L'evoluzione del costo dei componenti di iPhone e Galaxy dal 2008 ad oggi

L'evoluzione del costo dei componenti di iPhone e Galaxy dal 2008 ad oggi

Un grafico interattivo per mostrare l'andamento del costo di produzione dei diversi top di gamma di Apple e Samsung

di pubblicata il , alle 08:31 nel canale Telefonia
SamsungAppleiPhoneGalaxy
 

Il mercato degli smartphone si è evoluto nel corso degli anni, e così anche i costi dei componenti per i produttori. Le mutate esigenze dei consumatori hanno obbligato a determinate scelte nel corso del tempo, e la ricerca tecnologica ha permesso di abbattere i costi in alcuni reparti. In definitiva, dall'analisi di IEEE Spectrum sui dati di Teardown.com scopriamo che il costo unitario degli smartphone è cresciuto nel corso degli anni anche per i produttori.

Il portale statunitense ha stimato il costo delle singole componenti utilizzate da Apple e Samsung per produrre rispettivamente gli iPhone e i dispositivi della serie Galaxy S dal 2008 ad oggi. I risultati sono stati raccolti in un grafico interattivo che abbiamo riportato nella pagina. Qui si legge che il dispositivo più costoso, fra quelli analizzati, è iPhone 6, con un prezzo unitario di 228$, mentre Galaxy S5 costa a Samsung circa 215,44$.

Il dato più significativo è forse quello relativo alla memoria: i due colossi hanno più che dimezzato l'investimento su quest'ultima componente nel corso degli anni, mentre si è prestata sempre più attenzione al comparto fotografico, soprattutto da parte di Samsung. Interessante notare anche l'andamento dei costi produttivi per i display: si tratta probabilmente della tecnologia in più rapida evoluzione nel settore, ma non per questo la più onerosa dal punto di vista economico: il costo dei display è rimasto sostanzialmente invariato nel corso degli anni.

Le cifre riportate da Teardown.com non includono, tuttavia, la spesa sulla ricerca e sviluppo, settore dominato da Samsung nel settore elettronico. È chiaro che i risultati più evidenti sul fronte dei display sono stati ottenuti in laboratorio piuttosto che nella scelta di materiali o prodotti costosi.

Per leggere il grafico riportiamo alcune semplici istruzioni: mantenendo il cursore del mouse su ogni segmento si ottengono informazioni aggiuntive sul dispositivo e sul costo del componente selezionato al tempo del rilascio. Per avere informazioni sulla specifica categoria è possibile selezionarla sulla legenda sulla destra del grafico. I segmenti contrassegnati con una freccia, infine, includono ulteriori informazioni.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
avvelenato10 Dicembre 2014, 10:10 #1
Questa è una delle news più interessanti che ho letto su hwu negli ultimi mesi, se non addirittura anni.

Mi sono spesso lamentato che i top di gamma fossero dotati dello stesso quantitativo di memoria presente anche sui top di gamma degli anni passati, e questo istogramma può spiegare perché: la riduzione del costo delle memorie ha permesso ai produttori di investire su altra componentistica senza far lievitare esponenzialmente i prezzi.
Anche considerando un incremento non lineare del costo della nand interna in relazione alla maggior capacità, con il doppio della dotazione di memoria standard i costi sarebbero saliti di quei 10 dollari che potrebbero, per un effetto a catena sulla curva della domanda, far lievitare il costo dell'apparecchio di molto più, rendendolo anticoncorrenziale.

(certo, a me girano comunque le balle che un s5 a 32gb lo si debba cercare in svizzera, però purtroppo se i costi dei componenti attualmente sono questi, c'è poco da fare, tanto più che la domanda per apparati con 32gb di memoria interna non è che sia così alta).
Mparlav10 Dicembre 2014, 10:31 #2
Sostanzialmente ci sono oscillazioni, anche marcate, sul costo del soc (non mi stupisco, andrà sempre peggio da questo punto di vista), e sulle componenti elettriche accessorie.
Aumentano anche i sensori, ma sul computo totale incidono poco.

Invece l'evoluzione dell'ottica, del display e della connettività, tre particolari che hanno un forte impatto sull'esperienza utente, alla fin fine, è a costi quasi invariati.
globi10 Dicembre 2014, 20:02 #3
A me di memoria nell`apparecchio non me ne serve tanta, invece di memoria estraibile ne uso tanta.
ilario311 Dicembre 2014, 08:05 #4
Grazie per l'ottimo articolo, ora ho/abbiamo un idea più chiara sui costi sostenuti dalle 2 aziende. Sono ottimi prodotti, io personalmente ho avuto il 3GS , iphone 4 e ora il 5, però il 4 a un costo di 177 dollari , sono circa 142 euro, poi rivenduto a 499 in Italia, il 350% di mark up per quanto un prodotto sia buono mi sembra un tantino esagerato, considerando poi i costi di un eventuale riparazione , 100 euro per il vetro, se già me lo fai pagare 350 volte il prezzo maggiorato non puoi far pagare un vetro rotto quanto il costo dell'intero telefono ti pare? É così facendo i cinesi lavorano sempre di più 👍

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^