Intel si chiama fuori dal mercato dei modem 5G per smartphone

Intel si chiama fuori dal mercato dei modem 5G per smartphone

Il patteggiamento tra Apple e Qualcomm mette Intel nella situazione di dover prendere una decisione drastica. Continuerà comunque a produrre modem 5G per altri dispositivi

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Telefonia
Intel
 

A pochissime ore dall'annuncio del patteggiamento tra Apple e Qualcomm, del quale vi abbiamo già raccontato nella notizia Apple e Qualcomm fanno pace: stop alle dispute legali, per amore del 5G, Intel Corporation annuncia la volontà di uscire dal mercato dei modem 5G per smartphone, assicurando comunque di rispettare tutti gli impegni già presi con i clienti per l'attuale linea di prodotti di modem 4G.

Se i bisticci legali tra Apple e Qualcomm fossero proseguiti, Intel sarebbe stato il candidato più probabile ed idoneo per fornire alla Mela i modem 5G per le future generazioni di iPhone. Ma il patteggiamento tra le due società fa evaporare le speranze della società di Santa Clara, portandola a prendere una decisione drastica.

Intel ha però precisato che non intende lanciare alcun modem 5G per smartphone nel futuro, nemmeno quelli il cui debutto era già stato pianificato per il 2020. La società di Santa Clara ha inoltre dichiarato che intende completare una verifica delle opportunità commerciali per i modem 4G e 5G destinati ai dispositivi PC, Internet of Things e in generale per i dispositivi "data-centric", oltre a continuare ad investire nelle infrastrutture di rete 5G.

"Siamo molto entusiasti delle opportunità offerte dal 5G e dalla 'cloudification' della rete, ma nel mercato dei modem per smartphone è evidente che non vi sia un percorso chiaro verso la profittabilità. Il 5G continua ad essere una priorità strategica per Intel, e il nostro team ha sviluppato un catalogo di valore di prodotti wireless e di proprietà intellettuale. Stiamo verificando le nostre opzioni per realizzare il valore che abbiamo creato, incluse le opportunità in un'ampia gamma di piattaforme data-centric e dispositivi in un mondo 5G" ha dichiarato Bob Swan, CEO di Intel.

La società fornirà ulteriori dettagli in occasione della prossima conference call relativa ai risultati del primo trimestre fiscale del 2019, in programma per il prossimo 25 aprile.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emahwupgrade17 Aprile 2019, 11:02 #1
“nel mercato dei modem per smartphone è evidente che non vi sia un percorso chiaro verso la profittabilità”

Questi CEO finanzacentrici stanno rovinando le aziende che una volta si lanciavano in sviluppi anche visionari
supertigrotto17 Aprile 2019, 11:05 #2

Intel stavolta deve piegarsi

Mi dispiace per il mercato della libera concorrenza ma intel,ha trovato una azienda che ha quasi il monopolio nel settore mobile.
Mi pare che qualcomm usi gli stessi mezzi che usava intel fino a un decennio fa,facendo pressioni consistenti sui clienti,in modo da annullare o limitare la concorrenza.
Chissà che queste cose comincino a far pensare i grossi player del mondo dell'elettronica,ormai cercare di entrare in un settore è come entrare in una vasca di squali o pirahna con un taglietto sanguinante.
Molti fanboy non pensano che,ad esempio,quando si ha a che fare con questo settore,che si tratti di un modem 5g,una cpu,una gpu,si è costretti a fare i numeri da circo per evitare di sbattere contro ai muri dei brevetti.
Spesso vedo battaglie fra fanboy ad esempio nel settore gpu,ma non pensano che mica è semplice progettare una gpu senza infrangere un brevetto ad esempio,complicando le cose o non ottimizzare appieno il funzionamento del chip.
In questo caso qualcomm ha un sacco di brevetti per il 5g ed è difficile sviluppare un prodotto senza incappare nel pagamento di royalty,aumentando i prezzi finali del prodotto concorrente o riducendo la produzione concorrente.
mally17 Aprile 2019, 11:12 #3
non diciamo stupidaggini, intel aveva i denari, i team e l'apoggio di apple. Se non è riuscita a partorire un prodotto valido è solo colpa sua e della sua dirigenza. Si imbarca da anni in mille progetti senza concluderne uno, non sa gestire prodotti diversi da quello del monopolio che controlla e questo è l'ennesimo fallimento che inanella...
AceGranger17 Aprile 2019, 11:17 #4
Originariamente inviato da: supertigrotto
Mi dispiace per il mercato della libera concorrenza ma intel,ha trovato una azienda che ha quasi il monopolio nel settore mobile.
Mi pare che qualcomm usi gli stessi mezzi che usava intel fino a un decennio fa,facendo pressioni consistenti sui clienti,in modo da annullare o limitare la concorrenza.
Chissà che queste cose comincino a far pensare i grossi player del mondo dell'elettronica,ormai cercare di entrare in un settore è come entrare in una vasca di squali o pirahna con un taglietto sanguinante.
Molti fanboy non pensano che,ad esempio,quando si ha a che fare con questo settore,che si tratti di un modem 5g,una cpu,una gpu,si è costretti a fare i numeri da circo per evitare di sbattere contro ai muri dei brevetti.
Spesso vedo battaglie fra fanboy ad esempio nel settore gpu,ma non pensano che mica è semplice progettare una gpu senza infrangere un brevetto ad esempio,complicando le cose o non ottimizzare appieno il funzionamento del chip.
In questo caso qualcomm ha un sacco di brevetti per il 5g ed è difficile sviluppare un prodotto senza incappare nel pagamento di royalty,aumentando i prezzi finali del prodotto concorrente o riducendo la produzione concorrente.


in realta credo sia solo una mera questione di utile/fatturato.

Qualcomm ha un Gross Margin del 54%, Intel del 60%

Intel, per rendere i suoi modem appetibili agli assemblatori, dovrebbe venderli ad un prezzo inferiore a quello praticato da Qualcomm, seno perchè mai un assemblatore dovrebbe cambiare ?
Gia vendendoli allo stesso prezzo di Qualcomm, avrebbe un utile inferiore a quello che fa normalmente con gli altri suoi prodotti, ergo, gli conviene dirottare i soldi degli investimenti sui modem in mercati piu profittevoli e meno concorrenziali dove, a parita di investimento, tirano su piu grano.
Mparlav17 Aprile 2019, 11:38 #5
Non è monopolistico, visto che Qualcomm già divide il mercato dei modem 5G con Samsung, Huawei e Mediatek.
Cappej17 Aprile 2019, 11:41 #6
Originariamente inviato da: Mparlav
Non è monopolistico, visto che Qualcomm già divide il mercato dei modem 5G con Samsung, Huawei e Mediatek.


bho... ma per quanto pensano di campare con il solo x86...? finiranno le vacche grasse anche a loro eh..
mally17 Aprile 2019, 11:44 #7
Originariamente inviato da: Cappej
bho... ma per quanto pensano di campare con il solo x86...? finiranno le vacche grasse anche a loro eh..


gli azionisti vogliono vedere i numerini giusti ogni fine anno a discapito di operazioni di investimento a lungo termine. Intel sta pian piano chiudendo tutti i progetti collaterali su cui si era imbarcata...
Mparlav17 Aprile 2019, 12:07 #8
Originariamente inviato da: Cappej
bho... ma per quanto pensano di campare con il solo x86...? finiranno le vacche grasse anche a loro eh..


Sono molto concentrati sul computing ad ogni livello, ma abbandonare il mercato mobile forse non è una scelta lungimirante.
Mi auguro che la loro strategia si rilevi azzeccata, per me osservatore esterno e consumatore, dispiace sempre perdere un'opzione d'acquisto (vedi anche discorso soc mobile).
Cappej18 Aprile 2019, 14:47 #9
Originariamente inviato da: mally
gli azionisti vogliono vedere i numerini giusti ogni fine anno a discapito di operazioni di investimento a lungo termine. Intel sta pian piano chiudendo tutti i progetti collaterali su cui si era imbarcata...


Originariamente inviato da: Mparlav
Sono molto concentrati sul computing ad ogni livello, ma abbandonare il mercato mobile forse non è una scelta lungimirante.
Mi auguro che la loro strategia si rilevi azzeccata, per me osservatore esterno e consumatore, dispiace sempre perdere un'opzione d'acquisto (vedi anche discorso soc mobile).


esatto, era li che volevo parare... non considerare il mobile per niente è un po' limitativo per un azienda di quel calibro...! non solo.. capisco che x86 sia un'architettura poco adatta al mobile, ma alcuni modelli era embrionali ma con qualche bilioncino in più forse, qualcosa sarebbe saltato fuori.. no... ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^