chiudi X
God of War in DIRETTA

Segui la diretta sui nostri canali YouTube - Twitch - Facebook

LG e Nortel dimostrano il primo active handover tra CDMA e LTE

LG e Nortel dimostrano il primo active handover tra CDMA e LTE

Dalla collaborazione tra LG e Nortel nasce la dimostrazione del primo handover tra reti LTE e CDMA conforme agli standard 3GPP

di pubblicata il , alle 12:08 nel canale Telefonia
LG
 

Il cammino per l'adozione di nuove tecnologie di comunicazione è lungo e deve superare diversi passi per poter rendere queste ultime disponibili al grande pubblico. La compatibilità con le infrastrutture precedenti e la continuità di comunicazione sono passaggi fondamentali in questo processo.

Le tecnologie 4G Long Term Evolution hanno già dimostrato di essere compatibili a livello di infrastruttura con quelle 3G, ma ora LG Electronics e Nortel annunciano un ulteriore passo in avanti. Dalla collaborazione tra le due aziende si è arrivati a dimostrare il primo "active handover" conforme agli standard 3GPP tra reti LTE e CDMA (tecnologia su cui si basano le connessioni 3G UMTS).

In pratica nel passaggio da una zona di copertura 3G a una LTE (e viceversa) la comunicazione non ha avuto interruzioni, permettendo un flusso continuo di dati senza che si riscontrassero problemi nella navigazione web, nella comunicazione vocale VoIP, nel download di un video.

Protagonista della dimostrazione, avvenuta nei laboratori Nortel a Ottawa, in Canada, il dispositivo CDMA/LTE M13 sviluppato da LG, prototipo dei futuri chipset che andranno ad equipaggiare i cellulari e i dispositivi LTE. Il lancio commerciale delle nuove tecnologie Long Term Evolution si avvicina quindi a passi veloci e molti operatori hanno programmato di mettere in opera in primi servizi nel corso del 2010.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Eraser|8528 Agosto 2009, 12:38 #1
un po' come avviene tra UMTS e HSDPA.. la comunicazione non si interrompe.. bene, bene..
zor_ro28 Agosto 2009, 13:42 #2

normale

E' un passaggio inevitabile, così come era necessario l'HO da UMTS a GSM. In questo caso ci sono stati parecchi problemi nei primi anni dell'UMTS.

P.s x Eraser:L'HSxPA è una feature dell'UMTS introdotto dalla realise 6.0, quindi non centra nulla.
JackZR28 Agosto 2009, 13:49 #3
voglio anch'io delle promoter così in negozio!
nudo_conlemani_inTasca29 Agosto 2009, 03:24 #4

LTE.. un miracolo o un miraggio?

HSDPA/HSUPA da noi si sono rivelati una tristezza unica!

Velocità teoriche, pubblicità mirabolanti.. il tutto se va bene si riduce a 2Mbit/s micragnosi come velocità REALE di accesso alla rete Internet.

I benefici dell' HAUPA (7.2Mbit/s e 1.0Mbit/s) rispettivamente in DL e UP rimangono 1 chimera (scordateveli) e continuate a guardare la TV che racconta falsità a tutt' andare.

Se LTE (la 4a generazione) di rete telefonica sviluppatta per supportare la trasmissione dati ad alta velocità arriverà nel 2010 sarò contento.. ma che dire contento..?! Entusiasta.

Voglio proprio vedere con gli apparati telefonici dei ns operatori nostrani mentre nel resto del Mondo civilizzato viaggiano a 20Mibit reali su rete cellulare (e anche oltre.. e di molto) da noi diventerà (solito Spot in TV "truffaldino"

[Apro parentesi Ironica, della saga del "già visto": DE JA VU']
Un po' come la 20Mbit/s su doppino in Rame, con le centrali e i cavi vecchi di 40 anni... buhahahaha.
(ma se manco Fastweb arriva a 10Mbit reali su fibra!!!) figuriamoci il decadimento prestazionale del mezzo trasmissivo: il doppino per l'appunto.
[Chiudo parentesi Ironica]

LTE in Italia andrà bene, lo spero lo meno (ovviamente) ma non mi faccio illusioni (visto come sono andate le cose nel comparto innovazione nel settore telecomunicazioni fino ad oggi). Parlo ovviamente degli investimenti inesistenti

Ma siamo ottimisti, magari arriveranno a 4 Mbit/s, come le ADSL domestiche di 5 anni fa..

Praticamente la preistoria, alla modica cifra di 45euro/mese.. uhm, che affare!!!

bye bye.
fabri8529 Agosto 2009, 15:17 #5
ecco un altra fregatura per noi italiani...
ancora non si rendono conto che l'unica vera evoluzione è il Wimax... speriamo che non ci rifilino l'ennesima fregatura con dati teorici e nulla più.
nudo_conlemani_inTasca29 Agosto 2009, 16:03 #6

WiMax + Satellitare (Eutelsat) vera alternativa?

Il WiMax lo trovi nelle zone svantaggiate d'Italia (regioni più montuose e i comuni con limitata densità di popolazione) proprio dove gli operatori di telecomunicazioni se ne guardano bene da andare ad installare l'infrastruttura per permettere di comunicare con reti terrestri.

Ecco che la tecnologia WiMax viene in soccorso in queste zone "svantaggiate" del ns paese, il tutto a costi molto ragionevoli e sostenibili.

La forza del WiMax è questa, peccato che non lo troverai mai nelle città italiane (capoluoghi) perchè già raggiunte da tutte le altre tecnologie di comunicazione voce/dati.

L'unica vera alternativa (a costi salati però è la trasmissione dati via satellite in DL/UP con latenze pazzesche ma che permette di raggiungere q.que zona anche impervia del territorio.

Le velocità di Eutelsat (pubbicizzato in TV) credo siano tra i 2 o 4Mbit/s di banda, non garantita ovviamente.

I satelliti militari dismessi (potentissimi) vengono declassati e diventano ad uso civile per le telecomunicazioni.

Salvo q.che azienda privata che lancia i propri satelliti in orbita per creare una propria rete di trasmissione proprietaria via etere.
CountDown_030 Agosto 2009, 16:38 #7
fabri85, il WiMax è già morto, e rientra perfettamente nella definizione di "fregatura con dati teorici e nulla più". LTE è spinto dagli operatori telefonici, e per questo avrà successo (oltre a essere tecnologicamente valido, ovviamente). Se confidi nel WiMax, ti consiglio di lasciar perdere, rischi di andare incontro ad una grossa delusione...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^