Nokia: il governo tedesco rivuole i finanziamenti

Nokia: il governo tedesco rivuole i finanziamenti

Nokia si dichiara stupita della decisione del Nordrhein-Westfalia, che richiede indietro i fondi erogati per lo stabilimento di Bochum

di pubblicata il , alle 09:53 nel canale Telefonia
Nokia
 

Ha destato un certo scalpore il comunicato stampa pubblicato da Nokia sul proprio sito. Ricostruiamo brevemente la storia: Nokia ha annunciato qualche tempo fa di avere intenzione di chiudere lo stabilimento di Bochum, in Germania, per trasferire la produzione in Romania, dove i costi di manodopera sono più bassi, cedendo inoltre anche il comparto di ricerca e sviluppo operante in quello stabilimento.

A seguito di questa decisione la Nordrhein-Westfalia (NRW) Bank e il governo del Länder hanno inoltrato richiesta a Nokia per la restituzione dei fondi erogati nel 1999 per l'ampliamento dello stabilimento di Bochum, una cifra di circa 41 milioni di euro.

Nel comunicato stampa, Nokia si dichiara stupita di tale decisione. 'Nokia has received information from the North Rhine-Westphalia (NRW) Bank that it and the NRW government plan to attempt to recall subsidies given to the company back in 1999. Nokia is astonished by this'. Il colosso finlandese 'strongly believes it has acted correctly'.

Se da una parte è evidente che un'azienda per mantenere in attivo il suo bilancio, di fronte alla concorrenza di produttori in grado di produrre a costi più bassi, sia sempre alla ricerca di vie low-cost per la produzione, è innegabile che il governo tedesco abbia investito la cifra sopra riportata contando di offrire nuovi posti di lavoro sul suo territorio per un periodo di tempo ben superiore a 9 anni. Staremo a vedere quali saranno gli sviluppi della vicenda.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rugginofago08 Febbraio 2008, 10:04 #1
In germania son sempre un passo avanti....
zago08 Febbraio 2008, 10:04 #2
che furboni quelli della NOKIA, pare quasi una cosa all'italiana e invece è fatta dai bravissimi NOKIOTTOLI fiLLandesi(dai denti sanissimi)
Cialtrone08 Febbraio 2008, 10:06 #3
E fanno bene! I cialtroni dei nostri politici non avrebbero mai fatto una cosa del genere, perchè non sanno altro fare che leccare il c..o delle grandi aziende! Alla FIAT sono stati regalati centinaia di milioni di euro, perchè poi Romiti se li andasse ad investire in borsa, invece che investire in ricerca..gente come lui meriterebbe solo di finire sotto ad un ponte,e avrebbe il disprezzo anche di quei poveracci che ci sotto un ponte ci sono già..
_Aenea_08 Febbraio 2008, 10:07 #4
La Germania ha fatto benissimo a richiedere i finanziamenti. Come dice Rugginofago i tedeschi sono sempre un passo avanti: in tutto, aggiungo io.
mdc08 Febbraio 2008, 10:07 #5
Bravo il governo tedesco, ha ragione!
La Nokia si fa dare 41 milioni di euro per allargare lo stabilimento e poi quando le fa più comodo andarsene, 10 anni dopo, puff e chi se ne frega del fatto che avevo ricevuto un finanziamento statale.

Tra l'altro il tutto in una situazione di attivo straordinario di Nokia: non è che si spostano per limitare le perdite ma solo per guadagnare di più.
che schifo l'economia moderna...
Paganetor08 Febbraio 2008, 10:09 #6
bisogna vedere se c'erano delle clausole o dei vincoli legati al prestito... certo, se il prestito era (faccio una ipotesi) di 41 milioni di euro spalmati su 10 anni, Nokia dovrebbe restituire 1/10 della cifra. Viceversa, non so se la banca può rivalersi.

Fa comunque piacere leggere queste cose: chissà se anche in Italia prima o poi ci faremo restituire un po' di quei fondi presi dalle aziende che poi aprono gli stabilimenti in Polonia (vabbè, adesso la Polonia è in Europa, ma fino a qualche anno fa no...)
elessar08 Febbraio 2008, 10:16 #7
In un mercato rapido & dinamico come quello della tecnologia 9 anni sono un bel po' di tempo, ci sono molte modifiche che possono sopravvenire. Ora probabilmente la fabbrica non rende più; non so quali siano state le condizioni poste dal governo tedesco ai tempi, certo che un investimento del genere dovrebbe essere regolato da un contratto ben definito, non soltanto dalla "speranza" che l'attività sarebbe dovuta andare avanti per più di 9 anni.

Per esempio se prendi i fondi per le nuove imprese con Sviluppo Italia, se chiudi prima di 5 anni devi restituire tutto.

IMHO è giusto che Nokia restituisca almeno una quota del finanziamento in questione, in funzione degli accordi presi.
Garz08 Febbraio 2008, 10:18 #8
quoto paganetor: avranno ben avuto un contratto per ricevere quei soldi, non è che il governo ha chiamato un postino dicendogli dai questi 41milioni a mister nokia..
mi fa ridere la risposta nokia: "Nokia si dichiara stupita di tale decisione"
c'è poco da essere stupita, le clausole dell'accordo te le sarai lette no? e allora sai benissimo cosa puo e cosa non puo essere contestato dal governo.
cascano dalle nuvole questi qui.. hanno fatto bene a mettere come legge: l'ignoranza non è una scusa.
Crux_MM08 Febbraio 2008, 10:29 #9
Dipende cosa dice il contratto! Se ci sono gli estremi è DOVEROSO che Nokia restituisca tutto!
Sicuramente uno Stato non può fare un investimento di 41 milioni di euro per vedere tutto in fumo dopo 9 anni!
Giustissimo!
Non mi piacciono i tedeschi per alcune cose ma devo dire che con questa notizia sono saliti molto nella mia classifica!
Lelevt08 Febbraio 2008, 10:32 #10
Fanno benissimo in Germania a fare così, e sicuramente i soldi riusciranno a farseli restituire, e nel giro di poco tempo. E con gli interessi.

Importante anche perchè serve da lezione, monito, verso chi pensa di sfruttare come vuole i finanziamenti da parte delle istituzioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^