LG: il sensore di impronte per smartphone diventa "invisibile"

LG: il sensore di impronte per smartphone diventa "invisibile"

I sensori di impronte per smartphone diventano sempre più diffusi in ambito mobile. LG Innotek presenta una variante che non richiede un apposito pulsante. Per effettuare la scansione dell'impronta sarà sufficiente poggiare il dito sul display.

di pubblicata il , alle 12:01 nel canale Telefonia
LG
 

I sensori per il riconoscimento dell'impronta digitale sono sempre più diffusi in ambito smartphone, conseguenza naturale della crescente attenzione accordata ai temi della sicurezza e della tutela dei dati personali. Gli standard attuali prevedono l'integrazione del sensore d'impronte sotto forma di pulsante fisico integrato nel frontale o nella parte posteriore della scocca degli smartphone. LG propone una soluzione alternativa e, quanto meno sulla carta, più immediata ed elegante: un sensore di impronte integrato nel vetro a protezione del display.

LG  sensore impronte

In concreto, utilizzando uno smartphone equipaggiato con l'innovativo scanner di impronte, sarà sufficiente poggiare il dito sul display per avviare il riconoscimento e, successivamente, sbloccare il terminale. I vantaggi sono apprezzabili sotto il profilo dei margini di manovra concessi ai produttori di smartphone, liberi di determinare il design del dispositivo, senza vincoli legati al posizionamento del pulsante con sensore di impronte. 

Il sensore, come precisa LG Innotek, è stato posizionato in un alloggiamento profondo solo 0,3 mm, posizionato nella parte inferiore del vetro a protezione del display. Il sensore ha la possibilità di operare, ma non è collocato sulla superficie esterna del vetro, con oggettivi benefici valutabili in termini estetici. I singoli produttori saranno poi liberi di scegliere se evidenziare o meno con appositi demarcatori l'area da toccare per avviare il riconoscimento dell'impronta.

Il vetro che protegge il sensore, prosegue l'azienda, tiene lontani i graffi e i danni derivanti dal contatto con l'acqua, mentre l'efficienza del riconoscimento non è in discussione. A tal proposito l'azienda afferma che l'accuratezza del riconoscimento è equiparabile a quella dei sensori inseriti nei pulsanti posizionati sulla scocca. Nello specifico, il nuovo modulo ha un FAR (False Acceptance Rate) pari allo 0,002%. Tale parametro misura la probabilità che il modulo riconosca erroneamente l'impronta digitale di un utente differente.

Altri dati messi in evidenza da LG Innotek riguardano la solidità della soluzione ottenuta ricorrendo ad un adesivo proprietario che tiene saldamente agganciato il sensore al vetro. Quest'ultimo, inoltre, benché spesso solo 0,25 mm nella parte che aderisce al sensore, è in grado di resistere all'impatto di una sfera d'acciaio di 130 grammi lanciata da un'altezza di 20 cm. L'azienda non ha chiarito quando arriveranno sul mercato i primi smartphone equipaggiati con l'innovativo sensore - i primi potrebbero ovviamente essere quelli prodotti dalla casa coreana.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
adapter03 Maggio 2016, 12:06 #1
Questa è una gran bella cosa.
In futuro sarà possibile fare display full-touch con sensore di impronta integrato a tutto vantaggio dell'estetica.
Vediamo chi sarà il primo a implementare tale caratteristica nei prossimi smartphone.
calabar03 Maggio 2016, 13:02 #2
Ho capito male o non si tratta di un sensore integrato nel display ma di un sensore così piccolo da poter essere piazzato sul bordo del display rimanendo invisibile o quasi?
Insomma, sarebbe una bella differenza.
benderchetioffender03 Maggio 2016, 13:22 #3
Originariamente inviato da: calabar
Ho capito male o non si tratta di un sensore integrato nel display ma di un sensore così piccolo da poter essere piazzato sul bordo del display rimanendo invisibile o quasi?
Insomma, sarebbe una bella differenza.


no, è semplicemente un sensore (che riesce a fare il suo lavoro) benché montato -quasi a filo- con il vetro, che in quel punto avrà uno scasso per portare il vetro stesso a 0,3mm
kamon03 Maggio 2016, 14:28 #4
Originariamente inviato da: adapter
Questa è una gran bella cosa.
In futuro sarà possibile fare display full-touch con sensore di impronta integrato a tutto vantaggio dell'estetica.
Vediamo chi sarà il primo a implementare tale caratteristica nei prossimi smartphone.


Fantastico! Ogni tecnologia che possa aiutare prelevare i miei dati senza che io me ne accorga, riempie di gioia il mio cuore
Il Picchio03 Maggio 2016, 14:48 #5
Figata. Non vedo l' ora di uno smartphone con screen/body del 90 e passa percento. Magari che non si rompa alla prima caduta eh, ma quello è un altro discorso. Già il mio g2 mi sembrava veramente fantastico rispetto alla concorrenza per l'ottimizzazione dello schermo rispetto al body, aspetto gli sviluppi di questa tecnologia . Se Lg mi facesse un telefono windows (non uccidetemi) lo comprerei domani.


P.s.: sta mania del furto di dati personali sta sfuggendo di mano

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^