OnePlus e Cyanogen a rischio rottura in seguito ai disaccordi indiani

OnePlus e Cyanogen a rischio rottura in seguito ai disaccordi indiani

Cyanogen sigla un accordo di esclusiva in India con Micromax, e si rifiuta di supportare la propria mod di Android su OnePlus One nel mercato indiano. È l'inizio della fine della partnership fra le due società?

di pubblicata il , alle 15:31 nel canale Telefonia
Android
 

Cyanogen ha beneficiato degli accordi con OnePlus per entrare in un mercato di massa, così come OnePlus ha ottenuto grossi vantaggi installando una mod di Android così popolare sul suo One. I rapporti tra le due società, tuttavia, potrebbero essersi incrinati con l'introduzione dello smartphone nel mercato indiano, in cui la CyanogenMod installata nativamente non riceverà mai alcun aggiornamento, e verrà rimpiazzata a breve con una soluzione proprietaria (non con ColorOS).

OnePlus One

"Non possiamo spiegare la decisione di Cyanogen perché non la capiamo nemmeno noi stessi", si legge in un comunicato ufficiale del produttore cinese rilasciato nel corso del fine settimana. "È stato deludente sapere da Cyanogen solo il 26 novembre che avevano concesso diritti esclusivi ad un'altra società in India". OnePlus specifica che le due società continueranno a supportarsi vicendevolmente nel resto del mondo, almeno per un anno.

Nel comunicato si fa riferimento agli accordi che legano Cyanogen a Micromax, produttore indiano, e che non permettono ad OnePlus di aggiornare la celebre ROM sul proprio smartphone in quel mercato specifico. In altre parole, chi acquisterà un OPO in India lo riceverà con la CyanogenMod, ma non potrà aggiornarlo se non da fonti non ufficiali. Una situazione che OnePlus non ha accettato, e di cui ha già una soluzione.

Come aveva accennato precedentemente, negli scorsi mesi OnePlus ha concentrato i propri sforzi nella creazione di un team di sviluppo Android, con l'obiettivo di realizzare una variante del sistema operativo "stabile, veloce e leggera". La parola d'ordine è "l'esperienza utente prima di tutto", pertanto non ci saranno bloatware, né interfacce grafiche troppo esuberanti, e verrà mantenuto il Material Design della più recente versione del sistema operativo di Google.

Nel comunicato la società fa sapere che una prima build basata su Lollipop è prevista per il mese prossimo per il mercato indiano e a febbraio per gli utenti internazionali. Non sappiamo, tuttavia, se la nuova ROM di OnePlus sarà personalizzabile allo stesso livello della CyanogenMod, o se sarà un porting generico della versione stock di Android. In più, la società promette su OnePlus One un supporto di 2 anni a partire dalla prima release.

Al momento non c'è niente di ufficiale, ma se nei prossimi mesi venissero ufficializzati i piani di una rottura definitiva fra le due società non ci sarebbe niente di cui meravigliarsi.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
v1doc01 Dicembre 2014, 17:05 #1
Pessima notizia, speravo di non avere più problemi con gli aggiornamenti di Android avendo acquistato uno One, evidentemente mi sbagliavo
htpci01 Dicembre 2014, 18:13 #2
Originariamente inviato da: v1doc
Pessima notizia, speravo di non avere più problemi con gli aggiornamenti di Android avendo acquistato uno One, evidentemente mi sbagliavo


mamma mia!!! per favore su!!
v1doc01 Dicembre 2014, 18:18 #3
Per aggiornare il mio HTC Evo 3D ho dovuto, fra le altre cose, mettere in corto due contatti sulla scheda madre con una graffetta in fase di boot.
E' stata una esperienza "divertente", ma sinceramente vorrei evitare di ripeterla in futuro con lo One.
lidel01 Dicembre 2014, 21:24 #4
felicissimo di avere un nokia 625, che per quanto non moddabile, mi garantisce aggiornamenti ( sembrerebbe anche windows 10) senza menate di questo genere. non ho piu' voglia di perdere tempo in fare cose illogiche per avere qualche aggiornamento che deve essere un mio diritto ma in realtà sembra proprio non essere così.
Aenil01 Dicembre 2014, 22:18 #5
Originariamente inviato da: v1doc
Pessima notizia, speravo di non avere più problemi con gli aggiornamenti di Android avendo acquistato uno One, evidentemente mi sbagliavo


se giri su xda dopo il nexus 5 direi che è il secondo smartphone attualmente più supportato
Aenil01 Dicembre 2014, 22:20 #6
Originariamente inviato da: lidel
felicissimo di avere un nokia 625, che per quanto non moddabile, mi garantisce aggiornamenti ( sembrerebbe anche windows 10) senza menate di questo genere. non ho piu' voglia di perdere tempo in fare cose illogiche per avere qualche aggiornamento che deve essere un mio diritto ma in realtà sembra proprio non essere così.


sempre per informazione.. (avevo un lumia) oneplus gode dall'uscita di regolari aggiornamenti (in media uno al mese) tramite OTA (over the air come su iphone), attualmente è in sviluppo la Cyanogen 12S Lollipop specifica per questo telefono.
bonzoxxx01 Dicembre 2014, 22:39 #7
ecco, mi prendo il oneplus e succedono casini.
mi prendo il macbook air e apple taglia il prezzo di oltre 100€
mi prendo i dischi e i prezzi calano di botto.

mamma mia se sono sfigato!
v1doc01 Dicembre 2014, 22:55 #8
Originariamente inviato da: Aenil
se giri su xda dopo il nexus 5 direi che è il secondo smartphone attualmente più supportato


Sarà anche supportato ma con il mio ex-HTC ho bestemmiato un po' troppo con recovery,bootloader e rischio di brick.
Avevo comprato lo One pensando "monta di serie una delle migliori ROM per Android, per un po' di tempo non dovrò sbattermi per aggiornarlo".

Evidentemente è destino doversi trasformare in un Nerd ogni volta che bisogna aggiornare uno smartphone Android
Adesso vado a farmi un giro su XDA e su Androidiani per capire cosa dovrò fare per avere un ROM decente ed aggiornata
bonzoxxx01 Dicembre 2014, 23:47 #9
Originariamente inviato da: v1doc
Sarà anche supportato ma con il mio ex-HTC ho bestemmiato un po' troppo con recovery,bootloader e rischio di brick.
Avevo comprato lo One pensando "monta di serie una delle migliori ROM per Android, per un po' di tempo non dovrò sbattermi per aggiornarlo".

Evidentemente è destino doversi trasformare in un Nerd ogni volta che bisogna aggiornare uno smartphone Android
Adesso vado a farmi un giro su XDA e su Androidiani per capire cosa dovrò fare per avere un ROM decente ed aggiornata


stesso pensiero. ora il valore del plus sull'usato crollerà letteralmente, cosi come la domanda. invece il presso del nexus 5 rimarrà invariato e prossimo al nuovo.

al di la delle considerazione economiche, mi rode che lo smartphone perfetto (almeno cosi dicono) non lo sia più, almeno non come prima.
qboy01 Dicembre 2014, 23:52 #10
Non capisco dove sia il problema per 1+1, basta dare lavoro a qualche utente di xda e sono aposto
Originariamente inviato da: v1doc
Pessima notizia, speravo di non avere più problemi con gli aggiornamenti di Android avendo acquistato uno One, evidentemente mi sbagliavo

hai sbagliao tu a fidarti di CM, quando è diventata un'azienda
Originariamente inviato da: v1doc
Per aggiornare il mio HTC Evo 3D ho dovuto, fra le altre cose, mettere in corto due contatti sulla scheda madre con una graffetta in fase di boot.
E' stata una esperienza "divertente", ma sinceramente vorrei evitare di ripeterla in futuro con lo One.

forse non hai capito la notizia, il blocco degli aggiornamenti riguarda solo l'india ed è solo una cosa formale. in pratica puoi molto facilmente metterci quello che vuoi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^