Nokia, Apple e Google scaldano i motori. In TGtech con le nuove fotocamere

Nokia, Apple e Google scaldano i motori. In TGtech con le nuove fotocamere

Nokia, Apple e Google scaldano i motori in vista della settimana prossima. Fotografia: molte le novità da Sony, Panasonic, Nikon e Fujifilm. Microsoft Windows 8.1: disponibile l'aggiornamento La risposta di Nvidia a Mantle tra Flex, GI Works e Flame Works. Tutto questo nell'edizione odierna di TGtech

di Roberto Colombo pubblicata il , alle 16:23 nel canale Telefonia
NVIDIANokiaAppleNikonSonyGooglePanasonicFujifilmMicrosoftWindows
 

Settimana prossima si annuncia molto calda e in apertura Davide ci parla di cosa bolle in pentola in casa Nokia, Apple e Google. L'azienda finlandese rinnova il suo appuntamento annuale il 22 ottobre e questa volta ha scelto Abu Dhabi come cornice: le novità potrebbero riguardare non solo nuovi smartphone, ma anche tablet e notebook. Anche per Apple è consuetudine annunciare nuovi prodotti in questo periodo e l'evento di martedì prossimo pare il palcoscenico perfetto per i nuovi iPad 5 e iPad Mini 2, ma non è da escludere che possa finalmente fare capolino lo smartwatch iWatch. Google potrebbero però rubare la scena a tutti già lunedì con Android KitKat e il nuovo Nexus 5.

Guardano invece indietro a questa settimana, gli annunci fotografici si sono susseguiti a ritmo davvero incalzante e Roberto ce ne fa una sintesi. Mercoledì è stato il turno delle nuove mirrorless di casa Sony, Alpha A7 e A7r. Le due nuove fotocamere portano il sensore full frame nel mondo mirrorless, pur utilizzando il precedente innesto E-Mount. Dotate di sensori da 24 e 36 megapixel beneficieranno di tutta una serie di nuove ottiche full frame, molte progettate e costruite da Zeiss.

Ieri la giornata si è aperta con la nuova Panasonic Lumix GM1, con sensore Micro Quattro Terzi da 16 megapixel. Un gran lavoro di razionalizzazione e miniaturizzazione dei componenti ha permesso a Panasonic di mettere sul piatto la mirrorless come tutti se la sono sempre immaginata: piccola e tascabile.

La giornata di giovedì è poi proseguita con gli annunci Nikon: Nikon D5300 è la prima reflex della casa giallonera ad essere dotata di moduli Wi-Fi e GPS incorporati e integra un nuovo display posteriore orientabile da 3.2" e 1.037.000 punti. IL resto delle caratteristiche è ereditato da D5200 a partire dal sensore CMOS APS-C da 24 megapixel, privo (come accade su D7100) del filtro antialiasing.

Oggi invece è Fujfiilm a salire sul palco con Fujifilm X-E2, evoluzione del modello precedente aggiornando il sensore da 16 megapixel alla versione APS-C X-Trans CMOS II che offre punti a rilevazione di fase sul sensore per la messa a fuoco. Inedita è invece Fujifilm XQ1 con obiettivo zoom 4x F1.8, sensore X-TransTM CMOS II da 2/3” e processore EXR Processor II.

In settimana è arrivato anche il momento per lo sbarco ufficiale dell'aggiornamento Windows 8.1 che corregge il tiro rispetto ad alcune scelte a livello di interfaccia che non hanno convinto molto gli utenti. L'interfaccia Modern UI all'avvio, la scomparsa del tasto Start, la barra laterale a comparsa: tutti elementi che hanno visto Microsoft lavorare sulle lamentele degli utenti. Alessandro fa il punto sul nuovo Windows 8.1 in un intervento da non perdere.


Alessandro e l'interfaccia che non si può più nominare

Nvidia ha annunciato diverse novità nella giornata di ieri nel corso dell'evento che si sta tenendo a Montreal. Il team Gameworks sta infatti lavorando a una nuova suite rivolta agli sviluppatori, che fornirà loro degli strumenti per sfruttare al meglio l'hardware messo a disposizione da Nvidia, dalle Geforce a Shield. Quella di Nvidia è una vera e propria risposta ad AMD, che ha recentemente annunciato le sue nuove API Mantle, che porteranno gli sviluppatori a sfruttare fino all'ultima risorsa delle soluzioni Radeon.

Non sono mancati gli annunci sui nuovi strumenti per gli sviluppatori, come Flex. Si tratta di un sistema unificato di GPU PhysX che sfrutterà l'architettura parallela delle ultime GPU e sarà in grado di processare complesse interazioni tra i fluidi e il fumo con oggetti solidi. GI Works è, invece, una soluzione che riguarda la gestione dell'illuminazione globale in tempo reale. Ridurrà lo sforzo del motore grafico nella creazione di contenuti all'interno di un'architettura scalabile. Flame Works, invece, aiuterà nella riproduzione degli effetti di fumo, creando volumi di fumo complessi e fedeli. Il fumo o il fuoco così creati possono interagire in tempo reale anche con gli elementi geometrici dei mondi di gioco.

[HWUVIDEO="1423"]Nokia, Apple e Google scaldano i motori. In TGtech con le nuove fotocamere[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^