Microsoft annuncia Cortana per iOS e Android

Microsoft annuncia Cortana per iOS e Android

L'assistente virtuale di Windows e Windows Phone arriverà anche sugli smartphone della concorrenza. Arriva finalmente la conferma ufficiale

di Nino Grasso pubblicata il , alle 15:55 nel canale Telefonia
MicrosoftAndroidiOS
 

Cortana arriverà su iOS e Android a partire dal prossimo mese di giugno. Ad annunciarlo è la stessa Microsoft, che ha già dato un rapido assaggio in video di come sarà l'assistente virtuale di Windows Phone sui sistemi operativi della concorrenza. Oltre a Windows 10 desktop, quindi, Cortana sbarca su altre piattaforme, dove riuscirà a rispondere a detta dello sviluppatore alle stesse domande (o quasi).

È lecito attendersi comunque un'implementazione meno capillare su iOS e Android, rispetto a quello che è Cortana su Windows Phone e che sarà su Windows 10 Mobile e Windows 10. Cortana arriverà in qualità di applicazione specifica sulle piattaforme della concorrenza e mostrerà all'utente notifiche specifiche a riguardo di risultati sportivi, voli, e molte delle altre funzionalità esclusive di cui dispone l'assistente virtuale di Microsoft.

"Puoi impostare Cortana in modo che ti ricordi di prendere il latte non appena arrivi al negozio di alimentari, dove lo smartphone ti invierà una notifica", scrive Microsoft confermando la novità. "Potrai monitorare un volo usando Cortana sia sul PC che sullo smartphone, e ricevere aggiornamenti sul dispositivo che stai utilizzando in modo che non ti dimentichi di nulla". Non tutte le funzionalità saranno però trasposte su iOS e Android.

Visto che è "solo un'applicazione", ci saranno cose che Cortana può fare sugli smartphone Windows, e che non potrà fare su iOS e Android. Alcune feature richiedono particolari permessi che le app terze non possono avere sulle piattaforme mobile: Cortana non potrà ad esempio abilitare o disabilitare funzioni dello smartphone, e non potrà essere "risvegliata" attraverso l'hotword "Hey, Cortana".

L'applicazione dell'assistente vocale è stata annunciata insieme ad un'app Phone Companion che sarà integrata su Windows 10. Si tratta di un tool per collegare il PC a qualsiasi smartphone, in modo che questi si sincronizzino in maniera semplice installando applicazioni e servizi e sfruttando le magie concesse dal cloud. È evidente, insomma, Microsoft spinge sempre più sul multi-piattaforma.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
devilred26 Maggio 2015, 16:20 #1
azz! vuoi vedere che tutti finiranno per non fare a meno di microsoft anche in questo settore?? fossi in loro mi preoccuperei e non poco.
Simonex8426 Maggio 2015, 16:35 #2
si ma così è abbastanza inutile, speravo di poterla usare al posto di Siri (che non capisce un ca##o) per dettare sms, va beh continuerò ad usare le dita
recoil26 Maggio 2015, 16:41 #3
Originariamente inviato da: Simonex84
si ma così è abbastanza inutile, speravo di poterla usare al posto di Siri (che non capisce un ca##o) per dettare sms, va beh continuerò ad usare le dita


purtroppo no dopotutto è un'app
devilred26 Maggio 2015, 16:56 #4
puo' darsi che col tempo ci arrivano. speriamo, no!!?
Simonex8426 Maggio 2015, 16:58 #5
Originariamente inviato da: devilred
puo' darsi che col tempo ci arrivano. speriamo, no!!?


non è Microsoft che deve arrivarci ma Apple a doversi aprire, quindi non succederà mai
Zifnab26 Maggio 2015, 17:12 #6
Però non capisco, se non sbaglio ci sono app come Jarvis che eseguono effettivamente funzioni del telefono come "attiva Wifi". Perchè Cortana non potrebbe interagire con il telefono come fa Jarvis?
Pier220426 Maggio 2015, 17:17 #7
Originariamente inviato da: recoil
purtroppo no dopotutto è un'app


Ma se certificate, le App non possono richiedere permessi al sistema operativo per interagire a basso livello?

Una applicazione che richiede privilegi massimi senza dubbio va certificata da Apple, ma in ogni caso stiamo parlando di Microsoft, non di uno sconosciuto.
Unrealizer26 Maggio 2015, 17:55 #8
Originariamente inviato da: Zifnab
Però non capisco, se non sbaglio ci sono app come Jarvis che eseguono effettivamente funzioni del telefono come "attiva Wifi". Perchè Cortana non potrebbe interagire con il telefono come fa Jarvis?


Questa Jarvis è per Android? Se si, richiede il root?

Originariamente inviato da: Pier2204
Ma se certificate, le App non possono richiedere permessi al sistema operativo per interagire a basso livello?

Una applicazione che richiede privilegi massimi senza dubbio va certificata da Apple, ma in ogni caso stiamo parlando di Microsoft, non di uno sconosciuto.


c'è comunque un limite a ciò che può fare un'app... per avere altri permessi bisogna essere autorizzati da Apple, secondo te quante sono le probabilità che Apple conceda a Microsoft di poter eseguire un'app con privilegi simili a quelli di Siri? (dopotutto anche Siri è un'app, proprio come lo è la springboard)
recoil26 Maggio 2015, 17:56 #9
Originariamente inviato da: Pier2204
Ma se certificate, le App non possono richiedere permessi al sistema operativo per interagire a basso livello?

Una applicazione che richiede privilegi massimi senza dubbio va certificata da Apple, ma in ogni caso stiamo parlando di Microsoft, non di uno sconosciuto.


non ce la vedo Apple a cedere su un terreno come questo dato che ha Siri
quello che potrebbe Apple invece sarebbe aprire Siri agli sviluppatori con delle API, cosa che credo MS faccia su Windows
Bivvoz26 Maggio 2015, 19:17 #10
Comunque tutto sto supportare da parte di microsoft non vi ricorda gli anni 90 e il famoso embrace extend extinguish

Imho se andiamo avanti così android farà quella fine, non solo da parte di microsoft sia chiaro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^