Microsoft conferma: Surface Neo supporterà le app Win32. Aperti i dual-screen agli sviluppatori

Microsoft conferma: Surface Neo supporterà le app Win32. Aperti i dual-screen agli sviluppatori

Gli sviluppatori app potranno utilizzare API ad-hoc per i nuovi formati dual-screen di Microsoft, con l'azienda che le ha rese disponibili in forma privata

di pubblicata il , alle 15:21 nel canale Telefonia
MicrosoftSurface
 

Surface Neo e Surface Duo sono stati la sorpresa principale, insieme al più attuale Surface Pro X, dell'ultimo evento hardware di Microsoft. Sono prodotti dual-screen con cerniera al centro, senza pannelli flessibili o altre parti potenzialmente problematiche, e hanno generato sensazioni contrastanti, fra eccitazione, curiosità e un po' di scetticismo. Microsoft ha appena effettuato la prima chiamata agli sviluppatori, rivelando alcuni dettagli aggiuntivi.

L'azienda ha infatti dichiarato che i nuovi prodotti dual-screen saranno in grado di eseguire le app esistenti, tuttavia sarà meglio sviluppare feature esclusive per sfruttarli al meglio ed espandere l'esperienza d'utilizzo attraverso il nuovo formato. Surface Neo e Surface Duo supporteranno, rispettivamente, le app Android e le app Windows, tuttavia Microsoft non è stata in passato molto affidabile per quanto riguarda il discorso "compatibilità".

Windows on ARM ne è un esempio: c'è il supporto, ma di fatto l'uso di app di vecchia concezione è sconsigliabile. Per quanto riguarda i prodotti attuali, tuttavia, possiamo permetterci di essere meno dubbiosi: Surface Duo utilizza il sistema operativo Android e le consuete CPU ARM, mentre Surface Neo si basa su Windows 10X e su processori Intel che non dovrebbero dare alcun problema per quanto riguarda la compatibilità con le app "legacy".

C'è, però, una cosa da sottolineare: le vecchie app (su Android, sul web, le app UWP e le app Win32) funzioneranno sui nuovi prodotti ma potranno sfruttare solo uno schermo. L'utente non avrà benefici nell'uso di app di vecchia concezione sui dispositivi dual-screen, non potrà sfruttarne le funzionalità intrinseche e non potrà espanderle su entrambi gli schermi.

Per farlo gli sviluppatori dovranno utilizzare le API Microsoft e abilitare il supporto pieno del doppio schermo, in modo da consentire all'utente di usare parti diverse della stessa app sui due schermi. Non sappiamo quale sarà lo sforzo richiesto agli sviluppatori, che dovranno inviare la richiesta a Microsoft via e-mail per avere accesso alle API che servono. E non sappiamo, quindi, quanto di fatto gli sviluppatori accetteranno di lavorare su una piattaforma nuova, ancora non in commercio, e dal successo commerciale che non è una certezza.

L'azienda sta comunque dando un certo preavviso agli sviluppatori, visto che i dispositivi dual-screen arriveranno fra parecchi mesi. È chiaro che il loro successo è ancora oggi una grossa incognita, visto che dipenderà da diversi fattori fra cui disponibilità e - soprattutto - prezzo.

 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Axios200626 Novembre 2019, 15:40 #1
Non oso immaginare la interminable fila di sviluppatori pronta a creare app per un dispositivo di sicuro costoso e con il rischio che sia abbandonato repentinamente come Windows Mobile o Windows RT o manco mi ricordo il ne degli altri tentativi di MS di creare una versione ridotta di Windows...
Gyammy8526 Novembre 2019, 18:39 #2
Originariamente inviato da: Axios2006
Non oso immaginare la interminable fila di sviluppatori pronta a creare app per un dispositivo di sicuro costoso e con il rischio che sia abbandonato repentinamente come Windows Mobile o Windows RT o manco mi ricordo il ne degli altri tentativi di MS di creare una versione ridotta di Windows...


Massi dai che ci vanno a fare sti sviluppatori, col pericolo che se gli sviluppatori non vanno poi dovranno chiamare sviluppatori se no poi gli sviluppatori se ne vanno...tutti al bootcamp di uaweii che is the new apple a fare progetti visual social marketing app appforapp trapp, vivalaconcorrenza
E quindi? win desktop non va bene e tutto il resto fa schifo a priori perché c'è la concorrenza filantropica che plasma il mondo, chiudiamo tutto e mandiamo a casa 200 mila dipendenti così imparano.
giuliop26 Novembre 2019, 19:11 #3
Sarebbe meglio fare commenti *prima* di ubriacarsi.
Unrealizer26 Novembre 2019, 19:34 #4
Potevate almeno mettere il link al post sul blog, ve l'ho pure messo nei commenti dell'altra notizia

Comunque stanno anche lavorando ad API web per supportare i dispositivi dual screen: https://www.youtube.com/watch?v=9j_9wbi2UWg
djmatrix61926 Novembre 2019, 23:25 #5
Ma la gente si droga prima di commentare..?
Gyammy8527 Novembre 2019, 09:41 #6
Originariamente inviato da: giuliop
Sarebbe meglio fare commenti *prima* di ubriacarsi.


Originariamente inviato da: djmatrix619
Ma la gente si droga prima di commentare..?


Il cane che si morde la coda, la gente non deve andarci perché c'è il pericolo che ms chiuda il progetto per mancanza di interesse, paradox time
biffuz27 Novembre 2019, 10:08 #7
Perché si fermano a "traditional laptop" e "dual screen pcs"? Noi che abbiamo sei monitor cosa dobbiamo fare?
Cara Microsoft, concentrati sulla differenza tra mobile e desktop che è meglio...
Unrealizer27 Novembre 2019, 11:01 #8
Originariamente inviato da: biffuz
Perché si fermano a "traditional laptop" e "dual screen pcs"? Noi che abbiamo sei monitor cosa dobbiamo fare?
Cara Microsoft, concentrati sulla differenza tra mobile e desktop che è meglio...


Guarda il video che ho linkato (è una sessione di BlinkOn, la conferenza per gli sviluppatori di Blink, l'engine dietro Chromium)

Parlano sia di una proposta per API per dispositivi foldable, sia di come strutturare questa API per andare incontro a nuovi formati futuri (che non esistono ancora nemmeno nella loro immaginazione), ma citano anche altre API per la gestione del multi monitor

Questo se ti riferivi al web, mentre per le applicazioni native saranno almeno 20 anni che esistono API per gestire macchine con sei monitor
giuliop29 Novembre 2019, 19:02 #9
Originariamente inviato da: Gyammy85
Il cane che si morde la coda, la gente non deve andarci perché c'è il pericolo che ms chiuda il progetto per mancanza di interesse, paradox time


"Chi è causa del suo mal pianga sé stesso".

Non è senz'altro bello ma quando hai la reputazione (ben meritata) di quello che fa e disfa - per incapacità e/o difficoltà varie che sia -, e sulla bilancia gli unici che ci rimettono sono gli sviluppatori non puoi aspettarti che questi ultimi siano sempre lì smaniosi di prenderlo in quel posto per l'ennesima volta.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^