Nokia Home Control Center: il futuro è nella domotica

Nokia Home Control Center: il futuro è nella domotica

Nokia con il suo Home Control Center scommette sulla casa intelligente

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 13:39 nel canale Telefonia
Nokia
 

La domotica è un argomento sempre attuale, che nel corso degli anni ha presentato diversi interessanti progetti e innovazioni, ma che al momento non è ancora riuscita a fare il grande salto ed entrare davvero in tutte le case. Forse quello che è mancato al pieno sviluppo dell'automazione domestica è la spinta di un grosso marchio, in grado di generare fiducia e familiarità negli utenti, spingendoli ad adottare per la loro casa soluzioni innovative.

La marea potrebbe cambiare con l'ingresso di Nokia in questo campo. Nokia ha annunciato che sta sviluppando la piattaforma Nokia Home Control Center, che mira ad integrare sicurezza, soluzioni di domotica e gestione dell'energia in un unico centro di controllo, accessibile in locale o da remoto con PC e smartphone.  Si tratta di una piattaforma Linux-based, come riportato nella pagina di presentazione del progetto, all'interno del sito Nokia Smart Home Solutions.

La piattaforma verrà aperta ad applicazioni di terze parti e permetterà di tenere sotto controllo i consumi energetici, di accendere e spegnere apparecchiature da remoto, di monitorare il funzionamento degli elettrodomestici, di gestire e monitorare riscaldamento e ventilazione.

Sono tutte operazioni possibili già oggi, ma con piattaforme diverse e con un mercato molto frammentato, siamo curiosi di scoprire quale sarà l'approccio di Nokia e quale sarà il futuro della 'Casa Intelligente'.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LUVІ27 Novembre 2008, 13:47 #1
Ericsson lo faceva, con il telefono fisso, 20 anni fa.... non mi ricordo come si chiamava il sistema, ce l'aveva un mio amico in test a casa.

LuVi
p4ever27 Novembre 2008, 13:52 #2
io sono sempre abbastanza scettico su questi proclami da innovazione mondiale.."da domani comanderemo la lavatrice con il telefonino, addio alle vecchie abitudini"...sono notizie sensazionalistiche che lasciano un pò il tempo che trovano, forse perchè vivo in una società, quella italiana, storicamente arretrata tecnologicamente e non predisposta alle innovazioni, quindi non riesco ad immaginare mia mamma che accende il riscaldamento a casa mentre è a fare la spesa o boiate del genere...certo l'idea è buona e sicuramente sarà il futuro, ma credo che che la mia generazione salterà questa fase per ancora qualche bel anno...per il momento mi affido al termostato a manovella e all'interruttore on off della lavastoviglie...
Jabberwock27 Novembre 2008, 14:03 #3
Originariamente inviato da: p4ever
io sono sempre abbastanza scettico su questi proclami da innovazione mondiale.."da domani comanderemo la lavatrice con il telefonino, addio alle vecchie abitudini"...sono notizie sensazionalistiche che lasciano un pò il tempo che trovano, forse perchè vivo in una società, quella italiana, storicamente arretrata tecnologicamente e non predisposta alle innovazioni, quindi non riesco ad immaginare mia mamma che accende il riscaldamento a casa mentre è a fare la spesa o boiate del genere...certo l'idea è buona e sicuramente sarà il futuro, ma credo che che la mia generazione salterà questa fase per ancora qualche bel anno...per il momento mi affido al termostato a manovella e all'interruttore on off della lavastoviglie...


Se tua madre e' come la mia, che ha difficolta' con il VTR, il lettore DVD e anche con la rubrica del cellulare, vederla anche solo controllare, ipoteticamente, di aver spento le luci in casa con il cellulare e' pura fantascienza, figuriamoci usare la lavatrice a distanza!

Per il resto, al domotica mi ha sempre affascinato e queste soluzioni "convergenti" mi intrigano non poco!
zuLunis27 Novembre 2008, 14:14 #4
Il problema della domotica in realtà è che non viene pubblicizzata abbastanza e che non esistono dei reali standard! Ma soprattutto.. per poter fare un impianto con le controballe devi sborsare un occhio della testa per trovare uno specialista..
mau.c27 Novembre 2008, 14:19 #5
l'unica vera applicazione utile (l'unica che vedo) è il comando per il riscaldamento, il problema è che è utile quasi solo per le seconde case. queste automazioni sono state poste nel dimenticatoio perchè inutili
quiete27 Novembre 2008, 14:36 #6
mi ha sempre affascinato la domotica anche se non sono riuscito a trovarne un'utilità tale da giustificare la spesa. certo che x fare scherzi a distanza tipo poltergeist sarebbe divertente
Sig. Stroboscopico27 Novembre 2008, 14:37 #7
Chissà che succede con ctrl+alt+canc a casa mia... un pò tipo premere la porta di casa, la finestra di fianco e il camino sul tetto in contemporanea...

^__^
Bulfio27 Novembre 2008, 14:46 #8
Il problema della domotica è un protocollo di comunicazione unico e condiviso da tutti che al momento non esiste, e se vanno avanti così non esisterà mai.
Fin quando ognuno creare linguaggi proprietari, non si andrà da nessuna parte.
Haran Banjo27 Novembre 2008, 14:52 #9
Quoto tutti, la domotica in realtà non esiste.
giovannifg27 Novembre 2008, 14:56 #10
Anche a me la domotica ha sempre affascinato, e non riesco a capire come mai, con le attuali, incredibili, mirabolanti, fantastiche, ecc... tecnologie non si riesca ad abbassare il prezzo. Cioè... il motivo sta nella scarsa domanda direi, ma non capisco come mai non si cerchi di incrementarla. Forse l'entrata di Nokia porterà ad una diffusione maggiore. Sarebbe comunque utile, soprattutto (come è già stato detto) per il controllo di riscaldamento/condizionatore.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^