L'UE vorrebbe ''standardizzare'' le porte di ricarica sugli smartphone. Apple difende la Lightning

L'UE vorrebbe ''standardizzare'' le porte di ricarica sugli smartphone. Apple difende la Lightning

Il Parlamento Europeo torna a discutere sul connettore unico, fondamentale se si vogliono ridurre i rifiuti tecnologici. Ogni anno nell'Unione Europea vengono generati 51 milioni del cosiddetto "e-waste".

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Telefonia
 

Nelle scorse ore i parlamentari europei hanno dibattuto sull'uso di una porta di ricarica standard su tutti gli smartphone, tablet e dispositivi portatili, come ad esempio il più moderno USB Type-C. L'obiettivo è ridurre la produzione di rifiuti aumentando la comodità per tutti gli utenti con misure vincolanti che assicurino che un tipo di caricatore sia compatibile con tutti i dispositivi in vendita sul territorio europeo.


Secondo quanto si legge su una prima nota diffusa dal Parlamento Europeo nel corso delle scorse ore, il primo approccio di "incoraggiare" le compagnie tecnologiche di sviluppare una soluzione standard ha avuto risultati al di sotto delle aspettative. Negli ultimi 10 anni la Commissione Europea ha cercato di spingere verso un singolo metodo di ricarica per i dispositivi tecnologici, tuttavia non ha redatto delle normative a proposito.

La Commissione ha avuto i suoi successi, visto che dal 2009 si sono ridotti i tipi di connettori dagli oltre 30 esistenti all'epoca a 3: USB Type-C, micro-USB e porta Lightning. Da allora sono passati 10 anni, tuttavia ancora oggi i consumatori - secondo alcuni membri del Parlamento Europeo - devono lottare fra diversi standard per la ricarica dei propri dispositivi. Non solo, mantenendo i vari standard si producono rifiuti aggiuntivi, oltre a costringere l'utente a rifornirsi di cavi e adattatori di varia natura.

"Ciò è estremamente dannoso per l'ambiente", ha commentato durante il dibattito Alex Agius. "Abbiamo, solo nell'Unione Europea, più di 51 tonnellate di rifiuti provenienti ogni anno dai caricabatterie". Uno standard non solo eliminerebbe grossa parte dei rifiuti tecnologici, ma consentirebbe ai produttori di non fornire agli utenti un nuovo alimentatore per ogni smartphone venduto, diminuendo così il costo di produzione. Il discorso fatto dai legislatori UE non vale solo per gli smarpthone, ma anche per altri device ricaricabili.

UE, un connettore unico per ridurre i rifiuti tecnologici

Nel dibattito si è parlato infatti di dispositivi mobile di ogni tipo, come tablet, e-reader, o addirittura fotocamere, che oggi possono utilizzare connettori di diversa natura. Petra De Sutter ha commentato: "Non possiamo permettere che gli interessi nel profitto prevalgano sugli interessi delle persone e del pianeta. Dobbiamo cogliere questa opportunità e arrivare a una soluzione sostenibile il più in fretta possibile. Abbiamo già perso troppo tempo".

Apple non ha ancora commentato la novità, tuttavia l'anno scorso si era detta contrara al connettore unico perché avrebbe "congelato l'innovazione". Inoltre, l'azienda aveva precisato di aver venduto circa un miliardo di dispositivi con porta Lightning e passare alla porta USB Type-C li avrebbe resi obsoleti aumentando immediatamente il numero di rifiuti tecnologici prodotto. La Commissione voterà sull'argomento in una sessione successiva.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

65 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor14 Gennaio 2020, 16:08 #1
non ho capito: a parte Apple, al momento gli altri dispositivi hanno il cavo USB nelle due versioni (c'è un progressivo aggiornamento alla versione C).
Dove sarebbe la "confusione"? Ho letto in giro inoltre che persino Apple starebbe valutando l'introduzione della porta USB-C...

Piuttosto lavorerei sui PC portatili, introducento anche lì l'USB-C
Ragerino14 Gennaio 2020, 16:13 #2
Usb C e micro usb, ho dei piccoli adattatori per i cavetti vecchi non compatibili, visto che lo standard è lo stesso.
Apple è il cancro. Dovrebbero fare la legge e basta. Se non si adeguano, non potranno più vendere i loro dispositivi nei territori europei. Vedrai che cambiano idea.
GreenHunter14 Gennaio 2020, 16:17 #3
non sarebbe male come soluzione.
Doraneko14 Gennaio 2020, 16:19 #4
Originariamente inviato da: Paganetor
Dove sarebbe la "confusione"?


Non c'è. È il solito e inutile diktat "tanto per..." della UE.
Doraneko14 Gennaio 2020, 16:30 #5
Sono le solite cavolate. Nessuno cambia il caricabatterie perché è incompatibile, lo si cambia perché si rompe. Nessun caricabatterie, che sia da casa o da auto, ha il cavo integrale, non servono perciò caricabatterie diversi per dispositivi diversi, basta cambiare il cavetto o munirsi di adattatore, mantenendo il caricabatterie.
Se proprio volessero fare qualcosa, basterebbe imporre che il caricabatterie non sia incluso nella confezione del telefono, che ci sia solo il cavo.
Bluknigth14 Gennaio 2020, 16:32 #6
A difesa di Apple devo dire che il suo connettore è il più solido dei tre.

Non ricordo connettori Lightning rotti, il cavo sgualcito si, ma il connettore sempre integro.

Degli altri due non posso dire lo stesso.

Poi per me è la classica decisione che arriva quando non serve più.
Tra ricarica wireless, Bluetooth e compagnia varia i cellulari tra qualche anno le porte fisiche non le avranno più.

Non credo che siano i carica batterie e relativi cavetti il grande problema.

Invece standardizzassero le prese di corrente della UE in modo da evitare di avere tre tipi di cavi di alimentazione dentro a monitor, tv e compagnia bella.
Sapeste quanti cavi dei monitor inglesi finiscono nel cestino
fastwonderer14 Gennaio 2020, 16:37 #7

Pippo

Concordo con Paganetor, nell'ambito mobile il problema è davvero ristretto, il progressivo abbandono della vecchia USB ridurrà ulteriormente il numero di adattatori necessari. Mentre in ambito informatico, elettrodomestici e device in generale il numero di connettori proprietari è ancora altissimo, ed è lì che dovrebbero intervenire. Ho uno spazzolino elettrico Oral B e il caricabatterie per la custodia da viaggio ha un suo connettore, il rasoio elettrico idem, la fotocamera pure, il router wireless anche, poi c'è il nas, il bollitore elettrico ecc.
Francesco Iolo14 Gennaio 2020, 16:40 #8
Se fossero interessati davvero all'e-Waste combatterebbero in linea generale l'obsolescenza programmata.
Obelix-it14 Gennaio 2020, 16:44 #9
Originariamente inviato da: Doraneko
Sono le solite cavolate.


Puoi permetterti di dire questo perche' la UE aveva già standardizzato i cavi eoni fa. Io ho ancora in cantina un mezzo metro cubo di alimentatori tutti diversi tra loro perchè, cazzo, ogni cellulare doveva vavere il suo, incompatibile perfino con altri della stessa marca.

Originariamente inviato da: Doraneko
Nessuno cambia il caricabatterie perché è incompatibile, lo si cambia perché si rompe.

Nessuno cambia il caricabatterie, ma tutti cambiano i cellulari. E ogni volta arriva un caricatore nuovo. Ne ho già una mezza scatola...

Io ne ho uno da viaggio, e uno a sei attacchi a casa. Non ho bisogno di un caricabatterie inutile.

Originariamente inviato da: Doraneko
Nessun caricabatterie, che sia da casa o da auto, ha il cavo integrale, non servono perciò caricabatterie diversi per dispositivi diversi, basta cambiare il cavetto o munirsi di adattatore, mantenendo il caricabatterie.

Ancora, non sai di che parli. Posso spedirti lo scatolone di alimentatori tutti rigorosamente con cavo integrato,

Ancora una volta, è stata la UE che ha spinto per questo.

Una volta tanto che fanno cose buone, vediamo di riconoscerglielo.
recoil14 Gennaio 2020, 16:48 #10
Originariamente inviato da: Doraneko
Se proprio volessero fare qualcosa, basterebbe imporre che il caricabatterie non sia incluso nella confezione del telefono, che ci sia solo il cavo.


sarebbe un'ottima cosa e risolverebbe buona parte del problema

avere un connettore standard aiuterebbe anche per i cavi e non sono del tutto contrario, però attenzione ad imporne uno per legge perché diventerà più difficile introdurre un nuovo standard, chi avrà interesse a investire su un connettore alternativo se non potrà metterlo per legge sui prodotti (salvo avere doppio connettore)?
una soluzione potrebbe essere l'obbligo di avere almeno un metodo di ricarica standard, avendo USB-C e Qi ed eventualmente imponendo di non includere cavi e adattatori nella confezione

altro spreco sono le cuffie incluse nella confezione degli smartphone ma non ce la vedo una legge che lo vieta espressamente, servirebbe il buon senso

Ho letto in giro inoltre che persino Apple starebbe valutando l'introduzione della porta USB-C...


su iPad Pro lo hanno messo, rimangono fuori iPhone e le AirPods
la mia impressione è che Apple farebbe volentieri a meno di USB-C su iPhone passando in futuro a un telefono solo Qi, non subito ma tra qualche anno
il mercato europeo non è piccolo quindi se arrivasse l'obbligo UE metterebbero sicuramente USB-C anche su iPhone, ma bisogna vedere cosa chiede l'unione per altri prodotti, ad esempio smartwatch dove al massimo Apple (ma anche altri) metteranno Qi
per questo secondo me potrebbe avere senso l'obbligo di una delle due tecnologie, così o fai Qi o USB-C e comunque non metti il cavo in scatola

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^