Instagram Lite arriva su Google Play Store, e pesa meno di 1 MB

Instagram Lite arriva su Google Play Store, e pesa meno di 1 MB

Su Google Play Store è comparso un nuovo client alleggerito di Instagram, che pesa sull'unità di storage solamente poco più di 700 KB

di pubblicata il , alle 17:41 nel canale Telefonia
Instagram
 

La crescita di Instagram, e di molte altre applicazioni già molto popolari, dipende da quanto riesca a diffondersi nelle aree in via di sviluppo. Ed è pensando ai paesi meno ricchi che la società ha lanciato Instagram Lite su Google Play Store: il client alleggerito è apparso sullo store di Android senza troppi annunci e ha un peso di 573 kilobytes pari a 1/55 circa rispetto all'app originale. Il tutto senza farsi mancare troppe delle funzionalità essenziali di quest'ultima.

"L'app Instagram Lite ti permette di risparmiare spazio sul tuo smartphone, e può essere scaricata velocemente", si legge nella descrizione del nuovo client. Fra le funzionalità presenti la possibilità di pubblicare foto inserendo i tipici filtri, guardare le Storie e navigare nella pagina Esplora. Mancano invece i Direct (i messaggi privati fra utenti) e la possibilità di condividere video. L'app cerca di risolvere diverse tipologie di problemi decisamente consuete nei paesi in via di sviluppo.

È pensata per essere installata su smartphone poco potenti e con scarsa disponibilità di storage, ed è anche adatta per chi si trova in luoghi in cui c'è scarsa copertura per quanto riguarda le reti dati. La novità arriva dopo alcune evoluzioni sul servizio, come il sito web mobile aggiornato lo scorso mese e l'introduzione di IGTV, e dopo l'arrivo di diverse applicazioni Lite (anche appartenenti alle proprietà di Zuckerberg), confermando un trend che si sta mostrando particolarmente deciso.

Facebook Lite è stata lanciata infatti nel 2016 e già dopo due anni vantava 200 milioni di utenti, e in seguito è arrivata anche Messenger Lite. Fra i Big del settore tecnologico anche Google ha lanciato diverse iniziative per i paesi emergenti, come Android One e le varie applicazioni della famiglia Go che consentono di risparmiare storage e traffico dati. Instagram è l'ultima a salire sul carro delle app "lite", con la novità che conferma che la fame di successo non è ancora terminata.

Durante la presentazione di IGTV il team ha annunciato di avere 1 miliardo di utenti attivi ogni mese, con un tasso di crescita che procede di circa 100 milioni di utenti ogni quattro mesi. E con la nuova versione Lite la situazione non può che migliorare, amplificando la crescita soprattutto nei paesi emergenti in cui un social network basato su foto e video può essere molto ostico da frequentare. L'app non è comunque ad oggi disponibile su tutti i mercati e per tutti i dispositivi, con la possibilità di riceverla in Italia solo effettuando il "sideloading" da fonti di terze parti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Anderaz28 Giugno 2018, 20:49 #1
Ben vengano app come questa. A quando WhatsApp lite?
Opteranium28 Giugno 2018, 21:28 #2
questo rende l'idea dello spreco di risorse in fatto di programmazione.

Prima fanno un'app mastodontica, poi fanno la versione lite, col 95% delle funzioni della prima e 1/100 del peso.

Detto in altri termini.. quanto ci prendono in giro.
\_Davide_/28 Giugno 2018, 21:45 #3
Originariamente inviato da: Opteranium
Detto in altri termini.. quanto ci prendono in giro.


Beh, no...
tok8928 Giugno 2018, 21:49 #4
Ottimo, mal che vada la affiancherò a Facebook lite. Ma da qualche tempo a questa parte il sito da Chrome (Windows) continua a sloggarsi ogni giorno, e avendo l'accesso in due passaggi è un po' una palla dato che spesso invia il messaggio dopo svariate ore. In compenso è ben visibile il link che rimanda all'app del Microsoft store. Capita solo a me?
ilbarabba29 Giugno 2018, 09:06 #5
Originariamente inviato da: Opteranium
questo rende l'idea dello spreco di risorse in fatto di programmazione.

Prima fanno un'app mastodontica, poi fanno la versione lite, col 95% delle funzioni della prima e 1/100 del peso.

Detto in altri termini.. quanto ci prendono in giro.


questo rende l'idea che se elimini funzionalità e molta grafica in un software il pacchetto finale è più piccolo.
Ma dai?
Wikkle29 Giugno 2018, 09:50 #6
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Su Google Play Store è comparso un nuovo client alleggerito di Instagram, che pesa sull'unità di storage solamente poco più di 700 KB


No, non c'è nel Play Store del telefono. Forse perché è già installata la ufficiale?
MICENE8929 Giugno 2018, 17:03 #7
Su smartphone mi dice che questo prodotto non è disponibile nel mio paese.
Tedturb029 Giugno 2018, 23:00 #8
ma queste merdine di facebook *lite non sono praticamente dei bookmark che usano una webview per aprire la versione web mobile, magari infarcite con un po di tracking/data stealing?
Andry198030 Giugno 2018, 00:19 #9
Originariamente inviato da: tok89
Ottimo, mal che vada la affiancherò a Facebook lite. Ma da qualche tempo a questa parte il sito da Chrome (Windows) continua a sloggarsi ogni giorno, e avendo l'accesso in due passaggi è un po' una palla dato che spesso invia il messaggio dopo svariate ore. In compenso è ben visibile il link che rimanda all'app del Microsoft store. Capita solo a me?


Ho lo stesso problema con Instagram e Twitter, usi per caso Firefox? Comunque questo Instagram Lite non è compatibile con il mio S2, mentre quello normale sì. Why?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^