Nexus 5 avrà una fotocamera MEMS, auto-focus istantaneo e funzionalità in stile Lytro

Nexus 5 avrà una fotocamera MEMS, auto-focus istantaneo e funzionalità in stile Lytro

Analizzando i file di log del Nexus 5 sono stati scoperti dettagli interessanti sulla fotocamera utilizzata

di Nino Grasso pubblicata il , alle 17:01 nel canale Telefonia
NexusGoogle
 

Attraverso la documentazione trapelata riguardo al Nexus 5 si è scoperto che lo smartphone adotterà una fotocamera dotata di sensore da 8 megapixel. Quello che non era stato segnalato era che la stessa utilizzerà un particolare tipo di modulo fotografico chiamato MEMS.

Attraverso la tecnologia utilizzata al suo interno, MEMS è in grado di mettere un soggetto a fuoco sette volte più velocemente rispetto a quanto possibile con gli altri smartphone al momento. Il nuovo modulo effettua una serie di scatti in successione ad alta velocità e li immagazzina in un unico file, mediante il quale è possibile scegliere il punto di messa a fuoco anche in un secondo momento, similarmente a quanto avviene con la fotocamera Lytro. Le migliorie sono sensibili in qualsiasi condizione di luminosità ambientale.

MEMS cam

Nexus 5 sarà il primo smartphone ad annoverare la tecnologia MEMS all'interno del modulo fotografico adoperato. Come riporta Myce, nei file di log trapelati del nuovo dispositivo "Pure Google", troviamo una menzione di un componente chiamato IMX179. Tramite una rapida ricerca si scopre che lo stesso riguarda proprio il modulo fotografico MEMS, prodotto da Digital Optics.

La fotocamera, quindi, avrà con molta probabilità un sensore da 8 megapixel non BSI grande 1/3,2", con obiettivo dotato di apertura di diaframma f/2.4. Caratteristiche tecniche non in linea con i top di gamma del momento, ma che potrebbero assumere un nuovo valore con l'uso della nuova tecnologia.

Alla base di MEMS abbiamo quella che viene definita "tecnologia microelettromeccanica" ed è un metodo sensibilmente diverso rispetto ai motori a bobina mobile (VCM) utilizzati dalle fotocamere tradizionali degli smartphone. È la stessa tecnologia che ha permesso a dispositivi di piccole dimensioni di avere al proprio interno microfoni, giroscopi e barometri.

MEMS specifiche

L'auto-focus con i VCM tradizionali viene effettuato inviando corrente attraverso una bobina che causa il movimento degli elementi della fotocamera verso la direzione di un magnete. Il movimento può essere impostato a distanze regolabili e ad ogni step la fotocamera valuta se la messa a fuoco è corretta o meno. Questo sistema non è sempre preciso (soprattutto in condizioni di luminosità non ottimali) e in alcuni casi risulta anche rumoroso, oltre ad impiegare anche fino ad un secondo prima di poter effettuare lo scatto.

La tecnologia alla base di MEMS, invece, utilizza una forza elettrostatica per attrarre le parti in movimento del modulo, che non si toccano mai fra di loro. In questo modo è possibile avere un solo elemento in movimento che permette di mettere a fuoco il soggetto in maniera istantanea ed anche di avere un'efficienza di centinaia di volte superiore rispetto ai moduli VCM.

Nexus 5 dovrebbe essere annunciato pubblicamente entro la fine del mese assieme ad Android 4.4 KitKat.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nautilu$02 Ottobre 2013, 17:52 #1
Il fatto di poter scegliere il punto di fuoco (successivamente) tra vari scatti, oltre ad essere una opzione ciuccia-memoria incredibile, è anche una cosa inutile su un cellulare, visto che avendo un sensore così piccolo si hanno profondità di campo molto superiori al normale... Cosa che rende quasi inutile la scelta della messa a fuoco su soggetti da 1 metro di distanza in poi...
Theprov02 Ottobre 2013, 18:12 #2
Originariamente inviato da: Nautilu$
Il fatto di poter scegliere il punto di fuoco (successivamente) tra vari scatti, oltre ad essere una opzione ciuccia-memoria incredibile, è anche una cosa inutile su un cellulare, visto che avendo un sensore così piccolo si hanno profondità di campo molto superiori al normale... Cosa che rende quasi inutile la scelta della messa a fuoco su soggetti da 1 metro di distanza in poi...


Mi hai tolto le parole di bocca.
kralin02 Ottobre 2013, 18:56 #3
Originariamente inviato da: Nautilu$
Il fatto di poter scegliere il punto di fuoco (successivamente) tra vari scatti, oltre ad essere una opzione ciuccia-memoria incredibile, è anche una cosa inutile su un cellulare, visto che avendo un sensore così piccolo si hanno profondità di campo molto superiori al normale... Cosa che rende quasi inutile la scelta della messa a fuoco su soggetti da 1 metro di distanza in poi...


straquoto, ma si sa' il marketing e' padrone
CaFFeiNe02 Ottobre 2013, 18:57 #4
avrei preferito un sensore grande almeno quanto quello dello z1
o il sensore stile motorola clearpixel con matrice rgbc invece di rgbg (vedendo le prove le foto hanno un esposizione e un livello di dettaglio anche con poca luce, molto migliore di s4 e iphone5)

come detto sotto, il multifocus mi sembra davvero useless su un cellulare... la messa a fuoco piu' veloce su un qualcosa che mette a fuoco quasi l'intera scena, e a meno di messa a fuoco sbagliata (e qui aiuta molto piu' un sensore e una lente piu' luminosi, che la velocita', dato che piu' luce = migliore messa a fuoco) è difficile che esca sfocato...

speriamo ci sia almeno lo stabilizzatore che compensi almeno parzialmente le prestazioni del sensore piccolo e dell'apertura minore rispetto la concorrenza, facendo guadagnare qualche stop in tempi...
cioe' non è neanche BSI, che ormai nei cellulari, data la dimensione è obbligatorio...


vorrei un telefono con sensore dello z1 (o 1020), con stabilizzatore, e matrice rgbc...
dtreert02 Ottobre 2013, 19:06 #5
ho paura che sta features ce la facciano pagare... spero non superi i 400 a sto punto... o magari aspetto il motorola a basso costo
ERRYNOS02 Ottobre 2013, 19:31 #6
Originariamente inviato da: dtreert
ho paura che sta features ce la facciano pagare... spero non superi i 400 a sto punto... o magari aspetto il motorola a basso costo


sotto i 400 euro é mio, se no cercherò altro!
Italia 102 Ottobre 2013, 19:35 #7
Dopo l'808, tutti a puntare sul reparto fotografico ?
Portocala02 Ottobre 2013, 20:33 #8
Da altri documenti risulta una fotocamera anonima da 8MP.
Lo scopriremo il 14
sniperspa02 Ottobre 2013, 21:14 #9
La possibilità di mettere a fuoco diversi punti in un successivo momento non sarà una gran feature ma la alta velocità di messa a fuoco non mi pare sia da buttare anzi...sperando che riesca a fare buone foto anche con scarsa quantità di luce.
SmbSmb02 Ottobre 2013, 21:53 #10
Originariamente inviato da: Nautilu$
Il fatto di poter scegliere il punto di fuoco (successivamente) tra vari scatti, oltre ad essere una opzione ciuccia-memoria incredibile, è anche una cosa inutile su un cellulare, visto che avendo un sensore così piccolo si hanno profondità di campo molto superiori al normale... Cosa che rende quasi inutile la scelta della messa a fuoco su soggetti da 1 metro di distanza in poi...


"Successivamente" non credo che voglia dire "tra 6 mesi", bensi' che intanto non perdi l'attimo dello scatto, e subito dopo la fotocamera analizza i fotogrammi
e mantiene quello veramente a fuoco.
Cosi' ci vedrei una logica, altrimenti non lo capisco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^