display
Dual SIM

5G
Wi-Fi 802.11ax
Bluetooth 5.0
NFC
Sensore impronte al di sotto del display
Dual SIM

Porte
USB 2.0 Type-C
Porta audio 3,5 mm
Batteria
3.300 mAh
Ricarica rapida
Dimensioni 159,4 x 72,4 x 7,7 mm 160,3 x 74,3 x 7,96 mm
Peso 171 gr 180 gr

OPPO Find X2 Neo e Lite: Prezzi e Promo lancio

Le differenze dei due OPPO Find X2 Neo e Lite non riguardano però solo le specifiche tecniche ma anche e soprattutto i prezzi, che elenchiamo di seguito:

  • OPPO Find X2 Neo  

    • 12 GB + 256 GB: 699€ - Colore Starry Blue e Moonlight Black 

  • OPPO Find X2 Lite 

    • 8 GB + 128 GB: 499€ - Colore Moonlight Black e Pearl White

UNBOXING

Parlare della confezione di vendita di un telefono è sempre una delle parti meno interessanti di una recensione ma è comunque importante svelare cosa l’azienda propone agli utenti tra accessori e custodie incluse nel prezzo pagato. Detto questo, quello che viene proposto con i nuovi OPPO Find X2 Neo e Lite è qualcosa di più di quello che potremmo trovare con altri device e altri brand. Qui abbiamo infatti oltre ai telefoni, una custodia completamente trasparente in silicone ben fatta che protegge il device e lo rende meno scivoloso. 

Quindi presente anche un adattatore da parete in grado di raggiungere i 30 W di potenza per entrambi e capace di supportare chiaramente la ricarica Flash VOOC 4.0. Altre chicche riguardano la presenza di un paio di auricolari con uscita USB Type-C visto che il device ne è sprovvisto per il Find X2 Neo mentre per l’altro cuffie con jack da 3.5mm visto che è presente il foro.

DESIGN: costruzione esemplare come sempre

Sul design OPPO ha sempre osato molto sin dall’inizio della sua esistenza. La caparbietà nello scegliere materiali o anche forme particolari, originali e anche fuori dalla norma ha permesso di creare smartphone molto chiacchierati, vedi OPPO Find X. Questo però ha anche spianato la strada nel realizzare smartphone stilisticamente corretti anche per il mercato occidentale e garantire dunque ad OPPO di farsi strada proprio tra i grandi produttori odierni. 

L’esempio lo abbiamo con questi nuovi OPPO Find X2 Neo e Lite che dalla loro posseggono materiali premium come l’alluminio e il vetro ma anche un design in perfetta linea con gli attuali standard del mercato attirando di certo l’utenza più giovanile e non solo. La cura del dettaglio è davvero elevata anche qui e i nuovi Find X2 Neo e Lite risultano in qualche modo minimali nelle curve con una struttura semaforica del comparto fotografico che risulta non troppo esagerata sia per spessore che per grandezza. 

OPPO ha lavorato davvero tanto sulla struttura di questi due smartphone soprattutto per rendere possibile la migliore ricezione per la rete 5G. Al fine di adattarsi alla posizione dell'utente in diversi scenari come il gaming, il video e l'uso quotidiano, OPPO Find X2 Neo e Lite utilizzano un'antenna surround a 360°. Questo permette a seconda della posizione di tenuta dell'utente in diversi scenari di abbinare diversi gruppi di antenne che dunque garantiranno il segnale il più forte possibile. Nello specifico sugli smartphone sono presenti quattro antenne commutate per la migliore ricezione del segnale e la velocità di download 5G è aumentata fino al 30%. 

OPPO Find X2 Neo è tra i due il più potente ma anche il meglio rifinito per materiali e componenti. Tutto questo lo si vede e lo si sente una volta preso in mano con un corpo realizzato in alluminio e vetro e soprattutto con quel suo spessore di soli 7.7 millimetri ed un peso di 171 grammi. Molto bello da vedere soprattutto nella particolare colorazione Starry Blue che abbiamo provato e che tende nella parte posteriore così come anche nella cornice a sfumare dal colore argento a quello blu violaceo.  

OPPO Find X2 Lite è invece un device meno importante esteticamente rispetto al Neo con una struttura comunque in alluminio e con il medesimo sistema di antenna a 360 gradi visto già con il modello Neo. Sottile nella sua struttura con appena 7.96 millimetri ed un peso di appena 180 grammi. 

Per entrambi abbiamo il posizionamento dei pulsanti classico con accensione e spegnimento e il bilanciere del volume rispettivamente sul lato destro e sinistro. Per la versione Neo nella parte inferiore troviamo oltre alla porta USB di Tipo C anche una feritoia per l’altoparlante e il carrellino per la SIM. La versione Lite invece vede la presenza nella parte inferiore non solo della USB-C e della feritoia per l’altoparlante ma anche del jack da 3.5mm. 

DISPLAY: 90Hz per la migliore fluidità per il Neo

Parliamo ora del display e partiamo con quello di OPPO Find X2 Neo che vede dalla sua una particolare curvatura ad entrambi i lati lunghi capace da permettere una perfetta presa ergonomicamente parlando ma anche una la possibilità di avere la massima estensione della superficie per quanto concerne i contenuti multimediali. In questo caso OPPO decide di mantenere un certo livello su questo device e dunque pone un refresh rate a 90 Hz che garantisce una perfetta fluidità nella visione dei contenuti come anche nella lettura di pagine web. Un plus non indifferente a questo prezzo per gli utenti che siamo sicuri una volta abituati a questa caratteristica tecnica non potranno più farne a meno. A livello dimensionale il display è di tipo OLED flessibile da 6.5 pollici con cornici ridotte all’osso (solo 0,3 mm) e soprattutto con l’assenza di una notch a goccia, presente invece come vedremo nella versione Lite, ma con un foro in alto a sinistra capace di posizionare la fotocamera anteriore. Importanti valori di luminanza massima e supporto anche all’HDR+. Molto bello da vedere senza alcuna notch ma con quel piccolo foro della fotocamera così come l’assenza di una cornice che possa intralciare la visualizzazione dei contenuti. 

La curvatura è pari a 55,9 gradi, il diametro del foro è di soli 3,92 mm, il rapporto schermo/corpo è del 92,1% e risulta non solo più sottile ma anche più leggero rispetto al precedente di circa 10 grammi. Il riconoscimento delle impronte digitali è dotato di uno sblocco ultrasottile e per garantire la velocità di sblocco e la percentuale di successo, lo spessore del modulo dell'impronta digitale è stato ridotto da 2,95 mm a 0,266 mm, una riduzione del 90%. Non solo perché anche l'area di identificazione effettiva è stata aggiornata da 49 millimetri quadrati a 54 millimetri quadrati che garantisce dunque una maggiore superficie di ''captazione''. 

Per quanto concerne invece OPPO Find X2 Lite il suo display non vede la presenza di un refresh rate a 90 Hz che dalla sua possiede un pannello AMOLED da 6.4 pollici con la particolarità di avere la fotocamera anteriore da 32MP in una piccola notch a goccia ed un form factor 20:9 classico. Coprendo il 100% della gamma di colori NTSC, OPPO Find X2 Lite utilizza comunque un pannello di qualità AMOLED capace di superare la certificazione TÜV Rheinland Low Blue Light Content.

Come per la passata generazione anche qui la ColorOS non permette molte opzioni di visualizzazione: si può scegliere per la Vivace (spazio colore DCI-P3) e quella Delicata (spazio colore sRGB). Presente anche un semplice e primitivo cursore della temperatura del colore che va dal Freddo al Caldo passando per il Default. Presente anche un Always-On che permette di visualizzare le informazioni dell’orologio, della batteria residua e della data anche a schermo spento. Può essere personalizzato un po’ come la concorrenza con l’orologio sia digitale che analogico in diverse colorazioni e con possibilità anche di ottenere la sua accensione o il suo spegnimento in base all’orario.

HARDWARE: il giusto compromesso di prestazioni

All’interno dei due Find X2 troviamo un concentrato di tecnologia e non solo per la presenza del processore di nuova generazione Snapdragon 765G ma anche per un lavoro progettuale importante che riguarda strati di lamine di rame, di grafite ma anche camera a vapore per la dissipazione del calore dovuto alle reti 5G. 

Numeri alla mano, OPPO Find X2 Neo e Lite, sono dotati del nuovo chip Qualcomm Snapdragon 765G che altro non è se non il nuovo chipset Octa Core con il core principale  Kryo 475 a 2,3GHz su Cortex A-76, affiancato a un core Kryo 475 a 2,2GHz su Cortex-A76. I restanti sei core sono dedicati proprio all’efficienza energetica, basati su Cortex-A55 funzionanti a 1,8 GHz. Per quanto riguarda invece le prestazioni grafiche Snapdragon 765G si avvale di una GPU tutta nuova, chiamata Adreno 620. Questa garantisce prestazioni superiori e un’efficienza migliore del 20% rispetto alla Adreno 618 di Snapdragon 730.

OPPO Find X2 Neo OPPO Find X2 Lite
OS (al lancio)
ColorOS 7.1 con Android 10
Processore
Qualcomm Snapdragon 675G
1 x Kryo 475 @ 2.3 GHz
1 x Kryo 475 @ 2,2 GHz
6 x Kryo 475 @ 1,8 GHz
RAM
12GB
8GB
Display AMOLED 6,5" (20:9, 405 PPI) AMOLED 6,4" (20:9, 408 PPI)
Risoluzione 2400 x 1080 2400 x 1080
Storage 256GB UFS 2.1 128GB UFS 2.1
Fotocamere

Retro:
Wide 48MP f/1.7, 26mm, 1/2.0", 0.8µm, PDAF, OIS
Telephoto 13 MP f/2.4, 53mm 1/3.4", 1.0µm, PDAF, Zoom ottico 2x
Ultra Wide 8MP f/2.2, 13mm, 1/3.2", 1.4µm
Mono 2MP f/2.4, 1/5.0", 1.75µm
Flash Dual-LED
Video 4K @ 30 fps

Fronte:
32 MP f/2.0
Video Full HD @ 30 fps

Retro:
Wide 48MP f/1.7, 26mm, 1/2.0", 0.8µm, PDAF
Ultra Wide 8MP f/2.2, 13mm, 1/4.0", 1.12µm
Mono 2MP f/2.4, 1/5.0", 1.75µm
Depth 2MP f/2.4
Flash Dual-LED
Video 4K @ 30 fps

Fronte:
32 MP f/2.0
Video Full HD @ 30 fps

Extra

5G
Wi-Fi 802.11ax
Bluetooth 5.0
NFC
Sensore impronte al di sotto del display
Dual SIM

5G
Wi-Fi 802.11ax
Bluetooth 5.0
NFC
Sensore impronte al di sotto del display
Dual SIM

Porte
USB 2.0 Type-C
Porta audio 3,5 mm
Batteria
3.300 mAh
Ricarica rapida
Dimensioni 159,4 x 72,4 x 7,7 mm 160,3 x 74,3 x 7,96 mm
Peso 171 gr 180 gr

Molto interessante la costruzione per la dissipazione del calore dovuto proprio alla presenza della rete 5G. OPPO Find X2 Neo, con uno strato di lamina di rame e doppio strato di grafite sul display flessibile, può condurre efficacemente il calore. Inoltre, l'energia termica della parte posteriore del corpo sarà trasferita alla camera a vapore attraverso il gel termo-conduttivo, che raffredderà il processore e garantirà il funzionamento complessivo. Con la copertura in grafite a più livelli, le prestazioni di dissipazione del calore del corpo sono state ulteriormente migliorate, in modo da soddisfare meglio il grande consumo di energia delle reti 5G e ridurre i rigidi requisiti di spessore e di peso dello smartphone.

Le differenze tra i due smartphone in questo caso non riguardano il processore che risulta il medesimo ma bensì per il quantitativo di memoria e storage. Da una parte il premium OPPO Find X2 Neo viene proposto con 12GB di RAM ed uno storage interno da 256GB. Per OPPO Find X2 Lite invece il comparto hardware prevede 8GB di RAM e 128GB di memoria interna. 

Da un punto di vista pratico è palese che le prestazioni nell’uso quotidiano siano praticamente le medesime. Chiaramente andando più nello specifico è possibile notare qualche piccola facilità di apertura delle app nel Neo piuttosto che nel Lite ma sono davvero lag di precisione che non precludono nessun tipo di utilizzo a 360 gradi dello smartphone. Oltretutto abbiamo visto che effettivamente la struttura realizzata da OPPO per la dispersione del calore sembra funzionare molto bene visto che entrambi gli smartphone non si scaldano poi troppo e riescono a lavorare senza rallentamenti. 

INTERFACCIA GRAFICA: finalmente una ColorOS moderna

L’interfaccia grafica sia di OPPO Find X2 Neo che Lite è la medesima vista con OPPO Find X2 Pro. In questo caso OPPO ha un’interfaccia grafica degna del suo nome e della qualità dei suoi smartphone. La nuova ColorOS 7.1 è un altro mondo rispetto alla vecchia versione 6 che avevamo sempre e comunque criticato per quel suo essere troppo cinese per l’Italia ma anche poco “user friendly” e davvero poco bella e accattivante nell’uso quotidiano. Un cambiamento che passa per la personalizzazione dei menu, ma anche su tutto quello che riguarda le applicazioni proprietarie, menu e sottomenu che sono ora moderni e in linea con Android 10 su cui si basa appunto l’interfaccia personalizzata da OPPO. 

Tante le funzionalità fornite con questa ultima versione e prime fra tutte sicuramente la modalità scura a livello di sistema e i permessi di localizzazione più specifici e dettagliati. Comodissima e molto convincente la navigazione con le gesture che oltretutto risulta identica a quella implementata in modo nativo nell'ultimo Android. ColorOS in realtà la realizza meglio con scorrimento rapido dai bordi che funziona come "indietro", scorrimento e tieni premuto per il multitasking, quindi spostamento da un’app all’altra semplicemente con uno swipe basso. 

Possibilità di scegliere le icone tra tre set prestabiliti o anche caricandone altri. Presente uno spazio per il gaming che permette di selezionare le notifiche da visualizzare o meno durante le sessioni di gioco per non essere interrotti. Ci sono anche diverse modalità di performance e un'opzione per bloccare la luminosità solo per determinati giochi.

Presente anche qui il potente video editor che l’azienda ha deciso di porre già preinstallato sugli smartphone mettendo in mano ai “content creators” uno strumento proprietario utile nel montaggio dei loro video. Si chiama SOLOOP e in realtà offre moltissime funzioni di modifica, sorprendentemente ottimizzate per il funzionamento con il touchscreen. Vi è anche la possibilità di aggiungere automaticamente musica per abbinare i tempi, le transizioni e i tagli direttamente nel video. Utile e ben fatto. 

OPPO ColorOS 7.1 convince in quello che fa e come lo fa. Non abbiamo avuto problematiche anche se gli smartphone sono in arrivo pubblicamente il prossimo 22 maggio segno che OPPO ha lavorato fortemente sull'ottimizzazione del sistema con il comparto hardware e non solo.  

FOTOCAMERA: tanti miglioramenti rispetto al passato

OPPO Find X2 Neo 

  • Principale 

    • Sensore da 48 MP 

    • Obiettivo grandangolare con apertura f/1.7

    • 0.8 µm - 1 / 2.0’’

    • OIS + PDAF 

  • Ultra - Grandangolare 

    • Sensore da 8 MP

    • Obiettivo con apertura f/2.2

    • 1.4 µm - 1 / 3.2’’

  • Teleobiettivo

    • Sensore da 13 MP

    • Obiettivo 2x Optical Zoom con apertura f/2.4

    • PDAF

    • 1.0 µm - 1 / 3.4’’

  • Mono

    • Sensore da 2 MP

    • Apertura f/2.4

    • 1.75 µm - 1 / 5.0’’

  • Video 4K Ultra HD @ 30 fps

OPPO Find X2 Lite

  • Principale 

    • Sensore da 48 MP 

    • Obiettivo grandangolare con apertura f/1.7

    • 0.8 µm - 1 / 2.0’’

    • PDAF 

  • Ultra - Grandangolare 

    • Sensore da 8 MP

    • Obiettivo con apertura f/2.2

    • 1.12 µm - 1 / 4.0’’

  • Depth

    • Sensore da 2 MP

    • Con apertura f/2.4

  • Mono

    • Sensore da 2 MP

    • Apertura f/2.4

    • 1.75 µm - 1 / 5.0’’

  • Video 4K Ultra HD @ 30 fps

Parlando di multimedialità e soprattutto di fotografia ecco che i due device propongono un comparto fotografico leggermente diverso. Da una parte Find X2 Neo vede la presenza di 4 sensori. Nello specifico un sensore principale da 48MP con stabilizzatore ottico dell’immagine e apertura focale da f/1.7. Quindi un sensore Ultra Grandangolare da 8MP con angolo di visione da 116 gradi ma con messa a fuoco ravvicinata. Presente anche un sensore da 13MP di tipo teleobiettivo con zoom ottico ibrido da 5X e apertura focale da f/2.4 ed infine l’ultimo sensore da 2MP classico per scatti in bianco e nero tramite i filtri realizzati da OPPO. Anteriormente da non sottovalutare la cam selfie da 32MP che viene posizionata con un foro sul display di diametro di soli 3.92 millimetri. 

OPPO Find X2 Lite invece vede dalla sua un comparto fotografico con il medesimo sensore principale da 48MP ad apertura focale da f/1.7 e stabilizzazione ottica dell’immagine quindi un sensore Ultra Grandangolare da 8MP con sensore da f/2.25 e angolo di visione pari a 119 gradi. Infine un doppio sensore da 2 MP da una parte per ritratti ‘’vintage’’ ed uno per scatti monocromatici. 

Come scattano i nuovi OPPO Find X2 Neo e Lite? 

  • Foto di giorno: nelle foto di giorno i due device raggiungono buoni equilibri negli scatti a 48 MP, con un buon livello di dettaglio per entrambi sintomo che il sensore da 48MP lavora molto bene ed è stato ottimizzato bene da OPPO. Per entrambi è davvero buona la gamma dinamica soprattutto con una resa dei colori reali. Le foto scattate in automatico vengono ridotte algoritmicamente a 12MP e di fatto andando a scattare effettivamente a 48 MP il livello di dettaglio diventa importante con un lavoro però a livello software meno preciso e dunque non conveniente rispetto a quello da 12MP. 


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire

  • Foto al buio: nelle condizioni di luminosità più difficili i risultati premiano la versione Neo che permette di ottenere un risultato più bilanciato con dettagli ben contrastati. Buona la riduzione del rumore anche ad alti ISO capace di compromettere solo in maniera lieve il dettaglio. Non siamo ai livelli di Find X2 Pro chiaramente ma quello che sia Neo che Lite riescono a fare con la modalità notturna o anche con il semplice algoritmo di OPPO è davvero ottimale e le fotocamere riescono bene per la fascia di prezzo a cui appartengono.   


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire

  • Modulo ultra-wide: il modulo ultra-grandangolare dei device offre una resa buona. Gli scatti vengono realizzati con una buona modifica dell’effetto a barilotto tipico di queste lenti e soprattutto garantiscono una buona presa della scena ampliata mantenendo reali i colori e alti i dettagli. Buono il bilanciamento cromatico forse da settare leggermente.


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Lite - Clicca per ingrandire

  • Zoom (solo OPPO Find X2 Neo): lo scatto con lo zoom esteso rende sicuramente bene. Non aspettiamo di avere le foto che potremmo realizzare con il periscopio di OPPO Find X2 Pro ma in qualche modo lo zoom 2x del Neo permette scatti ravvicinati per quanto possibile. L’azienda porta dietro un ottimo bagaglio da un punto di vista dell’algoritmo e i risultati si vedono anche qui in assenza di un vero sensore teleobiettivo più performante. 


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire


Foto da OPPO Find X2 Neo - Clicca per ingrandire

  • Monocromatico: entrambi i device divertono sulle foto in bianco e nero. I sensori realizzano dei buoni risultati. Non so quanto effettivamente gli utenti sfrutteranno questo sensore piuttosto che altri ma di fatto c’è e il suo lavoro lo fa bene. 

AUTONOMIA: ricarica davvero rapida

Per quanto riguarda l’autonomia, OPPO Find X2 Neo e Lite, possiedono entrambi una batteria da 4.025 mAh che permettono di avere una buona autonomia con l’appoggio di una ricarica rapida da 30W che viene denominata da OPPO come VOOC 4.0 e che garantisce uno step da 0 a 50% in soli 20 minuti e addirittura una ricarica totale in meno di un’ora per la precisione 56 minuti. 

Dati alla mano a livello di consumi non abbiamo avuto situazioni anomale. OPPO Find X2 Neo chiaramente consuma leggermente di più con la modalità del refresh rate a 90Hz attivata ma non quanto ci si potrebbe attendere sintomo che OPPO ha lavorato fortemente per ottimizzare lo smartphone. Se ve lo state chiedendo arriviamo a sera senza alcun problema con entrambi i device anche con un utilizzo importante sia sotto rete Wi-Fi che sotto rete 4G o 5G (qui qualche situazione di consumo anomalo ma dovuto soprattutto all’uso della rete ancora poco stabile). 

CONCLUSIONI

OPPO rifinisce la serie Find X2 e dopo la versione Pro decide di mandare sul mercato (il prossimo 22 maggio) due nuovi device Find X2 Neo e Lite. Si somigliano, non tanto per il design, ma per le specifiche tecniche. Da una parte Neo è più prestigioso, costa 699€ e possiede addirittura 12GB di RAM. Non solo perché ha un pannello di tutto rispetto AMOLED con refresh rate a 90Hz che garantisce fluidità in ogni attività. Il comparto fotografico vede l’esperienza dell’azienda cinese che raccoglie quanto fatto con la versione Pro e la porta anche su questo nuovo device che si distingue negli scatti fedeli alla realtà. 

A 499€ c’è anche OPPO Find X2 Lite che garantisce un’ottima qualità per costruzione, materiali e design anche se chiaramente meno premium del fratello Neo. Un livello inferiore, come il prezzo, ma con il medesimo chip Snapdragon 765G che abbiamo visto garantisce efficienza e un ottimo compromesso in termini di autonomia. 

Da non sottovalutare in questo caso per entrambi la presenza del 5G. Al momento sembra essere un plus che non interessa tutti ma di fatto qui OPPO propone agli utenti due smartphone già dotati di questa nuova tecnologia e soprattutto con uno studio innovativo per le antenne che potrebbe essere considerato per gli smartphone più top di gamma. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
300007 Maggio 2020, 10:50 #1
NO 5G!
300007 Maggio 2020, 10:50 #2
Prendetevi un Nokia 105.
Portocala07 Maggio 2020, 11:32 #3
Ma la batteria è da 3300 o da 4030?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^