myFC mostra un iPhone 7 e un Samsung S7 a celle di combustibile

myFC mostra un iPhone 7 e un Samsung S7 a celle di combustibile

myFC ha mostrato due prototipi di smartphone con reattore integrato, a cui basta semplicemente collegare una cartucca per la ricarica: finita la ricarica si stacca la cartuccia, la si getta e non si ha altro per le mani che lo smartphone. L'azienda ha modificato un iPhone 7 e un Samsung Galaxy S7 per dimostrare la sua tecnologia: ora l'azienda è alla ricerca di partner a cui cedere in licenza il suo sistema

di pubblicata il , alle 17:31 nel canale Telefonia
SamsungiPhoneGalaxymyFC
 

Le celle a combustibile promettono da tempo di rivoluzionare il mondo dei telefonino, con ricariche istantanee o anche in completa assenza della rete elettrica e di altre fonti di approvvigionamento di energia. Esistono delle soluzioni commerciali che permettono di utilizzare cartucce di combustibile per ricaricare il telefonino, ma si tratta ancora di soluzioni molto di nicchia e caratterizzate da un costo per ricarica ancora poco conveniente rispetto a quello che si ha semplicemente attaccando una caricabatterie alla presa a muro.

http://www.hwupgrade.it/immagini/myfc-jag.jpg

myFC è un marchio svedese che da tempo crede nella tecnologia delle celle a combustibile (myFC sta proprio per my-Fuel-Cell): al CES di quest'anno aveva mostrato la sua soluzione JAQ, basata su una pila a combustibile con membrana a scambio protonico e cartucce usa e getta di acqua e sale. Si trattava di un reattore esterno con cartucce, in grado di trasferire via cavo l'energia allo smartphone (o qualunque dispositivo in grado di ricaricarsi da una sorgente a 5V).

myFC iPhone 7 Prototipo

Ora myFC ha mostrato due prototipi di smartphone con reattore integrato, a cui basta semplicemente collegare una cartuccia per la ricarica: finita la ricarica si stacca la cartuccia, la si getta e non si ha altro per le mani che lo smartphone. L'azienda ha modificato un iPhone 7 e un Samsung Galaxy S7 per dimostrare la sua tecnologia: ora l'azienda è alla ricerca di partner a cui cedere in licenza il suo sistema.

myFC iPhone 7 prototipo lato

Il sistema al momento è abbastanza rozzo, ma se partisse qualche collaborazione coi grandi marchi mondiali certamente potrebbe avere interessanti rivisitazioni sotto il profilo del design. Sarà interessante ora vedere se qualcuno dei big della telefonia deciderà di scommettere su questa tecnologia, mari da adottare inizialmente su qualche linea particolarmente 'avventurosa' come i cellulari rugged o i dispositivi per situazioni estreme.

UPDATE:

L'azienda ha appena comunicato di aver realizzato altri prototipi: ora la lista dei cellulari comprende iPhone 7, LG G5, Xiaomi Mi5, Huawei Nexus 6P, HTC 10, Samsung Galaxy S7, oltre alla custodia per smartphone Mophie Juice Pack e ai powerbank GP Powerbank e Anker PowerCore+.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jined28 Novembre 2016, 18:34 #1
Si ma l'autonomia? AUTONOMIA...A-U-T-O-N-O-M-I-A !!

Vogliono dichiararla??

Se devo fare tutto quell'ambaradam e la gente deve andare a inquinare in giro con quelle celle...almeno mi devono durare... se l'autonomia è la stessa di una ricarica LiPo... è tutto un cavolo inutile.
roccia123428 Novembre 2016, 18:53 #2
Autonomia e costi di ricarica (stimati una volta a regime).

Senza questi due dati... la notizia è inutile.
virgolanera28 Novembre 2016, 19:09 #3
Quello che mi preoccupa è il fatto che, dopo l'utilizzo, la cartuccia vada gettata via. Invece di pensare all'ambiente si pensa sempre e solo al guadagno.
Cooperdale28 Novembre 2016, 20:41 #4
Originariamente inviato da: virgolanera
Quello che mi preoccupa è il fatto che, dopo l'utilizzo, la cartuccia vada gettata via. Invece di pensare all'ambiente si pensa sempre e solo al guadagno.


Basta non farsi vedere mentre la si butta.
jined28 Novembre 2016, 21:17 #5
Originariamente inviato da: virgolanera
Quello che mi preoccupa è il fatto che, dopo l'utilizzo, la cartuccia vada gettata via. Invece di pensare all'ambiente si pensa sempre e solo al guadagno.


Tranquillo... se con un euro non garantiscono una settimana di autonomia.. resteranno a inquinare solo lo scaffale di turno... a parte quel paio di fagiani occasionali, curiosi della novita'.
djfix1329 Novembre 2016, 09:28 #6
ma cosa diavolo commentate!!
le info ci sono e la nota alla versione del CES c'è!
1 cartuccia fornisce 1800mAh, contiene solo acqua e sale e quindi non inquina un tubo! la cartuccia vuota è riciclabile perchè in plastica come quella degli accendini.
il costo (ovviamente sensa collaborazioni dei big) è di 99 euro per il reattore (ma se va integrato non è venduto di certo a quel prezzo e su 1000 euro di iPhone dubito che faccia spaventare, e il kit di 9 cartuccie 45 euro (5 euro l'una).

ricordando che sono prezzi non di massa e che racchiudono brevetti; a regime di 1-2 anni le cartuccie costeranno 1 euro o meno, non ci sarebbe bisogno di litio di carica batterie di prese ovunque e di tempi di attesa per la ricarica!!!
CYRANO29 Novembre 2016, 09:52 #7
Un reattore lo avrei visto bene nel Note 7 ...



Clsllmsmòdòmdòmd
!fazz29 Novembre 2016, 09:58 #8
Originariamente inviato da: jined
Si ma l'autonomia? AUTONOMIA...A-U-T-O-N-O-M-I-A !!

Vogliono dichiararla??

Se devo fare tutto quell'ambaradam e la gente deve andare a inquinare in giro con quelle celle...almeno mi devono durare... se l'autonomia è la stessa di una ricarica LiPo... è tutto un cavolo inutile.


l'autonomia in un sistema a celle di combustibile passa da parametro fondamentale a parametro secondario visto la possibilità di effettuare un refill al volo / cambio di cartuccia importanti sono invece i costi di ricarica

più che altro un dubbio come possono esistere delle celle a combustibile senza combustibile? una cartuccia di acqua e sale (quindi H2O + NaCl) senza nessun atomo di carbonio come può essere considerata una cella a combustibile? pare molto più simile ad una cella primaria che una cella a combustibile (una specie di pila a tazze che sfrutta l'acqua salata come elettrolita ma comunque dopo qualche ciclo di ricarica pure gli elementi metallici andranno sostituiti (oppure sono integrati nella cartuccia)
Sunburp29 Novembre 2016, 10:13 #9
La prima preoccupazione va alle cartucce usa e getta, che saranno pure riciclabili ma sono altra plastica che ci ritroviamo sparsa per le nostre strade.

Poi non capisco come una cartuccia con acqua e sale possa sprigionare energia, ma sono ignorante lo ammetto.
LordPBA29 Novembre 2016, 15:14 #10
"reattore" di cosa e come?

Allora anche il NI-LI e' una pila a "reattore" sono reazioni chimiche no? Oppure si parla di reazioni atomiche? E se si come e che vantaggi hanno? Non si capisce molto...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^