iPhone 5: il chip Apple A6 è un SoC di tipo custom

iPhone 5: il chip Apple A6 è un SoC di tipo custom

L'architettura alla base del nuovo smartphone Apple non sarebbe basata su core ARM della serie A9 oppure A15, ma sviluppata internamente da Apple sempre sul set di istruzioni ARM

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Telefonia
AppleiPhoneARM
 

Nei giorni scorsi Apple ha annunciato i propri nuovi smartphone iPhone 5, delineando tra le caratteristiche tecniche un raddoppio della potenza di elaborazione tanto dal lato CPU come da quello GPU. Il SoC integrato in questi terminali è quello A6 di Apple, per il quale l'azienda americana non ha ancora fornito informazioni sulle caratteristiche architetturali.

Grazie a quanto pubblicato dal sito Anandtech sono emersi alcuni dettagli su questo chip, che a differenza di quanto inizialmente indicato non è basato sulle architetture A9 o A15 di ARM ma sviluppato in modo indipendente da Apple, utilizzando il processor design ARMv7. Apple avrebbe quindi scelto, con A6, di non utilizzare un core ARM in licenza d'uso ma di sfruttare il set di istruzioni ARM sviluppando una propria implementazione di tipo custom.

In iPhone 5, quindi, Apple ha introdotto un core lato CPU completamente nuovo, andando contro una tradizione portata avanti con gli ultimi lanci prodotto che ha sempre visto le novità dal versante CPU venir introdotte prima nelle soluzioni iPad e solo in un secondo tempo in quelle iPhone.

Alcuni benchmark eseguiti con il tool Geekbench pubblicati online dovrebbero inoltre fornire indicazioni sulle capacità di calcolo del SoC A6 in termini di componente CPU. I dati pubblicati indicherebbero un incremento effettivamente pari a 2x nei livelli prestazionali rispetto a quanto messo a disposizione dai terminali iPhone 4S.

Tra le restanti caratteristiche emerse segnaliamo i due core CPU con frequenza di clock di 1 GHz, con cache L1 composta da due blocchi da 32 Kbytes ciascuno per dati e istruzioni oltre a cache L2 da 1 Mbyte. Per la memoria di sistema troviamo un quantitativo pari a 1 Gbyte, con moduli LPDDR2-1066 e interfaccia di tipo dual channel, per una bandwidth massima teorica che passa dai 6,4 Gbytes al secondo di iPhone 4S sino agli 8,5 Gbytes al secondo di iPhone 5.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

66 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7717 Settembre 2012, 11:58 #1
Boh.. mi pare un inutil spreco di soldi voler produrre un SOC personale quando il mercato offre prodotti ottimi da utilizzare..
Un conto se ci sono specifiche necessità.. ma questo è uno smartphone come tutti gli altri (si lo so che i fanboy adesso gridano alla bestemmia).
TheDariodario17 Settembre 2012, 12:00 #2
Originariamente inviato da: demon77
Boh.. mi pare un inutil spreco di soldi voler produrre un SOC personale quando il mercato offre prodotti ottimi da utilizzare..
Un conto se ci sono specifiche necessità.. ma questo è uno smartphone come tutti gli altri (si lo so che i fanboy adesso gridano alla bestemmia).

Credo che questo gli permetta di vendere un hardware ancora più ottimizzato per il software... eliminando magari cose che ad iOS non servono e puntare di più su quello che gli serve
Valen1217 Settembre 2012, 12:03 #3
Più che altro così hanno sicuramente risparmiato in licenze per le architetture complete e hanno messo a frutto il know how che hanno assorbito con le acquisizioni di P.A. Semi e Intrinsity.
Duncan17 Settembre 2012, 12:05 #4
Non vedo perché Apple non possa decidere di farsi in casa il SOC se ne ha il know-how, visto che deve ritagliare un chip per le sue esigenze.

Poi viene accusata che non fa ricerca e sviluppo, e quando si sviluppa qualcosa in casa viene accusata che poteva usare prodotti di fornitori esterni.
recoil17 Settembre 2012, 12:06 #5
Originariamente inviato da: demon77
Boh.. mi pare un inutil spreco di soldi voler produrre un SOC personale quando il mercato offre prodotti ottimi da utilizzare..
Un conto se ci sono specifiche necessità.. ma questo è uno smartphone come tutti gli altri (si lo so che i fanboy adesso gridano alla bestemmia).


io invece penso che abbia senso proprio per una compagnia come Apple che ti vende hw + sw in un sistema chiuso, dopotutto gli iphone devono far girare iOS e basta quindi si possono mettere delle ottimizzazioni sw fatte nello specifico per quel SoC
hombre17 Settembre 2012, 12:08 #6

Un buon sarto...

Beh! Quando si compra il vestito in un negozio sicuramente non e' come quello fatto da un sarto. Lo sviluppo in proprio di un chip gli ha permesso di ottimizzarlo per le proprie esigenze in termini di performance e consumi. Queste caratteristiche non potranno mai essere eguagliate da prodotti generici assemblati.

Au revoir!
pirlano17 Settembre 2012, 12:09 #7
Ed avrà una frequenza di 1 Ghz, così tutti smetteranno di scassare con la storia della CPU più veloce al mondo...
Snapdragon S4 signori, custom proprio come l'Apple A6 e entrambi basati sull'architettura Cortex A15.
Lo Snapdragon S4 è già in commercio da 6 mesi sull'HTC One S, a una frequenza del 50% superiore a quella di iPhone 5 (1.5Ghz vs 1Ghz) e con un processo produttivo inferiore (28nm contro 32).
Amen.
Raghnar-The coWolf-17 Settembre 2012, 12:09 #8
Mah sono abbastanza scettico.
Neanche Apple ha i mezzi per sviluppare un SOC personale da 0, specialmente con le cifre che investe in R&D.

Avrà commissionato ad ARM qualcosa di custom, questo è più probabile, e sarà tanto custom come tanti altri prodotti che abbiamo visto in giro...
Mparlav17 Settembre 2012, 12:10 #9
Produrre in proprio non è mai sprecato, soprattutto se vuoi svincolarti dal tuo fornitore che contemporaneamente è anche il tuo principale concorrente.
Apple con questa scelta, può con maggior facilità passare a TSMC:
http://www.digitimes.com/news/a20110915PD211.html

già con questo A6 sarebbero dovuti passare da TSMC, ma gli è andata male e sono restati con Samsung.

Se riesce a passare in toto alle ram di Hynix ed alle nand di Toshiba ed Hynix, resterebbe ben poco fornito da Samsung.

Valen1217 Settembre 2012, 12:11 #10
Originariamente inviato da: pirlano
Ed avrà una frequenza di 1 Ghz, così tutti smetteranno di scassare con la storia della CPU più veloce al mondo...
Snapdragon S4 signori, custom proprio come l'Apple A6 e entrambi basati sull'architettura Cortex A15.
Lo Snapdragon S4 è già in commercio da 6 mesi sull'HTC One S, a una frequenza del 50% superiore a quella di iPhone 5 (1.5Ghz vs 1Ghz) e con un processo produttivo inferiore (28nm contro 32).
Amen.


Non sono architetture A15 pure. Sono ibridi, corretti in modo indipendente da Apple e Qualcomm.

EDIT : In più il processore del One S è anche una versione meno performante dell'attuale MSM8960 dual core, decisamente più potente.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^