Oppo collega il primo smartphone in 5G con antenne e modem integrati

Oppo collega il primo smartphone in 5G con antenne e modem integrati

Oppo è riuscita a collegare uno smartphone ad una rete 5G, integrando tutte le componenti all'interno della scocca di un prodotto già presente sul mercato

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Telefonia
Oppo
 

Dopo OnePlus, anche Oppo parla di smartphone 5G a pochi mesi dal loro debutto commerciale. A farlo è Brain Shen, Global Vice President e President of China Business Department di Oppo, che ha spiegato su Weibo che la compagnia è riuscita a collegare un proprio smartphone prototipale ad una connessione ad internet in 5G. L'esperimento è stato effettuato in un laboratorio di ricerca sul protocollo 5G, in cui la connessione è stata effettuata usando come base un Oppo R15 customizzato con un modem 5G integrato, completo di scheda di sistema, RF, RFEE e antenna.


Clicca per ingrandire

Con le nuove dichiarazioni Oppo tiene a precisare di voler essere fra i pionieri del 5G, promuovendo le nuove tecnologie di connettività e puntando a diventare il primo marchio a proporle al pubblico. Di recente Oppo ha anche annunciato la partnership con Qualcomm Technologies 5G Pilot, al fine di esplorare insieme alla società americana le innovazioni della tecnologia mobile nella rete 5G. In seguito ha poi presentato l'Istituto di Ricerca Oppo, sviluppato per potenziare le capacità di innovazione tecnologica dell'azienda, attraverso una ricerca attiva e diretta.

L'Istituto ha sede a Shenzhen, quindi in Cina, e collabora ovviamente con gli altri cerchi di ricerca e sviluppo della società che si trovano a Pechino, Shanghai, Yokohama e nella Silicon Valley. Oppo ha partecipato sin dal 2015 al progetto standard 5G, e ha contribuito attivamente al consolidamento dello standard internazionale in maniera tale che è la prima società commerciale al mondo in termini di documenti presentati in seno al progetto. L'azienda ha inoltre iniziato ad esplorare le applicazioni 5G in diversi ambiti, come ad esempio la visione 3D e l'intelligenza ambientale.

Lo scorso maggio Oppo ha annunciato l'implementazione della prima videochiamata effettuata in 5G all'interno dell'Istituto di Ricerca Oppo. Per la videochiamata è stata utilizzata una fotocamera con immagini 3D, stipata all'interno di un terminale Oppo, per acquisire informazioni tridimensionali in tempo reale. La compagnia ha annunciato che rilascerà il primo smartphone 5G nel 2019, ma sarà solo l'inizio: attraverso lo studio di nuove applicazioni, anche in realtà virtuale, aumentata, giochi online e, molto altro, la compagnia intende mostrare al mondo tutti i vantaggi che potranno essere implementati sugli smartphone grazie alle nuove reti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^